La Serie A è scesa ancora in campo con gli ultimi due recuperi della 25esima giornata. La prima sfida, alle ore 19:30, ha visto l’Atalanta travolgere il Sassuolo e consolidare la quarta piazza in classifica. Mentre nella sfida del Giuseppe Meazza, alle 21:45, l’Inter di Antonio Conte ha vinto, a sua volta, ma soffrendo per avere la meglio della Sampdoria di Ranieri.

Inter-Sampdoria 2-1

Qualche problema per l’Inter nel vincere il suo match di recupero contro la Sampdoria e salire a quota 57 punti in classifica, consolidando il terzo posto e andando a meno sei dalla capolista Juventus e meno cinque dalla Lazio seconda. Poca storia ed equilibrio nel primo tempo contro i blucerchiati di Ranieri, quest’ultimi rimaneggiati e con una formazione ‘sperimentale’, in cui La Gumina è titolare al centro dell’attacco sostenuto da Ramirez. Invece Conte manda in campo i titolari, al netto di Brozovic infortunato, con i nerazzurri facilmente sul doppio vantaggio all’intervallo.

Eriksen, Inter-Sampdoria

Prima è Lukaku al 10′ a portare in vantaggio ai suoi, al termine di una splendida trama iniziata da Lautaro Martinez e rifinita da Eriksen. Poi è lo stesso argentino a segnare il raddoppio su assist di Candreva. Nel secondo tempo la Sampdoria però torna subito in partita col tap-in di Thorsby dopo la traversa colpita da Colley sul corner di Ramirez. Il finale di match per l’Inter è di sofferenza, con gli ospiti che ci credono pur non riuscendo a creare grandi occasioni. E così i nerazzurri riescono a tenere sino al 94′ il 2-1 finale.

Atalanta-Sassuolo 4-1

L’equilibrio in quel di Bergamo dura appena un quarto d’ora, periodo nel quale il Sassuolo, iper offensivo con quattro attaccanti, crea anche i presupposti per andare in vantaggio. Poi però solo Atalanta o quasi, a segno tre volte con Djimsiti (16′), Zapata (31′) e l’autogol di Bourabia (37′). Nel secondo tempo stessa storia e ancora Duvan Zapata a segno con un perfetto colpo di testa, mentre al 92′ la rete della bandiera ospite con lo stesso Bourabia. Con questo successo gli orobici si confermano al quarto posto con 51 punti, allungando a più sei sulla Roma.

esultanza Zapata, Atalanta

Al termine del match al Gewiss Stadium, sono arrivate le parole dei due tecnici. L’allenatore dell’Atalanta, Gian Piero Gasperini, anche espulso al 72′ per qualche parola di troppo, ha commentato: “C’erano diversi interrogativi su questa partita, riprendevamo dopo un lungo periodo di inattività. Però abbiamo fatto bene, non era per nulla facile anche perché il Sassuolo è una squadra molto pericolosa. Championsad agosto? Ora la nostra testa è solo al campionato, perché per partecipare nuovamente alla Champions dobbiamo finire tra le prime quattro. E’ questo il nostro obiettivo”.

Dalla parte emiliana le impressioni di Roberto De Zerbi, ovviamente deluso: “Non è semplice venire qui con quattro attaccanti: l’ho fatto non per suicidarmi, ma per dare un segnale alla mia squadra perché volevo fare la partita. Non abbiamo subito tantissimo, ma purtroppo siamo stati troppo fragili. In emergenza loro si buttavano, mentre noi sul gol di Zapata non abbiamo messo cattiveria. Spingerò ancora di più in questo senso”.

Info Serie A 2019-2020

LA CLASSIFICA DI SERIE A 2019-2020

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A

CALENDARIO COMPLETO SERIE A 2019-2020

ORARI E DIRETTE TV SINO ALLA 35ª GIORNATA