La 32esima giornata di Serie A si è aperta oggi, sabato 11 luglio, con i tre anticipi in calendario. L’ultimo di questi ha visto Juventus e Atalanta pareggiare per 2-2, con i bianconeri salvati da due rigori di Cristiano Ronaldo. Per i bianconeri adesso sono otto le lunghezze di vantaggio sulla Lazio seconda e più nove sulla stessa Atalanta, aspettando l’Inter.

Invece grande sorpresa, ma forse non troppo, nel match iniziale delle 17:30 con la Lazio ancora ko, per la terza volta di fila, nel 2-1 subito all’Olimpico dal sempre più lanciato Sassuolo. Infine alle 19:30 la Roma di Fonseca ha vinto senza troppi problemi per 3-0 sul campo del Brescia, risolvendo la sfida del Rigamonti nel secondo tempo.

Juventus-Atalanta 2-2

La novità dell’ultim’ora è Castagne al posto dell’acciaccato Gosens nell’Atalanta, mentre Sarri punta su Dybala e Ronaldo, con Matuidi preferito a Pjanic. Ma la prima frazione di gioco è quasi un monologo completo degli orobici, che mettono all’angolo i bianconeri, nemmeno fosse un pugile, e iniziano a fare un possesso palla che, nei primi venti minuti, vede un 70% a favore degli ospiti.

E, dopo una prima avvisaglia al 6′ con Zapata che mette alto al 6′ di testa e Ilicic che poco dopo spara fuori dal limite, l’inevitabile 0-1 è servito al 16′: su un recupero di Freuler su Dybala, Gomez prende il pallone e gioca con Zapata. Il colombiano entra in area e scarica un destro che Szczesny non può fermare. La Juventus non si rende invece mai pericolosa, col solo Dybala a provare qualche guizzo. All’intervallo è vantaggio ospite.

gol Zapata, Juventus-Atalanta

Il secondo tempo si apre con equilibrio e una Juventus che trova subito l’episodio giusto per rimettere in parità il match: siamo al 54′, cross dalla sinistra con De Roon che tocca il pallone con il braccio, portandolo verso il petto. Giacomelli non ha esitazioni e assegna il calcio di rigore per i bianconeri, ma dai replay i dubbi restano. E’ Ronaldo che si incarica della battuta del tiro dagli undici metri. Il portoghese calcia con potenza alla destra di Gollini insaccando il pallone in rete.

Arrivano diversi cambi nel frattempo, con Gasperini che in pochi minuti cambia il proprio tridente, inserendo Pasalic, Malinovskyi e Muriel per Ilicic, Gomez e Zapata. E al 74′ l’ucraino sfiora il nuovo vantaggio ospite, ma il suo sinistro termina di pochissimo a lato. Poco dopo la risposta juventina ed è quasi sorpasso: lancio lungo di Cuadrado per Ronaldo, grande aggancio in area del portoghese che conclude poi in diagonale ma Gollini compie un grandissimo intervento salvando la sua porta.

Nel finale è però ancora botta e risposta per il 2-2 finale. All’81’ è Atalanta ancora avanti: Transizione bellissima di Muriel che serve Malinovskyi dal limite dell’area. L’ucraino fa un passo dentro l’area e calcia con violenza sul primo palo battendo Szczesny. Al 90′ però arriva il secondo calcio di rigore per la Juventus, questa volta senza dubbi per l’evidente tocco con la mano di Muriel: dal dischetto è sempre Ronaldo a battere Gollini con un altro destro incrociato.

Lazio-Sassuolo 1-2

La Lazio non si rialza e il terzo ko di fila mette praticamente fine alle speranze di Scudetto, con la formazione di Inzaghi davvero in pessime condizioni fisiche. Ad approfittarne, dopo Milan e Lecce, è stato questa volta il Sassuolo che si è imposto per 2-1 all’Olimpico. Biancocelesti avanti nel primo tempo con Luis Alberto, nella ripresa pareggio neroverde di Giacomo Raspadori e gol vittoria nei minuti di recupero di Ciccio Caputo. E così i biancocelesti sono rimasti a quota 68 punti, a più uno sull’Atalanta, a meno otto dalla Juventus. Mentre i neroverdi a quota 46 continuano a sperare di poter raggiungere un posto in Europa League.

Inzaghi, Lazio

Al termine dell’ennesima sconfitta post ripartenza, la quarta in sei match, il tecnico della Lazio, Simone Inzaghi, ha commentato. “I ragazzi hanno dato tutto. Purtroppo in questo momento non basta, bisogna fare tutti quanti di più. In questi giorni abbiamo parlato tanto coi ragazzi. È un periodo particolare. Non abbiamo un calendario semplice. Il Sassuolo ha la possibilità di cambiare 9-10 giocatori rispetto a 2 giorni fa.

Abbiamo fatto il copincolla della partita di Lecce. Dobbiamo cercare si ricompattarci, si vede che non siamo lucidi. 3 mesi fa non avremmo preso 2 gol così. Scudetto? “Dobbiamo fare ancora qualche punto, il nostro scudetto è la Champions. Parlare di scudetto è azzardato. Per causa nostra e altre cause dobbiamo guardare in faccia alla realtà. Ma non molliamo. L’anno prossimo con la Champions League dovremo avere rotazioni ampie”.

Brescia-Roma 0-3

La Roma non manca l’appuntamento con la vittoria in casa del Brescia e così, col 3-0 firmato dalle reti di Fazio, Kalinic e Zaniolo, i giallorossi si sono confermati al quinto posto con 54 punti, potendo guardare tranquillamente adesso allo scontro diretto tra Napoli e Milan. Un successo maturato nella ripresa, dopo lo 0-0 maturato all’intervallo, che ha visto tornare al gol anche Zaniolo dopo il grave infortunio subito a gennaio al ginocchio.

gol Fazio, Brescia-Roma

Il tecnico dei giallorossi, Paulo Fonseca, nella conferenza stampa post match, ha dichiarato: “Era importante vincere. Abbiamo fatto una buona partita, importante per mantenere il quinto posto, in questo momento è importante vincere le nostre partita. Ritorno al gol di Zaniolo? Io sono soddisfatto con tutta la squadra, quello che è importante è che facciamo gol. Oggi ne abbiamo fatti tre ma possiamo farne di più.

Zaniolo è importante quando possiamo farlo giocare, ma è importante far giocare tutti, la squadra è la cosa importante. Il problema è che non abbiamo tempo, se c’è la possibilità di dare minuti a quelli che giocano meno sarebbe importante, anche per gestire la squadra come abbiamo fatto. Difesa a tre? La squadra è più aggressiva in questo momento, abbiamo la possibilità di essere più aggressivi nel momento che facciamo pressing in avanti”.

Info Serie A 2019-2020

LA CLASSIFICA DI SERIE A 2019-2020

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A

CALENDARIO COMPLETO SERIE A 2019-2020

ORARI E DIRETTE TV SINO ALLA 35ª GIORNATA