Napoli, Insigne: “Voglio stare qui a lungo, ma l’offerta irrinunciabile può arrivare”

    Lorenzo Insigne ha parlato del suo futuro che sarà legato ancora a Napoli e al Napoli, spiegando chiaramente il suo stato d'animo attuale

    22
    Formazioni ufficiali Napoli-Roma, posticipo decima giornata SERIE A 2018-2019

    Lorenzo Insigne si vede ancora a lungo con la maglia del Napoli. Un desiderio e una volontà espressa ancora una volta con forza. Ma nel mercato mai dire mai, un po’ come accaduto per Marek Hamsik lo scorso gennaio. Il numero 24 azzurro è tornato a parlare del suo futuro, dopo che nel post Sassuolo le sue frasi erano suonate come un ‘allarme rosso’ per i tifosi partenopei: “Vengo sempre criticato. Non voglio essere polemico ma sono l’unico ad essere preso di mira non appena non segno o non mi esprimo a livelli alti. Mi fa male questa cosa, ma lavoro sempre per crescere e tornare al mio meglio. Al fischio finale ero un po’ provato per il risultato, io vorrei sempre vincere come tutta la squadra”.

    Insigne non vuole lasciare Napoli

    Un ‘peso’, quello di difendere i colori della squadra per cui fa il tifo, che Insigne non ha nessuna intenzione di lasciare ad altri. Il capitano del Napoli è così tornato sulla vicenda in un’intervista concessa al Corriere dello Sport: “Le pressioni sono maggiori, rispetto ad altri calciatori, perché la gente da te si aspetta di più. E a volte le responsabilità costituiscono un energizzante, dunque hanno effetti positivi, ma ci sono anche momenti in cui possoo essere controproducenti e quindi negative. Non siamo macchine, ricordiamocene, un periodo buio è inevitabile”.

    Il suo futuro è ancora a Napoli: “Adesso, mentre ne stiamo parlando, e più in generale ora, in questa fase, non ci penso neppure. Però so bene che magari in giro possa esserci qualcuno che mi stimi. Ma non esistono squadre, né interessamenti. Ho il dovere di pensare, senza essere immodesto, che in questi anni con il Napoli abbia già dato qualche dimostrazione di ciò che so fare”.

    Insigne, Raiola e la felicità

    Il procuratore di Insigne è Mino Raiola e subito l’accostamento che viene fatto è di una sua partenza nel prossimo mercato estivo: “Niente di tutto ciò e siete liberi di non crederci. Ma ritengo che Raiola, con Jorge Mendes, sia il più forte in circolazione e che appresenti un’autorità in materia. Ma non c’è dietrologia. Finché starò qui darò sepre il 110 per cento e qua voglio starci a lungo. So anche che ho ventotto anni e che possa capitare, in carriera, di ritrovarsi dinnnanzi ad un’offerta, come dire? irrinunciabile. Questo sì, può succedere”.

    Per Insigne piuttosto, il peso è quello di non riuscire ad avere successi di squadra che Napoli meriterebbe: “Mi scoccia assai arrivare ad un passo dal successo e poi ritrovarmi senza niente tra le mani, che so un trofeo da alzare al cielo. E questo dà fastidio anche ai miei compagni di squadra di questo Napoli che è fortissimo e meriterebbe di regalarsi una soddisfazione”.

    LE ULTIME NOTIZIE SUL NAPOLI