La 27esima giornata della Serie A 2022/2023, dopo le vittorie di Sassuolo e Atalanta di venerdì sera, è proseguita in questo sabato 18 marzo con altri tre match. Nell’ultimo, quello giocato alla Dacia Arena, il Milan di Stefano Pioli ha perso malamente per 3-1 sul campo dell’Udinese, nonostante il ritorno al gol di Ibrahimovic (diventando il giocatore più anziano ad aver segnato nel massimo campionato italiano). In precedenza sono maturati due pareggi: alle ore 18 lo spettacolare 2-2 dell’Arechi tra Salernitana e Bologna, mentre alle 15 l’1-1 dell’U-Power Stadium tra Monza e Cremonese.

Udinese-Milan 3-1

Il primo tempo della Dacia Arena regala tre gol, emozioni e tensione. L’Udinese parte meglio e al 10′ Pereyra sigla l’1-0: Samardzic scippa un pallone a Tomori e affonda per vie centrali, il numero 24 si vede poi anticipare da Pereyra che, con una girata rasoterra in diagonale, sorprende Maignan. Col passare dei minuti il Milan cresce, dopo un quarto d’ora da dimenticare, trovando il pari al minuto 49 col rigore di Ibrahimovic (assegnato col VAR per un tocco col braccio di Bijol), che segna all’età di 41 anni e 166 giorni. Un penalty che, in prima battuta, lo svedese si era visto respingere da Silvestri, ma ripetuto per l’ingresso in area anticipato di Beto, poi andato sul pallone vagante. Ma proprio il centravanti friulano, prima dell’intervallo, trova il modo di riscattarsi segnando il gol del 2-1 al 51′: azione confusa, il pallone sbuca sulla sinistra per Success che affonda e mette al centro per Beto che gira a rete beffando Maignan.

La ripresa si apre senza cambi e con un Milan proteso in avanti, che si fa minaccioso prima con Thiaw e poi con Ballo-Touré. Ma i minuti passano e al 64′ Pioli opera un doppio cambio, inserendo Krunic per Bennacer e Rebic per Saelemaekers. Ma è l’Udinese a segnare il gol del 3-1 al minuto 70: Success si libera di Thiaw e serve all’indietro Udogie, l’esterno friulano calcia in porta ma la sua conclusione si trasforma in un perfetto assist per Ehizibue che sul secondo palo non sbaglia. Subito dopo Sottil, espulso nell’occasione del rigore fatto ripetere a Ibrahimovic, manda in campo Lovric per Samardzic e Thauvin per Success. Dall’altra parte spazio invece per Calabria, De Ketelaere e Origi. Nel finale però accade poco o nulla, col Milan nuovamente sconfitto e un andamento in campionato davvero negativo in questi primi tre mesi del 2023 (solo 15 punti in 12 partite).

Salernitana-Bologna 2-2

Gol Pirola, Salernitana-Bologna

Nel secondo match del sabato è maturato uno spettacolare pareggio per 2-2 tra Salernitana e Bologna. I campani sono passati due volte in vantaggio, con Pirola (7′) e Dia (64′), subendo però sempre la rimonta dei felsinei con le firme di Ferguson (11′) e Lykogiannis (74′). Con questo risultato i rossoblù sono saliti a quota 37 punti, momentaneamente a meno uno dal settimo posto della Juventus, mentre i campani hanno toccato quota 27 punti. A fine match il tecnico degli emiliani, Thiago Motta, ha commentato:

“Una partita giocata bene, con tutte le difficoltà di giocare in questo momento contro la Salernitana. Abbiamo cercato fino alla fine di vincere. Fino ad oggi i ragazzi sono stati straordinari. I nostri allenamenti sono di qualità, dobbiamo continuare su questa squadra e oggi dobbiamo essere contenti per la prestazione ma non per il risultato perché volevamo vincere. Ora ci sarà un po’ di riposo per chi non va in Nazionale e poi penseremo alla partita con l’Udinese”.

Monza-Cremonese 1-1

Invece è finita col punteggio di 1-1 la prima sfida di questo sabato tra Monza e Cremonese. Il match dell’U-Power Stadium ha visto arrivare entrambi i gol nella ripresa, col vantaggio ospite firmato da Ciofani al 62′ e il pari dei padroni di casa con Carlos Augusto al 70′. Un pari che ha fatto salire i brianzoli a quota 34 punti, mentre i grigiorossi sono adesso penultimi con 13 punti e una salvezza sempre più obiettivo complicato da raggiungere. In conferenza stampa il tecnico del Monza, Raffaele Palladino, ha dichiarato:

“Il primo tempo è stato grandissimo, nella ripresa invece siamo partiti con il freno a mano tirato. Non doveva succedere, in questo dobbiamo crescere ed essere in partita per tutti i 90 minuti. Mi è piaciuta la reazione dopo il gol dello svantaggio perché a livello psicologico poteva pesare. Sono orgoglioso della reazione, la squadra continua a crescere. Carlos Augusto? Ha qualità tecnica, forza fisica, attacca l’area. Mi sorprende ogni giorno, può fare una carriera da top player. A volte nei novanta minuti qualche volta si assenta, se riesce ad essere più continuo nell’arco della partita non oso immaginare dove possa arrivare”.

Info Serie A 2022/2023

CALENDARIO COMPLETO SERIE A 2022/2023

LA CLASSIFICA DI SERIE A

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A