Allo stadio Tardini si chiude la sesta giornata di Serie A che vedrà di fronte il Parma e il Torino. Due squadre che vengono da un successo nell’ultimo turno infrasettimanale ma con obiettivi stagionali ben diversi. Padroni di casa che rincorrono una salvezza tranquilla. Ospiti che, invece, vogliono tornare in Europa visto che l’avventura quest’anno si è conclusa nell’ultimo turno preliminare. La squadra di Mazzarri cerca continuità per restare aggrappata alla zona Champions dopo aver battuto il Milan nel turno infrasettimanale per 2-1, con una doppietta di Belotti.

Torino, la conferenza stampa di Mazzarri

Il tecnico del Torino, Walter Mazzarri, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match di campionato contro il Parma che chiuderà la sesta giornata di Serie A. Questi tutti i temi trattati dall’allenatore granata:

A Parma (contro l’Atalanta) la miglior prestazione stagionale: “E’ vero, ma al di là dell’aspetto di essere in casa o fuori affrontiamo una delle squadre più ostiche per noi. Dobbiamo far tesoro dell’anno scorso, quando in casa andammo all’arma bianca convinti di fare un boccone e invece perdemmo a causa delle ripartenze. Il Parma è una squadra organizzata e quando riparte è micidiale, hanno giocatori di alto livello e si sono rinforzati. Dobbiamo affrontare con testa e gambe, poche parole e dimostrare sul campo. Dobbiamo essere equilibrati, recuperare immediatamente il pallone per evitare le loro ripartenze”.

Trovare equilibrio: “Sì, dobbiamo valutare la prestazione ma dentro le prestazioni ci sono gli episodi e, alla fine, viene fuori un risultato che può essere diverso dalla prestazione. Ci vuole equilibrio sempre, in tutto, e i giocatori hanno la possibilità di andare in campo devono dare il 110% di se stessi. Se lo fanno, saremo più costanti nelle prestazioni. E il prossimo avversario è sempre il più difficile, dobbiamo imparare a vedere il pericolo, qualsiasi sia l’avversario”.

Su Nkoulou: “Si è rimesso in pari, ho spiegato al gruppo che il ragazzo è ripartito da zero. Da oggi si azzera tutto. I cinque nel suo ruolo hanno avuto tutti la possibilità di giocare, io raccolgo i dati e per il rispetto del gruppo potrò fare le scelte. Io devo decidere, ma posso dire che è alla pari con tutti”.

Le condizioni di Verdi e Iago

Mazzarri è tornato anche sulle condizioni fisiche e sulle qualità di due elementi importanti per il Torino:

Su Verdi: “E’ un giocatore che può fare tanti ruoli: ha una bella corsa, può aiutare il centrocampo, è bravo tecnicamente. Se sta bene, può fare tutto; in questo periodo che non è così brillante, se lo liberiamo da qualche impegno difensivo può andare meglio. La brillantezza la trova solo in partita, deve trovare la migliore condizione. Cercherò di metterlo nelle condizioni migliori per rendere”.

La condizione fisica di Iago: “E’ in grande ripresa, l’ho visto molto meglio. D’ora in poi, è da tenere in considerazione per un suo rientro in campo: vediamo cosa succederà. Tra il Parma e il Napoli avremo un’altra settimana corta, poi ultimo sforzo e poi la pausa. Gradualmente, Iago rientrerà: l’infortunio nel suo momento migliore ci ha penalizzati. Rientra anche Lukic, ma per tanti giorni non si è allenato”.

Le ultime notizie sul Torino