Battere per la seconda volta consecutiva in due anni al San Paolo il Liverpool, sembra essere stata la ripetizione di un flash e basta in casa Napoli. Una doppia ‘notte magica’ poi travolta da altre prestazioni incolore e una classifica, quella in Serie A, che inizia a preoccupare. Un quarto posto con 13 punti, già a meno sei dalla Juventus, ma anche con Inter e Atalanta davanti. E un Carlo Ancelotti che sembra non riuscire a dare gli impulsi giusti a una squadra apparsa decisamente ‘sgonfia’ nelle ultime 3/4 uscite stagionali pre sosta.

I malumori di Ancelotti e De Laurentiis

De Laurentiis, presidente Napoli

E l’edizione napoletana di Repubblica, in queste ore ha rivelato i primi malumori e le prime incrinature nel rapporto tra lo stesso Ancelotti e il presidente Aurelio De Laurentiis. Sarà vero? Non sarà dato sapersi con certezza nell’immediato, ma di sicuro in casa partenopea serve una svolta e anche rapidamente. Un cammino da riprendere con entusiasmo sia in campionato che in Champions, visto che il deludente 0-0 di Genk ha rimescolato le carte anche in Europa.

L’edizione napoletana del quotidiano scrive di come “non c’è stato un solo tweet, una battuta, una foto, una soffiata della muta Comunicazione di Castel Volturno per consolidare la posizione di Ancelotti. Solo telefonate, e quelle del presidente sono spesso concitate, all’allenatore indifeso, deluso perché si sente in discussione. Disorientato, nel contempo, dai messaggi e gli attestati di stima dal mondo Milan, che per lui rimane sempre la prima famiglia, ma che ha appena affidato la panchina a Stefano Pioli dopo l’esonero di Giampaolo, facendogli firmare un biennale ma con un gentlemen agreement che consente al club rossonero di risolvere anticipatamente il contratto in caso di mancata qualificazione alle coppe europee”.

E anche sui rinnovi di Mertens e Callejon…

Dries Mertens - Napoli

Una visione diversa esistente anche sul fronte rinnovi di contratto. In primis quelli di José Maria Callejon e Dries Mertens, i quali rischiano di lasciare Napoli nel 2020 a parametro zero. Come scritto da La Gazzetta dello Sport, se fosse per Ancelotti il rinnovo del sodalizio con lo spagnolo e il belga arriverebbe in maniera quasi istantanea.

Ma invece è di parere diametralmente opposto De Laurentiis, il quale non sta cedendo di fronte alle richieste degli agenti dei due giocatori. Una fermezza che il numero uno azzurro ha sempre dimostrato nei confronti degli Over 30, sia in fase di acquisto da altri cub sia sul fronte rinnovi. E dunque non è da escludere che da gennaio in poi sia Callejon che Mertens possano prendere in considerazione eventuali offerte, che non mancano, è accordarsi con un altro club per un trasferimento a luglio 2020.

LE ULTIME NOTIZIE SUL NAPOLI