Serie A: goleada Lazio, Atalanta fermata dal Chievo. All’Empoli lo scontro salvezza

    Alle ore 15:00 sono andati in scena tre partite della 28esima giornata di Serie A: la Lazio travolge il Parma, l'Atalanta non va oltre l'1-1

    68

    Il programma della 28esima giornata è proseguita alle ore 15:00 con tre match in programma. Andando in ordine con Lazio-Parma allo stadio Olimpico, Atalanta-Chievo allo stadio Atleti Azzurri d’Italia e infine Empoli-Frosinone allo stadio Castellani.

    Lazio-Parma 4-0

    All’Olimpico parte meglio la Lazio, senza Immobile squalificato, segnando due reti nei primi ventisei minuti di gioco. Al 22′ Lazio in vantaggio: Milinkovic-Savic serve sulla destra l’esterno Marusic, superato Dimarco in velocità e diagonale vincente di a battere Sepe sul suo palo. Il portiere gialloblu non esente da colpe. Il Parma accusa il colpo e al 26′ arriva il 2-0: Lulic dalla sinistra mett in mezzo, Iacoponi intercetta col braccio ed è rigore netto. Dal dischetto Luis Alberto va di potenza e raddoppia.

    Non c’è partita all’Olimpico, Lazio sul 3-0 al 38′: altra bella azione con Lulic che serve Correa, passaggio per Luis Aberto che controlla e scarica un destro preciso all’angolino sinistro difeso dalla porta di Sepe. La goleada Lazio prosegue al 44‘: angolo battuto all’indietro da Luis Alberto, arriva Lulic dal limite e con un interno destro fredda ancora Sepe. Nella ripresa è pura accademia con la Lazio a gestire forze e ritmo. Al 77’ arriva però il gol della bandiera del Parma: clamoroso errore di Patric che sbaglia il retropassaggio a Strakosha, ne approfitta Sprocati che di prima intenzione calcia in porta e fa secco il portiere albanese.

    Atalanta-Chievo 1-1

    Il match inizia su buoni ritmi e con un Chievo ben messo in campo. I clivensi al 20′ si vedono annullare, giustamente, un gol di Giaccherini per fuorigioco. L’Atalanta annusa il pericolo e si fionda in avanti due volte con Zapata, con Sorrentino attento. Quest’ultimo è pero davvero determinante al 30′: dalla sinistra Gosens rientra e serve sul primo palo Gomez, conclusione a botta sicura da un paio di metri dalla porta difesa da Sorrentino, che col piede salva la propria porta. E in pratica sul capovolgimento di fronte Chievo in vantaggio al 31‘: lancio lungo dalle retrovie di Depaoli per Meggiorini che brucia in velocità Djimsiti, trovando l’opposizione di Gollini. Poi la sfera va verso l’esterno dell’area e con una torsione col mancino l’ex Torino e Bari mette dentro.

    Il secondo tempo si apre con un’Atalanta arrembante e col pareggio che non tarda ad arrivare. Al 56′ infatti è 1-1: Freuler serve al limite dell’area Zapata che, spalle alla porta, col piattone manda in porta Ilicic, lo sloveno, a tu per tu con Sorrentino, non sbaglia col sinistro. Con più di mezz’ora a giocare l’Atalanta attacca a testa bassa a caccia della vittoria. Ma i clivensi resistono e impongono il pari agli orobici.

    Empoli-Frosinone 2-1

    L’Empoli parte decisamente meglio e al 16′ arriva l’episodio che sblocca il match: è merito di Farias che sfonda centralmente, subendo però il recupero di Paganini in area di rigore. Massa lascia correre, poi richiamato al VAR concede il penalty ai toscani trasformato da Caputo di potenza. Il Frosinone va in difficoltà e al 38′ è 2-0: Di Lorenzo scarica a rimorchio su Krunic, che apre a sinistra per Pajac, mancino secco del croato e palla sotto l’incrocio dei pali.

    Nella ripresa l’Empoli sciupa con Farias il tris al 59′ e al 70′ il Frosinone torna nel match: traversone lungo con sponda aerea di Ciano, destro di controbalzo di Ciofani sul quale si supera Dragowski, che però nulla può sulla respinta di Valzania. Nel finale è assalto finale degli ospiti, che sfiorano il pareggio al 92′, col colpo di testa di Dionisi. Finisce 2-1 per l’Empoli.

    Info Serie A 2018-2019

    LA CLASSIFICA DI SERIE A 2018-2019

    PROSSIMO TURNO SERIE A

    CLASSIFICA MARCATORI SERIE A