Dopo i primi quattro match giocati nel pomeriggio, la 21esima giornata di Serie A è proseguita con altre quattro sfide serali. Negli ultimi due sono arrivate le vittorie di Inter e Salernitana, rispettivamente contro Lazio (2-1 al Meazza) e Verona (1-2 al Bentegodi), invece alle 18:30 successi esterni per Juventus (3-4 contro la Roma all’Olimpico), e Spezia nell’1-0 del Ferraris contro il Genoa.

Inter-Lazio 2-1

L’Inter parte bene al 15’ si rende pericolosa con Perisic, poi al 17’ trova anche il gol con Lautaro Martinez ma cancellato dal VAR per una posizione di fuorigioco dell’argentino sull’assist di Sanchez. I nerazzurri spingono e al 29’ Strakosha compie un grande intervento sulla girata sempre di Lautaro. Dagli sviluppi del corner, però, arriva comunque l’1-0: Corner di Sanchez messo fuori di testa da Cataldi sui piedi di Bastoni che dal limite si aggiusta la sfera e col sinistro non lascia scampo a Strakosha con una conclusione perfetta. Il più sembra fatto, ma un errore difensivo dei padroni di casa porta all’1-1 della Lazio al 35’: Cataldi lancia lungo, Skriniar si perde Immobile e De Vrij si fa scavalcare, Handanovic esce in ritardo facendosi saltare dal bomber biancoceleste che insacca a porta sguarnita. La ripresa si apre senza cambi, con l’equilibrio che viene però spezzato nuovamente dall’Inter al 67’: cross col contagiri dalla fascia sinistra di Bastoni per lo stacco imperioso di Skriniar che prende il tempo a Basic e di testa la schiaccia sotto la traversa.

Verona-Salernitana 1-2

Il Verona parte forte al Bentegodi e mette sotto assedio la porta di Belec. La Salernitana resiste in qualche modo e al 29’ si porta anche in vantaggio col rigore trasformato da Djuric, assegnato per un fallo di Gunter su Gondo. Il secondo tempo vede gli scaligeri continuare ad attaccare, con Tudor che al 58’ manda in campo Barak al posto di Depaoli e Kalinic per Simeone. E al 62’ arriva il meritato pareggio: cross di Lasagna dalla destra, Caprari manca la rovesciata ma la palla resta buona per Veloso al limite dell’area, suggerimento per la sovrapposizione Lazovic e palla piazza sul secondo palo dal serbo. Ma la parità dura poco, visto che al 69’ la Salernitana si riporta in vantaggio con una prodezza da fermo di Kastanos per il 2-1 campano.

gol De Sciglio, Roma-Juventus

Roma-Juventus 3-4 e Genoa-Spezia 0-1

Partita pirotecnica e incredibile all’Olimpico, con la Roma che, avanti 3-1 sulla Juventus, esce sconfitta 4-3 dai bianconeri nel big match della 21/a giornata. Dopo un primo tempo chiuso sull’1-1 con il botta e risposta tra Abraham (11’) e Dybala (18’), nella ripresa succede di tutto. I giallorossi allungano con le reti di Mkhitaryan al 48’ e Lorenzo Pellegrini al 53’, ma poi si sciolgono. La Juventus, anche grazie all’ingresso di Morata, reagisce e nel giro di sette minuti, dal 70’ al 77’, segna tre volte con Locatelli, Kulusevski e De Sciglio. Ma non finisce qui perché all’83’ la Roma avrebbe la possibilità di pareggiare col rigore assegnato per un mani di De Ligt (espulso nell’occasione), ma Pellegrini è ipnotizzato da Szczesny.

Nell’altro match delle 18:30, altra vittoria esterna ma decisamente meno spettacolare. Infatti lo Spezia si è imposto per 1-0 al Ferraris nel derby ligure contro il Genoa, grazie alla rete nel primo tempo di Simone Bastoni. Successo pesantissimo in chiave salvezza per gli Aquilotti, con la panchina di Thiago Motta salva dopo i rumors sul possibile avvento di Maran. Invece notte fonda per i rossoblu, sempre penultimi con 12 punti e con la posizione di Andriy Shevchenko che sembra ormai già prossimo all’esonero (si parla di un possibile ritorno di Ballardini e Maran, ma non si esclude anche un nome nuovo).

Ti può interessare

CALENDARIO COMPLETO SERIE A 2021/2022

LA CLASSIFICA DI SERIE A

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A