Milan-Lazio, Inzaghi: “Voglio una squadra con la mente libera, formazione fatta”

    Alla vigilia della sfida al Milan, il tecnico della Lazio, Simone Inzaghi, ha parlato da Formello, centro sportivo dei biancocelesti

    20

    Un match, quello di sabato sera alle 20:30, che potrà dire molto in ottica quarto posto. Il big match della 32esima giornata si gioca allo stadio Meazza tra Milan e Lazio. Due squadre che non arrivano da risultati brillanti, con i biancocelesti che hanno raccolto solo un punto tra Spal e Sassuolo, col pari con gli emiliani arrivato in extremis. Ma ora serve tornare a vincere, anche perché Atalanta, Roma e Torino sono altrettanto in lotta e pronte a sfruttare ogni passo falso.

    Inzaghi in conferenza stampa

    Il primo a parlare in conferenza stampa è stato Simone Inzaghi, voglioso di vedere una squadra che possa giocarsi la partita senza condizionamenti: “Sarà molto importante per il cammino Champions, dovremo fare una grande gara. Voglio una squadra con la mente libera, consapevole di essere forte. Voglio vedere personalità. Con Spal e Sassuolo siamo stati al di sotto delle nostre possibilità, l’ultima avremmo meritato di vincere, con la Spal non avremmo dovuto perdere così all’ultimo. Sarebbero stati 3 punti in più importanti per la classifica, ma non dobbiamo guardare indietro. Pensiamo alla sfida di San Siro con fiducia”.

    Sulla situazione infortunati: “Nei convocati non ci sarà Radu, che non ha ancora una caviglia a posto. Ha stretto i denti, ha fatto di tutto per esserci, ma aveva ancora problemi. Poi anche Marusic, che ha avuto un indolenzimento importante con il Sassuolo, speriamo di recuperarlo per mercoledì. Per quanto riguarda Berisha è fermo per il polpaccio che l’aveva bloccato dopo la Spal”.  

    Inzaghi: “Formazione fatta”

    Una Lazio che segna molti meno gol della passata stagione: “Mi aspetto più gol da tutti, da Luis Alberto e Milinkovic, da Correa e Caicedo. Immobile aveva segnato di più nelle ultime due stagioni, tutti quelli che stanno giocando ci aiutano in fase di non possesso, quindi possono essere meno lucidi. Nel finale di stagione si può migliorare sicuramente sotto questo aspetto. Abbiamo parlato, analizzato la gara col Sassuolo, stradominata con 18 tiri a 3 e con 11 corner a 1. Avremmo dovuto vincere, abbiamo comunque avuto la forza di pareggiare al 95′. Sui gol subiti abbiamo fatto degli errori che non possiamo permetterci di commettere”.

    Sulla formazione Inzaghi ha pochi dubbi: “Grosso modo la formazione è fatta. Ho dubbi sui terzi che giocheranno insieme ad Acerbi. Luiz Felipe o Patric a destra, a sinistra Bastos o Wallace. Sarà una partita bellissima da giocare, con un grande pubblico, serve personalità. Siamo forti, faremo un risveglio a Milano, poi deciderò la formazione”. 

    LE ULTIME NOTIZIE SULLA LAZIO