Vigilia di campionato per il Milan, che domani giocherà l’ultima giornata di Serie A al Gewiss Stadium di Bergamo contro l’Atalanta. I rossoneri sono terzi in classifica con 76 punti e non possono permettersi passi falsi, essendo a pari punti con il Napoli e a più uno sulla Juventus. Alla squadra di Stefano Pioli servono i tre punti ma, oltre all’assenza di Zlatan Ibrahimovic, rischia di dover fare i conti con un’altra defezione pesante.

Milan, la conferenza stampa di Pioli

Il tecnico del Milan, Stefano Pioli, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match di campionato contro l’Atalanta, in programma al Gewiss Stadium di Bergamo:

La classifica finale? “La classifica finale darà il verdetto, abbiamo parlato tutto l’anno di partita della svolta, e sarà quella di domani. La squadra è motivata, sarà pronta per dare il massimo”.

Che settimana è stata? “Settimana particolare, fino a mercoledì la delusione era presente, poi è stata trasformata in concentrazione ed voglia, emozione, determinazione e anche tensione, siamo riusciti a trasformarla nella settimana migliore possibile”.

Perchè merita il Milan di andare in Champions? “Abbiamo dimostrato di essere forti, affrontiamo l’Atalanta che meritatamente è andata in Champions, ma abbiamo le qualità per andare in Champions. Dal 17 settembre che giochiamo una partita ogni 3 giorni, e sabbiamo che bisogna fare l’ultimo sforzo”.

Assenze pesanti

Pioli-Ibrahimovic, Milan

Il tecnico del Milan si è soffermato su una defezione pesante:

“Rebic ad oggi è più no che si, vediamo domani mattina, gli altri stanno bene. Ha avuto un problema al polpaccio e anche stamattina non ha fatto una seduta completa”.

Che problema ha avuto: “Un problemino muscolare al polpaccio, anche stamattina non è riuscito a fare una seduta completa. Vediamo domani, ad oggi più no che sì”.

L’importanza di Ibra: “L’importanza di Zlatan nella crescita del gruppo è evidente. Domani partiamo tutti, tutti e 26 i giocatori, tutta la squadra, tutto il club. I tifosi non partiranno ma saranno con noi, ci sono tutte le condizioni per fare bene”.

Le condizioni di Ibra: “Zlatan sarà sicuramente con la squadra ma non in panchina, l’importante comunque è avere una squadra determinata. Dovremo essere molto forti dal punto di vista mentale, dovremmo essere lucidi per superare le difficoltà della partita e giocare il nostro tipo di calcio”.

Le ultime notizie sul Milan