La quinta giornata della Serie A 2022/2023, dopo i tre big match giocati sabato, è proseguita in questa domenica 4 settembre con quattro match. Nell’ultimo la Roma di José Mourinho ha perso malamente per 4-0 alla Dacia Arena contro un’Udinese di Sottil in grande spolvero. In precedenza prima vittoria in campionato del Verona nel 2-1 casalingo alla Sampdoria, mentre sono finite in pareggio Cremonese-Sassuolo (0-0) e Spezia-Bologna (2-2).

Udinese-Roma 4-0

La sfida parte con Dybala subito minaccioso dopo appena 26 secondi, ma il suo sinistro in diagonale termina di poco a lato. Una buona partenza dei giallorossi, che però non fa rima positiva dato che è l’Udinese a sbloccare il risultato al minuto 5: su un traversone al centro, Karsdorp commette un clamoroso errore sbagliando il tocco di petto che vorrebbe agevolare l’intervento di Rui Patricio, finendo invece per fornire l’assist vincente alla zampata di Udogie. I friulani prendono vigore e mettono la Roma in difficoltà specie sul piano fisico, rendendo la sfida molto dura e piena di contrasti. Gli ospiti faticano e, tolto un intervento di Silvestri su Dybala, non creano grandi pericoli.

La ripresa si apre con due cambi nella Roma, dentro Celik per Karsdorp e Belotti per Cristante. Ma è l’Udinese a trovare la rete del 2-0 che indirizza il match al 56′: è Samardzic a scagliare un mancino potente da fuori area, trovando un intervento erraro del portiere ospite Rui Patricio. La Roma prova a rientrare in partita, ma il colpo di testa di Mancini s’infrange sul palo, così come le speranze giallorosse. Infatti nel finale i friulani prendono il largo, siglando in contropiede al 75′: azione manovrata alla grande, Makengo serve Pereyra che piazza un sinistro imprendibile per Rui Patricio. Gli ospiti escono di scena e un’altra ripartenza all’82’ porta al 4-0 friulano, questa volta firmato da Lovric.

Vince il Verona, pareggi a Cremona e La Spezia

Lasagna e Audero durante Verona-Sampdoria

Nella sfida delle ore 18:00 è arrivata la prima affermazione stagionale del Verona, col 2-1 maturato al Bentegodi contro la Sampdoria. Un match che si infiammato e deciso nel finale di primo tempo. Al minuto 40 sono stati i blucerchiati a passare in vantaggio con Caputo, ma la reazione scaligera non si è fatta attendere andando a segno con l’autogol di Audero al 44′ (colpo di testa di Henry deviato prima sulla traversa e poi in rete) e di Doig al 48′. Con questo successo scaligeri saliti a quota 5 punti in classifica, liguri che restano nei bassifondi a 2. A fine match sono arrivate le parole del tecnico dei gialloblu Gabriele Cioffi:

“Ci sono mancate alcune sfumature per fare il terzo ma sono contento per prestazione e atteggiamento. Ho visto quello su cui lavoriamo, siamo andati sotto quando nessuno se lo aspettava, nemmeno io. Dedico questa vittoria a tutto lo staff, nessuno escluso, perché hanno dato ai ragazzi la serenità di lavorare bene e gestire un momento difficile, ci hanno permesso di mettere concentrazione e dedizione per lavorare al meglio. Con questo atteggiamento si raggiunge l’obiettivo”.

Una domenica che si è aperta invece col pareggio a reti inviolate tra Cremonese e Sassuolo allo stadio Zini, mentre altro pari, ma spettacolare, nel 2-2 del Picco tra Spezia e Bologna. Primo tempo chiuso sull’1-1 col vantaggio emiliano di Arnautovic al 6′ e il pari ligure con Bastoni al 47′. Nella ripresa i padroni di casa completano la rimonta con l’autogol di Schouten, prima del 2-2 firmato ancora dal centravanti austriaco dei felsinei. Negli spogliatoi le parole, anche di delusione, del tecnico rossoblu Sinisa Mihajlovic:

“Il mio stato d’animo è lo stesso dopo Verona o Salernitana. Partiamo bene, facciamo gol e smettiamo di giocare e ci abbassiamo. La squadra va in campo e gioca sempre, gli errori sono tecnici e dipende dalla qualità dei giocatori. Ci sono gli errori tecnici, ma non dipendono dall’allenatore. Se c’è bisogno di un confronto con la società? L’ho già detto, io domani ho allenamento e sto là. Non ho parlato proprio con nessuno, domani ho allenamento e faccio le mie cose. Sono sempre a disposizione, anche il presidente non ha problemi. Io mi aspetto domattina di essere sveglio, ancora vivo, poi vado in campo e faccio il mio lavoro al meglio. Delle cose che non posso controllare non posso dire niente. Questa percezione non la ho, ma se succede succede e ho la coscienza pulita”.

Info Serie A 2022/2023

CALENDARIO COMPLETO SERIE A 2022/2023

LA CLASSIFICA DI SERIE A

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A