Dopo le vittorie di Atalanta, Torino e Lecce, più il pareggio 2-2 in Juventus-Sassuolo, negli anticipi, la quattordicesima giornata di Serie A è proseguita con i tre match della domenica in programma alle ore 15:00. Campo principale il Giuseppe Meazza per Inter-Spal, ma sfide interessanti anche all’Olimpico per Lazio-Udinese e al Tardini per Parma-Milan.

Inter-Spal 2-1

Conte, allenatore Inter

Il primo tempo del Meazza non regala sorprese visto che l’Inter domina in lungo e largo, chiudendolo sul 2-0. I nerazzurri assediano subito la metà campo della Spal e al 16′ arriva il vantaggio: pallone perso a centrocampo da Valdifiori, che dà il via al contropiede di Lautaro Martinez, Lukaku porta via due avversari, l’argentino si allarga e calcia in diagonale verso il secondo palo battendo Berisha. Dopo un’altra serie di tentativi, con gli ospiti mai pericolosi, al 42′ è 2-0: gran lavoro di Lukaku che allarga il gioco sulla destra per Candreva, cross forte e teso per Lautaro Martinez che di testa non sbaglia.

Il secondo tempo comincia a sorpresa con la Spal che accorcia le distanze al 50′: atteggiamento passivo della difesa interista, Valoti ne approfitta saltando Skriniar facilmente e battendo Handanovic in diagonale. Gli ospiti attaccano concedendo spazi all’Inter che, però, sprecano clamorosamente il tris prima con Lautaro e poi con Vecino. Ma anche la Spal ha la sua grande chance al 78′: pallone in area di rigore per Petagna, che di testa prolunga la sfera verso il dischetto, Tomovic, tutto solo, manca l’impatto con la sfera. Finale di match in bilico, ma l’Inter vince e sale in vetta a più uno sulla Juventus.

Lazio-Udinese 3-0

esultanza gol Immobile, Lazio-Udinese

Anche all’Olimpico il primo tempo di gioco è a senso unico, nello specifico la Lazio domina e segna tre volte all’Udinese. Dopo 10 minuti biancocelesti avanti: sventagliata in area per Milinkovic-Savic, che mette giù il pallone, resiste a Stryger Larsen e appoggia a Immobile che da pochi passi non sbaglia. L’Udinese si rende pericolosa con Mandragora, ma nel finale la Lazio dilaga con due calci di rigore trasformati da Immobile e Luis Alberto, concessi da Di Bello per due atterramenti in area subiti da Correa.

La ripresa vede una Lazio nuovamente pericolosa in avvio: Lazzari prende il fondo sulla destra e scucchiaia sul secondo palo per Lulic. Musso risponde presente, poi sulla ribattuta si coordina Immobile: il suo destro termina alto di un soffio. Poi è solo un controllare il match e gli attacchi non troppo convinti dell’Udinese. E’ 3-0 per la Lazio.

Parma-Milan 0-1

Theo Hernandez, Milan

Il primo tempo del Tardini non regala grandi emozioni, col Milan che fa girare palla a lungo e il Parma pronto a schizzare in contropiede. Rossoneri pericolosi con Theo Hernandez e Kessié, ma anche a rischio al 33′ quando Romagnoli salva tutto sul tocco di Hernani per evitare Donnarumma. Pochi secondi dopo Sepe devia in corner un tiro-cross di Calhanoglu, poi Kucka mette a lato nel secondo minuto di recupero.

Nel secondo tempo il Milan prende sempre più possesso della metà campo del Parma, anche se i rossoneri peccano di precisione in fase di conclusione a ripetizione con Kessié, Calhanoglu e Suso. Pioli manda in campo Leao e Krunic, ma il match si sblocca all’88’ con Theo Hernandez: sinistro da fuori di Bonaventura che Sepe respinge, poi Darmian rinvia sui piedi di Hernani, la palla diventa buona per l’ex Real Madrid che di esterno sinistro spedisce in rete. Finisce così, il Milan torna a vincere.


Info Serie A 2019-2020

LA CLASSIFICA DI SERIE A 2019-2020

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A

CALENDARIO COMPLETO SERIE A 2019-2020