La 35esima giornata di Serie A si è aperta con i consueti anticipi messi in calendario in questo sabato 30 aprile. Nell’ultimo di questi la Lazio di Sarri ha vinto in rimonta per 4-3 sul campo dello Spezia (liguri tre volte in vantaggio), al termine di un match assolutamente spettacolare. In precedenza, ore 18:00, il delicatissimo Derby della Lanterna tra Sampdoria e Genoa ha visto i bucerchiati imporsi per 1-0 con la rete di Sabiri (poi Criscito al 96′ è stato ipnotizzato da Audero). Invece alle ore 15:00 sono arrivati il successo esterno del Verona sul campo del Cagliari (1-2) e la goleada interna del Napoli col Sassuolo (6-1).

Spezia-Lazio 3-4

Sfida spettacolare e giocata a viso aperto quella del Picco. A sbloccare il punteggio è lo Spezia al minuto 9: punizione di Verde, errore della difesa della Lazio che non sale e, dopo una sponda di Hristov, è Amian a impattare e battere uno Strakosha colpevolmente rimasto sulla linea di porta. La Lazio si ‘sveglia’ e al 33′ trova la rete dell’1-1 col rigore di Immobile, penalty concesso per un tocco col braccio in area di Nikolaou. Ma gli errori difensivi degli ospiti non sono finiti e al 35′ Spezia sul 2-1: errore di Patric che perde palla sul pressing di Agudelo, il quale si invola in contropiede solo contro Strakosha e lo supera con un delizioso pallonetto.

Nella ripresa le emozioni continuano a piovere. Al 54′ infatti la Lazio trova il punto del 2-2, con un destro di Zaccagni che, dopo aver colpito il palo, sbatte contro Provedel insaccandosi in rete. Ma nell’azione successiva lo Spezia trova nuovamente l’immediato vantaggio: punizione da sinistra di Verde e Hristov sovrastando tutti batte Strakosha. Finita qui? Nemmeno per idea. Ospiti nuovamente all’attacco e al 68′ arriva il 3-3: lancio profondo di Luis Alberto a cercare Milinkovic-Savic, il serbo vince il contrasto con Reca, cercando il contatto fisico col polacco, e batte Provedel. E al 90′ i biancocelesti completano la rimonta segnando con Acerbi.

Sampdoria-Genoa 1-0

esultanza gol Sabiri, Sampdoria-Genoa

La Sampdoria trova la vittoria nella partita cruciale della stagione contro il Genoa, battendo per 1-0 i rossoblu nel Derby della Lanterna. Atmosfera da brividi al Ferraris con più di 30mila spettatori e Sampdoria a segno con Sabiri al minuto 26 sul perfetto cross da sinistra di Augello. Un match che ha vissuto un ‘dramma sportivo’ nei minuti di recupero, quando Maresca, su segnalazione di Irrati al VAR, assegna un rigore al Genoa per un tocco col braccio di Ferrari sul colpo di testa di Destro. Ma Criscito, alle ultime uscite stagionali con la casacca rossoblu, si fa ipnotizzare da Audero. Estasi da una parte, enorme delusione dall’altra. Con questo successo i blucerchiati sono saliti a quota 33 punti, rossoblu invece sempre penultimi a quota 25 a meno tre dalla zona salvezza.

Negli spogliatoi del Ferraris sono arrivate le parole di Marco Giampaolo, tecnico dei blucerchiati: “In palio c’era molto di più: punti salvezza pesantissimi. Un carico di responsabilità diverso ma devo dire che la squadra è stata molto brava a giocare una partita giusta senza mai perdere la testa con scene di isterismo o quant’altro. La vittoria è pesante. Sappiamo quanto i nostri tifosi ci tenessero. E’ una vittoria che ci permette di fare un buon salto. Ci manca ancora qualcosa però ci arriviamo meglio a questo finale di campionato. Una mia rivincita? Ma io non mi sono mai pentito di tornare alla Samp perchè la Samp fa parte di me. Mi sono messo in gioco. Io vado avanti spedito per quello che è il mio lavoro. Non ho rivincite da prendermi. Devo solo fare il mio lavoro. Sono contento per la squadra e per i tifosi”.

Vincono Verona e Napoli

gol Dries Mertens, Napoli-Sassuolo

Nei due match che hanno aperto il turno, sono arrivati altrettanti successi. Il Verona si è imposto 2-1 in casa del Cagliari con le reti di Barak all’8′ e Caprari al 44′ del primo tempo (di Joao Pedro la rete dei sardi al 57′). Brutto stop per i sardi in ottica salvezza restando fermi con 28 punti, scaligeri invece al nono posto a quota 52 punti. Invece il Napoli ha ritrovato la vittoria nel roboante 6-1 casalingo rifilato al Sassuolo, segnando quattro volte nei primi 21′ di gioco con Koulibaly, Osimhen, Lozano e Mertens. Nella ripresa ancora il belga a segno e Rrhamani (di Lopez all’87’ la rete della bandiera emiliana). Un successo che ha lasciato i campani al terzo posto con 70 punti. A fine match le parole di Luciano Spalletti, anche di amarezza per la contestazione dei tifosi:

“Avere quasi la matematica certezza di entrare in Champions a tre partite dalla fine non era semplice, poi rammarico c’è. Sono stato io a parlare di Scudetto per alzare il livello dei ragazzi, ma vincere una partita in un clima come quello di oggi, di parziale contestazione, è una cosa che mi dispiace per i calciatori e cosa hanno fatto vedere durante l’anno. Non è un campionato più facile degli altri, è proprio l’opposto. Le prime hanno un modo di stare in campo e una qualità diversa dagli anni precedenti. Sembra quasi sia un successo essere Roma, Atalanta e Lazio e che il Napoli sia in una situazione di insufficienza ma non è così, mi dispiace”.

Info Serie A 2021/2022

CALENDARIO COMPLETO SERIE A 2021/2022

LA CLASSIFICA DI SERIE A

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A