Giornata dedicata ai recuperi in Serie A, col big match che si giocava all’Allianz Stadium di Torino in una sorta di spareggio Champions League tra Juventus e Napoli. E il recupero della terza giornata si è concluso con la vittoria bianconera per 2-1, con le firme d’autore di Ronaldo prima e Dybala poi (al 90′ il rigore di Insigne). Con questo successo la squadra di Pirlo si riprende il terzo posto con 59 punti, a meno uno dal Milan, mentre il Napoli resta quinto a quota 56, a meno due dall’Atalanta quarta. Invece, nel match di recupero della 28esima giornata, l’Inter di Antonio Conte ha messo un altro tassello importante in ottica Scudetto, battendo il Sassuolo per 2-1 (Lukaku-Lautaro) e volando con 71 punti a più undici sul Milan secondo.

Juventus-Napoli 2-1

Inizio di match su ritmi davvero alti e con Ronaldo che si divora al 2′ il vantaggio mancando clamorosamente la rete da due passi sul perfetto cross di Danilo. Dall’altra parte ottima chance anche per Zielinski, ma il destro del polacca da posizione invitante finisce alta osservata da Buffon. La Juventus gioca con intensità e al 13′ è 1-0: giocata fantastica di Chiesa sulla destra, che ubriaca Insigne e Hisaj, pallone perfetto al centro rasoterra che Ronaldo gira da par suo alle spalle di Meret. Il Napoli accusa il colpo e non manovra con fluidità, rischiando grosso quando Lozano colpisce Chiesa in area di rigore, ma per l’arbitro Mariani e il VAR non ci sono gli estremi per il rigore. Così come dall’altra parte al 45′, quando Alex Sandro incoccia il piede di Zielinski in area. Due possibili penalty che non vengono ravvisati tali dall’arbitro.

La ripresa vede il Napoli partire con voglia di rimettere in piedi match e risultato, con Buffon subito impegnato da Di Lorenzo prima e Insigne poi. Nel frattempo Gattuso si gioca il tutto per tutto già al 54′, inserendo Osimhen e Politano per Demme e Lozano. Dall’altra parte Pirlo risponde con McKennie per Cuadrado e soprattutto con Dybala per Morata. E proprio l’argentino al 73′ porta la Juventus sul 2-0: imbucata di Bentancur per il numero 10, sinistro vellutato a giro e palla all’angolino dove Meret non può proprio arrivare. Il Napoli perde intensità, ma all’88’ Chiellini colpisce Osimhen col ginocchio in area e arriva il penalty per gli azzurri: dal dischetto Insigne spiazza Buffon e fa 1-2. Ma non succede altro, i bianconeri fanno propria una sfida importantissima.

gol Ronaldo, Juventus-Napoli

Inter-Sassuolo 2-1

L’Inter parte col piede pigiato sull’acceleratore e, dopo una buona occasione per Hakimi al 6′, sblocca subito il match al minuto 10: Young lavora un bel pallone sulla corsia mancina, cross morbido al centro dell’area per Lukaku, perso da Chiriches, con la deviazione aerea del belga che diventa imparabile per Consigli. A quel punto i nerazzurri giocano come sanno far meglio, chiudendo tutti gli spazi e ripartendo in contropiede, lasciando il possesso palla alla squadra di De Zerbi. I neroverdi fanno fatica a trovare varchi e di fatto non creano pericoli nella prima frazione di gioco.

Il secondo tempo si apre senza cambi, anche se al 59′ Conte manda in campo Sensi al posto di Eriksen. Il Sassuolo prova a fare la partita, ma in maniera abbastanza sterile e al 67′ arriva il 2-0 dell’Inter, anche se le proteste del Sassuolo sono veementi: il contropiede nerazzurro parte infatti dopo una trattenuta in area di rigore di De Vrij ai danni di Raspadori, poi la ripartenza di Lukaku è micidiale, il belga serve Lautaro Martinez che davanti a Consigli non sbaglia. Il finale di match sembra scivolare via senza scossoni, ma al minuto 85 Traoré trova la rete dell’1-2 per il Sassuolo, con un bel destro a giro. Ma finisce 2-1 per l’Inter, il titolo di Campione d’Italia è una vittoria più vicino da questa sera.

Info Serie A 2020-2021

LA CLASSIFICA DI SERIE A

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A

CALENDARIO COMPLETO SERIE A 2020-2021