Nuovo stadio Inter e Milan, il sindaco Sala fissa una condizione: “Sia di proprietà del Comune”

    Il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha parlato della possibilità che Inter e Milan realizzino un nuovo stadio, con San Siro che potrebbe essere demolito

    52

    Lo storico stadio Giuseppe Meazza in San Siro è destinato ad essere demolito. Manca ancora l’ufficialità, ma Milan e Inter sembrano aver ormai deciso di ‘salutare’ San Siro per costruire un nuovo impianto. I due club milanesi hanno fatto già la prima mossa in tal senso, chiedendo al Comune di verificare che non ci siano altri vincoli sull’area.

    Il nuovo stadio di Inter e Milan

    E la prima certezza è praticamente arrivata. Niente ristrutturazione di San Siro, ma si va verso la costruzione di un nuovo stadio di fronte a quello attuale. Lo riferisce l’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport, che spiega come il nuovo stadio sorgerà nell’attuale zona dei parcheggi. La volontà delle parti è quello di avere uno stadio pronto per la stagione 2023-2024.

    “Il nuovo stadio sorgerà nell’attuale zona dei parcheggi, avrà una capienza di 60mila persone, potrebbe essere parzialmente interrato per ridurre l’impatto acustico sul quartiere, dovrebbe valere un investimento complessivo di 600 milioni (300 a club). I tempi di costruzione sono valutati in circa 30 mesi (dopo un iter burocratico stimabile in 18), quasi la metà di quelli necessari per rinnovare completamente San Siro, procedendo per step successivi. Anche questo, oltre al pressing rossonero, avrebbe convinto l’Inter, che ora mostra meno fretta dei cugini ma è soddisfatta di come un «asset fondamentale» stia prendendo forma”.

    LE ULTIME NOTIZIE SULL’INTER

    Le parole del Sindaco di Milano

    Nelle ultime ore, sono arrivate anche le parole del sindaco Giuseppe Sala, il quale ha ripetuto più volte un concetto: “La Soprintendenza sta verificando che non ci siano vincoli su San Siro, a me a oggi non risultano. Io ribadisco la mia posizione: preferirei che si lavorasse su San Siro. Ma se le squadre per il timore di dover giocare in un cantiere, mentre c’è il campionato, preferiscono un progetto diverso sanno quali sono i limiti che noi possiamo concedere in termini di edificazione. È chiaro a loro e a noi che uno stadio senza ulteriori sviluppi è difficilmente sostenibile. Io non ho fretta ma vorrei che venissero da noi con proposta chiara. In un modo o nell’altro sarebbe una buona cosa per Milano”.

    Sala prosegue spiegando la possibile soluzione, secondo cui Inter e Milan una volta realizzato lo stadio “lo cedano con una concessione a lungo termine”. Il Comune “non vuole speculare sul nuovo stadio, ma le squadre lo sanno bene. Inter e Milan stanno facendo una valutazione dal punto di vista economico e finanziario: il nuovo stadio costerà circa 5-600 milioni, credo stiano valutando anche il valore della ristrutturazione. C’è solo un vincolo che io pongo: non possiamo perderci. Francamente non so dire a che soluzione arriveranno, ma li sto invitando a presentare una proposta”.

    LE ULTIME NOTIZIE SUL MILAN