La 33esima giornata di Serie A, divisa in tre giorni, è proseguita in questa domenica 25 aprile con tre sfide in programma tra l’ora di pranzo e il primo pomeriggio. Nei match delle ore 15:00 l’Inter batte 1-0 il Verona con una rete di Darmian ed ora è a meno cinque dallo Scudetto. Invece la Juventus viene fermata 1-1 sul campo della Fiorentina, con una corsa alla Champions League sempre serrata. Invece brutto ko interno del Benevento contro l’Udinese nel lunch match, con i friulani a imporsi 4-2 mettendo nei guai i sanniti in ottica salvezza. A maggior ragione dopo la vittoria del Cagliari nel 3-2 contro la Roma. Nel posticipo conclusivo invece goleada interna dell’Atalanta, adesso seconda in attesa del Milan, nel 5-0 rifilato al Bologna.

Fiorentina-Juventus 1-1

Primo tempo giocato decisamente meglio dalla Fiorentina e meritatamente in vantaggio per 1-0. Di contro una Juventus decisamente fuori fase e con un 3-5-2 in campo apparso ‘piatto’. I viola prendono presto in mano il gioco, sfiorando il gol in più di un’occasione e colpendo anche un palo sul destro di Pulgar deviato da Bonucci. L’1-0 dei padroni di casa arriva al 29′ col rigore trasformato da Vlahovic col ‘cucchiaio’ e assegnato dall’arbitro Massa col VAR per un tocco col braccio largo di Rabiot. La reazione juventina arriva solo al 43′ quando Ramsey non riesce a centrare la porta in estirada davanti a Dragowski.

Nella ripresa si parte subito con Morata per Dybala e Kulusevski per Bonucci, con Pirlo che passa al 4-4-2. E la Juventus arriva subito all’1-1: proprio Morata parte in profondità in linea con l’ultimo difensore viola, poi dal vertice destro dell’area tenta un tiro-cross con il sinistro, dopo essere rientrato, che sorprende un disattento Dragowski. La Fiorentina a quel punto deve tornare a fare il match, reagendo comunque bene e impegnando Szczęsny con un destro di Pulgar. Di contro la Juventus annusa la possibilità di espugnare il Franchi, pericolosa con una torre di Chiellini non raccolta da nessuno con la porta ormai vuota.

gol Vlahovic, Fiorentina-Juventus

Inter-Verona 1-0

La prima frazione del Meazza vede subito l’Inter divorarsi la rete del vantaggio con Lautaro che, servito da una sponda di Lukaku, spedisce incredibilmente alto davanti a Silvestri. I nerazzurri fanno la partita e si rendono pericolosi con Hakimi altre due volte. Anche il Verona però non sta a guardare e al 25′ sfiora il vantaggio con Bessa che impegna Handanovic e poi Barak non arriva sul tiro cross di Dimarco. All’intervallo si va sullo 0-0. Il secondo tempo si apre senza cambi e con un Verona decisamente più ‘libero’ mentalmente e voglioso di fare l’impresa al Meazza. Gli scaligeri fanno la partita e creano più di un grattacapo ai nerazzurri, molto imprecisi e oltremodo sotto pressione, quasi bloccati mentalmente.

Conte ricorre alla panchina inserendo Sensi e Sanchez. Al 69′ Hakimi colpisce un clamoroso incrocio dei pali con una punizione da oltre trenta metri, dall’altra parte Barak al 75′ spreca clamorosamente da pochi passi calciando alto. Lo spartiacque del match perché al 76′ l’Inter in contropiede fa 1-0: Sanchez innesca Hakimi, l’ex Real apre il gioco sulla sinistra per Darmian che, tutto solo, si accentra e calcia in diagonale battendo Silvestri. Il Verona non si abbatte e all’82’ trova il pari con Faraoni, ma rete annullata per un carica su Handanovic. Finisce 1-0 al Meazza.

Il Cagliari vince e ‘agguanta’ il Benevento, goleada Atalanta

Benevento-Udinese 2-4: Come detto in apertura stop pesante in chiave salvezza per il Benevento, ancora una volta pesantemente ko nel 4-2 interno subito per mano dell’Udinese. Troppo evidenti i limiti difensivi della squadra di Filippo Inzaghi, arrivata adesso a 66 gol subiti. Primo tempo con gli ospiti avanti di due reti con le firme di Molina e Arslan, prima del rigore di Viola ad accorciare le distanze. Benevento generoso nella ripresa e anche sfortunato in più di una circostanza, ma punito ancora dai bianconeri a segno con Stryger-Larsen e Braaf. Inutile nel finale la rete di Lapadula, con i giallorossi fermi a quota 31.

Cagliari-Roma 3-2: E proprio il Benevento, assieme al Torino che ha però due match in meno, è stato raggiunto in classifica dal Cagliari al terz’ultimo posto. I sardi infatti hanno centrato il terzo successo di fila nel 3-2 casalingo alla Roma. Primo tempo chiuso sull’1-1 con le reti di Lykogiannis e Carles Perez, poi nella ripresa l’allungo rossoblu firmato da Marin e Joao Pedro. Inutile la seconda rete giallorossa con Fazio, la squadra di Semplici vince 3-2.

Atalanta-Bologna 5-0: Nel match conclusivo delle 20:45 l’Atalanta rifila un pesante passivo al Bologna nel 5-0 finale del Gewiss Stadium. Dopo un avvio promettente dei rossoblu e due salvataggi di Gollini su Skov Olsen, il match è tutto di marca orobica. Il primo tempo finisce 2-0 con le reti di Malinovskyi e Muriel su rigore, poi ad inizio ripresa l’espulsione di Schouten chiude la contesa. L’Atalanta prende il largo con le altre firme di Freuler, Zapata e Miranchuk.

Info Serie A 2020-2021

LA CLASSIFICA DI SERIE A

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A

CALENDARIO COMPLETO SERIE A 2020-2021