Serie A, 30ª giornata: poker Inter con Icardi, Lazio ko. Pari Roma, vince il Torino

    I risultati dei match serali della 30esima giornata di Serie A in programma alle ore 21:00: vincono Inter, Torino, Spal e Frosinone, pareggio a Roma

    271

    La 30esima giornata di Serie A ha visto giocare alle ore 20:30 cinque match, dopo l’1-1 di Milan-Udinese e le vittorie di Juventus (2-0 al Cagliari) ed Empoli (2-1 al Napoli). Le sfide in programma erano Frosinone-Parma, Genoa-Inter, Roma-Fiorentina, Spal-Lazio e Torino-Sampdoria.

    GENOA-INTER 0-4

    L’Inter parte forte e al 15’ passa in vantaggio: ottimo inserimento di Gagliardini in area di rigore, Asamoah lo vede, va al cross e il centrocampista nerazzurro, come fosse un penalty in movimento, batte Radu. Al 20’ i nerazzurri potrebbero raddoppiare, ma Icardi si divora il raddoppio: Nainggolan e Icardi s’involano verso la porta difesa da Radu, l’argentino è tutto solo ma colpisce il palo. Il primo tempo però è dominato dall’Inter che al 40’ trova anche il 2-0 col rigore segnato da Mauro Icardi. Penalty concesso per un fallo di Romero da ultimo uomo, anche espulso nella circostanza. Prandelli al 43’ manda in campo Biraschi per Sanabria e allo scadere Nainggolan sfiora il tris con una conclusione dalla distanza.

    L’inizio di secondo tempo vede arrivare anche il 3-0 con Perisic al 54’: recupero di Nainggolan, che manda il pallone in avanti sui piedi di Icardi: sterzata dell’argentino e filtrante per Perisic, che a tu per tu con Radu non sbaglia. Nel finale, minuto 81, arriva anche il 4-0 Inter ancora con Gagliardini di testa su azione d’angolo.

    ROMA-FIORENTINA 2-2

    All’Olimpico si parte subito col botto e con la Fiorentina in vantaggio al 12’: calcio d’angolo sul quale Biraghi disegna un buon pallone sul secondo palo, Pezzella prende il tempo a tutti e schiaccia a terra, portando avanti gli ospiti. La reazione della Roma è immediata e al 14’ arriva l’1-1: Kluivert dalla fascia destra serve un pallone preciso al centro dell’area. Zaniolo stacca più in alto di Pezzella e gira in incornata sul secondo palo, la sfera tocca il legno e s’insacca. Il match resta vivo e Muriel al 24’ colpisce un clamoroso palo con un destro da trenta metri. Nel secondo tempo altro botta e risposta. Nuovo vantaggio Fiorentina al 51’ con un tiro di Gerson deviato da Juan Jesus che inganna Mirante. Al 58’ però Perotti ristabilisce la parità, mettendo dentro un cross di Kluivert dalla destra.

    SPAL-LAZIO 1-0

    Partono meglio gli ospiti, che con Immobile al 7′ hanno una clamorosa occasione: il numero 17 supera Cionek e con il destro calcia dall’interno dell’area, Viviano con i piedi respinge. Poi però crescono i padroni di casa, che mettono i brividi a Strakosha in un paio di circostanze: prima con Floccari al 24’, poi con Fares. Nel secondo tempo la Lazio attacca a testa bassa, sfiorando il vantaggio al 72’ con Marusic: sponda aerea di Milinkovic per il montenegrino, che dal dischetto di rigore si coordina male e di sinistro calcia in curva. All’89’ però l’episodio che cambia il match, quando Cionek viene prima ammonito per simulazione, poi al VAR l’arbitro Guida concede il rigore che Petagna trasforma.

    TORINO-SAMPDORIA 2-1

    Il primo tempo dell’Olimpico vede un dominio totale del Torino, meritatamente avanti di due reti all’intervallo. Dopo un buon avvio, il Torino passa in vantaggio al 33’: traversone da destra di De Silvestri, Belotti svetta alto su Bereszynski e colpisce di testa, il pallone scavalca Audero e finisce nell’angolo opposto. Nella ripresa il Torino parte forte e sfiora due volte il tris ancora con uno scatenato Belotti. Sampdoria che riesce a fare qualcosa in avanti solo dopo l’entrata in campo di Defrel, col francese pericoloso con un sinistro a fuori al 70’. La Samp comunque non molla e all’84’ accorcia le distanze con un sinistro rasoterra da fuori aerea di Gabbiadini.

    FROSINONE-PARMA 3-2

    Match che regala subito emozioni allo Stirpe. Frosinone in vantaggio al 13’: cross di Valzania, Trotta svirgola l’intervento, ma Pinamonti è bravo ad aggredire il primo palo e a girare di sinistro in rete. Al 18’ arriva il pari dei ducali: tiro di Gagliolo, deviazione fortuita di Barillà e palla in rete. Segnalato il fuorigioco dell’ex Reggina, ma poi col VAR arriva la correzione. Al 47’ del primo tempo il Frosinone torna avanti, con Valzania che batte Sepe con una gran conclusione. Nel secondo tempo arriva il nuovo pari del Parma, col rigore segnato da Ceravolo al 58’. Al 95′ però rigore assegnato al Frosinone, conferma VAR dopo diversi minuti e rete ciociara della vittoria con Ciofani al 113′.

    Info Serie A 2018-2019

    LA CLASSIFICA DI SERIE A 2018-2019

    PROSSIMO TURNO SERIE A

    CLASSIFICA MARCATORI SERIE A