Il Milan ha ripreso gli allenamenti di gruppo in questi giorni in vista della ripresa del campionato. Serie A che dovrebbe tornare in campo il 13 giugno con il recupero delle partite rinviate prima della sospensione. I rossoneri, dunque, potrebbero tornare in campo il 20 giugno, quando si dovrebbe giocare la ventisettesima giornata di campionato. Per quella data la squadra di Stefano Pioli potrebbe dover fare a meno di Zlatan Ibrahimovic. Il fuoriclasse svedese si è fermato ieri durante la partitella finale e quest’oggi ha sostenuto i consueti esami strumentali.

Milan, l’esito degli esami di Ibrahimovic

esultanza Milan

Quest’oggi Zlatan Ibrahimovic si è sottoposto agli esami strumentali dopo l’infortunio al polpaccio accusato ieri in allenamento, alla clinica Columbus. Lo svedese è entrato da un ingresso secondario ed è stato accompagnato dal dottor Mazzoni. Uno stop che ha messo in apprensione tutti i tifosi del Milan in vista della ripresa del campionato. Il club rossonero ha diramato poco fa un comunicato ufficiale con l’esito degli esami:

“AC Milan comunica che Zlatan Ibrahimović nell’allenamento di ieri ha riportato una lesione del muscolo soleo del polpaccio destro. Il tendine achilleo è perfettamente integro. Un esame strumentale di controllo verrà effettuato fra 10 giorni”.

I tempi di recupero

esultanza Rebic, Brescia-Milan

Milan che può tirare un sospiro di sollievo dopo la grande apprensione di ieri. In molti parlavano di grave stop, con interessamento del tendine achilleo. In quel caso la stagione per Zlatan Ibrahimovic era da ritenersi concluso. A rischio per lo svedese, anzi, ci sarebbe stato anche l’inizio della prossima annata, previsto per fine settembre. Dopo gli esami di quest’oggi, però, c’è ottimismo per il ritorno in campo dell’ex Manchester United. Difficile vederlo in campo alla ripresa del campionato, il classe 1981 proverà ad essere a disposizione di Stefano Pioli per inizio luglio.

Le ultime notizie sul Milan