Il Milan questa notte ha fatto il suo esordio in International Champions Cup. I rossoneri hanno affrontato il Bayern Monaco, offrendo una buona prestazione e perdendo solo di misura per 1-0. La rete decisiva è stata realizzata da Leon Goretzka al 45′. Preoccupazione per l’infortunio subito da Theo Hernandez, costretto ad uscire proprio a fine primo tempo a causa di una distorsione alla caviglia destra. Il laterale francese, fino a quel momento, era stato tra i migliori in campo e questo aumenta il rammarico al tecnico, Marco Giampaolo, che rischia di perderlo per l’inizio del campionato.

Il calendario di International Champions Cup

Il report degli infortunati in casa Milan

Theo Hernandez non è l’unico alle prese con problemi fisici in casa Milan. La preoccupazione maggiore era, però, per il laterale francese, che è stato subito sottoposto ad esami strumentali che hanno escluso fratture ossee. I rossoneri si augurano che sia escluso anche l’interessamento dei legamenti in modo che l’ex Real sia a disposizione per inizio campionato. Al match contro il Bayern Monaco non hanno preso parte altri titolarissimi della squadra di Giampaolo. Out Alessio Romagnoli per una contusione alla caviglia sinistra, mentre Suso ha subito una contusione al piede sinistro. Ricardo Rodriguez soffre di un affaticamento muscolare, con Musacchio alle prese con la cervicalgia. I primi due potrebbero essere a disposizione già per il prossimo impegno, fissato per domenica 28 luglio, alle 21 italiane, contro il Benfica.

Il commento di Giampaolo

Il tecnico del Milan, Marco Giampaolo, si è così espresso dopo il match di International Champions Cup contro il Bayern Monaco:

“Ho avuto tanti riscontri positivi, il Bayern era più avanti di noi, aveva già giocato diverse partite. Noi eravamo alla prima e ci siamo arrivati con tanti giocatori forti fuori, ma abbiamo comunque giocato bene. Abbiamo provato a riproporre l’idea del gioco provato in questi 10 giorni a Milanello”.

Su Theo Hernandez: “Theo mi è piaciuto molto. Grande qualità e grande forza, peccato che si sia fatto male ma mi è piaciuto tanto nei minuti in cui ha giocato”.

La prestazione di Gabbia: “Il ruolo del difensore centrale è complicato, io ho delle richieste ben precise per chi gioca in quel ruolo. Quando trovo giocatori così disponibili ed intelligenti diventa tutto più facile, Gabbia ha giocato con grande attenzione. Ora sta a lui impegnarsi per provare a crearsi più spazio”.

Le ultime notizie sul Milan