Dopo gli anticipi del venerdì, la seconda giornata di Serie A è proseguita in questo sabato 28 agosto con altri quattro match. Nelle due sfide che si sono concluse per ultime, la Juventus ha clamorosamente perso per 1-0 allo Stadium contro l’Empoli, mentre la Fiorentina ha sconfitto per 2-1 il Torino al Franchi. Invece alle 18:30 sono arrivate la nettissima vittoria per 6-1 della Lazio all’Olimpico contro lo Spezia e il pareggio a reti inviolate tra Atalanta e Bologna in quel di Bergamo.

Juventus-Empoli 0-1

Ormai privo di Cristiano Ronaldo, Allegri manda in campo la Juventus col 4-3-1-2 schierando McKennie trequartista alle spalle di Chiesa e Dybala. L’ex Fiorentina è il più pericoloso dei suoi, vedendosi respingere due conclusioni da Vicario nel primo quarto d’ora. Ma al primo affondo è l’Empoli a trovare l’inaspettato 0-1 al 21′: Bajrami apre sulla corsia mancina per la corsa di Bandinelli che rimette in mezzo per il dieci dei toscani che prova la girata, pallone deviato che finisce sul destro di Leonardo Mancuso che tutto solo davanti a Szczesny non si fa pregare e manda avanti i toscani. La reazione bianconera è affidata ancora a Chiesa, ma Vicario si ripete per la terza volta respingendo alla grande.

Nella ripresa si parte con Morata al posto di McKennie, per un attacco bianconero ridisegnato in maniera decisamente più offensivo. La Juventus attacca e Allegri al 55′ manda in campo anche Bernardeschi per Rabiot, anche se l’Empoli si difende sempre con grande ordine. Passa il tempo e con questo aumenta anche la frenesia dei padroni di casa, così arriva al 66′ anche il momento di Locatelli e Kulusevski. E proprio l’ex Sassuolo al 71′ sfiora il pari con una deviazione in spaccata, mettendo però a lato. E al 94′ ancora il numero 73 ha sfiorato la rete, mettendo a fil di palo col mancino. E’ l’ultima occasione, poi l’Empoli può festeggiare il colpaccio.

Fiorentina-Torino 2-1

La Fiorentina, sospinta da un pubblico del Franchi molto carico, spinge sull’acceleratore sin dai primi minuti. Il Torino fatica ad uscire, con Belotti e Sanabria che non riescono a tenere palla. I viola si rendono pericolosi più volte, con Milinkovic-Savic che al 12′ salva sulla ‘zuccata’ del quasi omonimo Milenkovic. Attorno a metà tempo i granata riescono a disimpegnarsi meglio, ma al 41′ la Fiorentina trova il vantaggio: Castrovilli porta palla a sinistra e appoggia al centro per Nico Gonzalez, un po’ troppo libero di concludere, l’argentino prende la mira col mancino e batte Milinkovic-Savic.

Nel secondo tempo il Torino prova a reagire, rendendosi pericoloso al 61′ con Sanabria. La Fiorentina resta però in controllo e al 69′ arriva anche il 2-0: brutto pallone perso da Verdi sulla trequarti: Duncan effettua lo scippo e allarga su Bonaventura, che crossa con precisione in direzione di Vlahovic, bravissimo a incrociare di testa in torsione e mandare in delirio il Franchi. Sembra tutto finito, ma il Torino ha un sussulto al minuto 89 con Verdi che batte Terraciano con un bel sinistro rasoterra.

gol Immobile, Lazio-Spezia

Lazio-Spezia 6-1 e Atalanta-Bologna 0-0

Come detto il programma giornaliero si è aperto con due match nel tardo pomeriggio. E cominciamo dalla goleada interna con cui la Lazio ha superato lo Spezia, per un 6-1 che si commenta da solo. Eppure i liguri erano partiti bene con la rete di Verde al 4′, poi però l’assolo biancoceleste con Ciro Immobile autore di una tripletta (5′, 14′, 47′) e anche protagonista di un rigore sbagliato (46′). Nel secondo tempo poi altre tre realizzazioni, con Felipe Anderson, Hysaj e Luis Alberto. Salito già a quota 4 gol dopo due turni, Immobile ha dichiarato: “Il merito va diviso equamente con i miei compagni che mi mettono nelle condizioni di potermi esprimere al massimo anche quest’anno. Come mi trovo con Sarri? Ho iniziato a lavorare col mister con grande entusiasmo, so che gli attaccanti hanno sempre segnato tanto con lui e non vedevo l’ora di iniziare”.

Nell’altra sfida tante occasioni ed emozioni, ma al 90′ è 0-0 fra Atalanta e Bologna. È mancato lo spunto in zona gol per gli orobici, con Muriel e Ilicic che non sono riusciti a trovare la giocata giusta per poter far male a Skorupski. Buona prova da parte della squadra di Mihajlovic, che tiene inviolata la porta dopo i 5 gol subiti dalla Ternana in Coppa Italia e le 2 subite all’esordio in campionato contro la Salernitana. E infatti il tecnico Sinisa Mihajlovic ha commentato: “I ragazzi hanno interpretato bene la partita, era lo spirito di gruppo che volevo vedere. Tutti erano disperati per non subire gol. Nel secondo tempo non abbiamo rischiato molto. Pareggiare a Bergamo è fondamentale per una squadra come noi”.

Ti può interessare

CALENDARIO COMPLETO SERIE A 2021/2022

LA CLASSIFICA DI SERIE A

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A