L’Inter sbanca lo Stirpe e consolida il terzo posto: il Frosinone va ko

    L'Inter vince 3-1 contro il Frosinone nel posticipo della 32esima giornata di Serie A, consolidando il terzo posto in classifica

    129

    L’Inter porta a casa una vittoria preziosissima in ottica Champions League, vincendo per 3-1 sul campo del Frosinone. Un’ora di dominio per la squadra di Spalletti dopo le reti di Nainggolan e Perisic. Il Frosinone la riapre con Cassata al 61′ e nasce una nuova partita di sofferenza. Nel finale però Matias Vecino chiude i conti su assist di Icardi.

    LA CRONACA DELLA PARTITA – Il posticipo domenicale della 32esima giornata di Serie A si gioca allo stadio Benito Stirpe tra il Frosinone di Marco Baroni e l’Inter di Luciano Spalletti. Il Frosinone non si dà per vinto e prova a giocarsi ancora tutte le carte salvezza a propria disposizione. Le vittorie contro Parma e Fiorentina hanno riacceso la speranza e adesso non resta che continuare su questa strada. Dal canto suo l’Inter non può certo accontentarsi e servirà una vittoria per blindare il terzo posto. Il pareggio contro l’Atalanta non ha chiuso il discorso e dunque ci sarà ancora da lottare e fare attenzione.

    Sul fronte formazioni ufficiali, Marco Baroni manda in campo i suoi col modulo 3-5-2. In porta c’è Sportiello, la difesa a tre è formata da Capuano, Goldaniga e Ariaudo. In mezzo al campo linea a cinque con Paganini, Valzania, Chibsah, Cassata e Beghetto, mentre davanti c’è Pinamonti con Ciofani. Dall’altra parte Luciano Spalletti punta sul modulo 4-2-3-1. In porta c’è Handanovic, la difesa a quattro è composta da D’Ambrosio, De Vrij, Skriniar e Asamoah. In mezzo al campo ci sono Borja Valero regista con Vecino al suo fianco, mentre davanti Politano, Nainggolan e Perisic a supportare Icardi.

    Primo tempo, Inter facilmente sul 2-0

    Il match inizia con l’Inter a fare tanto possesso palla nel tentativo di trovare varchi nella munita difesa di casa. Il Frosinone si limita a difendere e ripartire, anche se alla lunga i ciociari cominciano a soffrire. Al 12’ ci prova Perisic con una conclusione da fuori che termina altissimo. Alla prima vera occasione però, Inter in vantaggio al 19’: azione sulla destra tra Politano e D’Ambrosio, il terzino crossa al centro dove arriva puntuale l’inserimento di Nainggolan che di testa non sbaglia e batte Sportiello. La reazione del Frosinone è pronta e al 24’ sfiora il pari: angolo ad uscire battuto col mancino da Beghetto, al cento Paganini non è marcato ma di testa mette alto.

    La sfida resta comunque in equilibrio, anche se l’Inter è sempre in pieno possesso dei ritmi del gioco. Anzi parte anche qualche fischio dalle tribune dello Stirpe dopo l’ennesimo passaggio all’indietro dei suoi a Sportiello. E al 35’ per il Frosinone le cose peggiorano, quando Massa sanziona giustamente col rigore una trattenuta evidente di Chibsah ai danni di Skriniar su azione d’angolo. Dal dischetto Perisic non sbaglia e fa 2-0. L’Inter nel finale di tempo spreca anche il tris, con Politano che si fa ipnotizzare da Sportiello.

    Secondo tempo, il Frosinone ci prova

    Il secondo tempo si apre con l’Inter ancora in controllo e con un Frosinone che non sembra in grado di poter reagire. Ma i nerazzurri non chiudono la partita e iniziano ad essere imprecisi. Il Frosinone ci crede e al 61’ accorcia le distanze: azione di Paganini sulla destra chiuso da Borja Valero, il pallone arriva a Ciofani che la protegge e tocca dietro per Cassata. Destro dal limite del centrocampista, Handanovic tocca ma senza impedire che la sfera finisca in rete. E dunque un match che sembrava chiuso diventa in bilico all’improvviso. Baroni ci crede e inserisce Ciano al posto dello stesso Cassata non al meglio.

    Proprio il neo entrato al 70’ sfiora il pareggio, ma la sua punizione mancina dalla distanza termina di un soffio a lato. Anche Spalletti cambia, inserendo Keita per Perisic e poi Gagliadini al posto di un Borja Valero acciaccato. Il Frosinone si sbilancia, ma l’Inter spreca ancora in contropiede il possibile tris che chiuderebbe  conti. Specie con Icardi che per due volte manca il colpo del ko, prima con un tocco morbido di destro che Sportiello salva poi con un colpo di testa sotto misura messo fuori, sull’assist di Keita. Tuttavia il 3-1 arriva al 93’ con la rete in contropiede di Vecino. Tre punti importanti per blindare il terzo posto.

    Info Serie A 2018-2019

    LA CLASSIFICA DI SERIE A 2018-2019

    PROSSIMO TURNO SERIE A

    CLASSIFICA MARCATORI SERIE A