Poche emozioni nel lunch match del Bentegodi: pari e patta tra Chievo e Sampdoria

    Chievo e Sampdoria chiudono senza reti il lunch match della 37esima giornata di Serie A giocato allo stadio Marc'Antonio Bentegodi

    155

    Finisce senza reti il lunch match della 37esima giornata di Serie A, con Chievo e Sampdoria che chiudono sullo 0-0. Poche emozioni al Bentegodi e un punto per parte, con Sergio Pellissier che ha giocato 74 minuti prima di ‘salutare’ per l’ultima volta il pubblico del Bentegodi da ‘attore protagonista’.

    LA CRONACA DELLA PARTITA – Il lunch match della 37esima e penultima giornata di Serie A mette di fronte il Chievo di Domenico Di Carlo e la Sampdoria di Marco Giampaolo. Il Chievo è ormai retrocesso da diverse settimane, ma sta provando comunque ad onorare il campionato. In più questa sfida sarà l’ultima recita di Pellissier al Bentegodi con la maglia clivense. Dall’altra parte una Sampdoria senza pressioni e obiettivi da raggiungere, ma con tutta l’intenzione di far vincere a Fabio Quagliarella il titolo di capocannoniere.

    Sul fronte formazioni ufficiali, Domenico Di Carlo punta sul 3-4-1-2, con Bani, Cesar e Barba davanti a Semper. In mezzo al campo Depaoli, Leris, Dioussé e Jaroszynski, mentre in avanti c’è Vignato alle spalle di Pellissier e Stepinski. Dall’altra parte Marco Giampaolo conferma il modulo 4-3-1-2. Davanti al portiere Rafael, la linea a quattro difensiva è composta da Bereszynski, Andersen, Colley e Tavares. A centrocampo con Ekdalin regia, le due mezz’ali sono Praet e Linetty, mentre davanti Defrel fantasista alle spalle di Quagliarella e Gabbiadini.

    Primo tempo, il Chievo chiude in 10

    Il match inizia su buoni ritmi e con un Chievo voglioso di far un buon match. Al 10’ i clivensi trovano anche la rete del vantaggio con un’incursione di Leris, ma la rete è annullata dal VAR che ‘pizzica’ il francese in fuorigioco sul lancio dalle retrovie. La Sampdoria gioca su rimi bassi, anche se al 14’ Ekdal spreca una buona chance, con Ekdal che mette a fil di palo una conclusione dal limite. Il Chievo gioca bene e sfiora due volte il gol, prima con Depaoli e poi con Stepinski, mancando di freddezza sotto porta.

    Alla mezz’ora s’iscrive al match anche Pellissier: azione in velocità sulla destra e scarico al limite per il capitano clivense, il suo sinistro è deviato però in corner. Dall’altra parte invece capita a Quagliarella una buona occasione, ma il numero 27 blucerchiato viene chiuso in maniera provvidenziale da Barba che gli respinge il sinistro a rete. Proprio quest’ultimo però, al minuto 40 viene espulso dall’arbitro Aureliano per un brutto intervento ai danni di Defrel. Dunque Chievo in dieci e che al 47’ deve fare a meno anche dell’infortunato Leris, al suo posto Hetemaj. La prima frazione si chiude con un sinistro da fuori di Gabbiadini che Semper alza in corner.

    Secondo tempo, finisce senza reti

    Il secondo tempo si apre con una Sampdoria subito vicina al gol, ma Semper compie un grandissimo intervento sul destro  botta sicura di Defrel. Il portiere croato è pronto anche sulle conclusioni di Tavares e Gabbiadini. I padroni di casa si limitano ovviamente a difendere con l’inferiorità numerica da gestire, mentre la Sampdoria fa girare il pallone seppur lentamente. Al 62’ Giampaolo opera il primo cambio inserendo Caprari per Gabbiadini. Ritimi bassissimi al Bentegodi e partita che si trascina stancamente verso la conclusione.

    Al 68’ altro cambio negli ospiti, con Jankto che al 68’ rileva Linetty. Poco dopo però Quagliarella sfiora la rete, ma il suo destro dal limite su punizione sfila a lato di pochissimo. Al 74’ momento importante, con Pellissier che lascia il campo a Pucciarelli tra gli applausi scroscianti del Bentegodi e ‘salutato’ anche da un abbraccio con Quagliarella. Nel finale Giampaolo si gioca anche la carta Sau per Tavares, giocando col 4-2-3-1. Ma finisce senza reti tra Chievo e Sampdoria.

    Info Serie A 2018-2019

    LA CLASSIFICA DI SERIE A 2018-2019

    PROSSIMO TURNO SERIE A

    CLASSIFICA MARCATORI SERIE A