La Lazio rincorre la qualificazione in Champions League da qualche anno. La rosa è competitiva ma solo due anni fa i biancocelesti sono andati vicinissimi a quel piazzamento, perdendo lo scontro diretto contro l’Inter l’ultima giornata per 3-2, dopo aver chiuso il primo tempo in vantaggio per 2-1. La scorsa annata, invece, la squadra di Simone Inzaghi non è riuscita a tenere il passo, vincendo comunque la coppa Italia. Il patron, Claudio Lotito, è riuscito a tenere i migliori elementi in rosa questa estate, su tutti Sergej Milinkovic-Savic, e quest’anno si attende il salto di qualità definitivo.

La Lazio pareggia a Bologna

Lazio, rimpianto Champions

Il patron della Lazio, Claudio Lotito, ospite de Il Corriere dello Sport, è tornato sulla mancata qualificazione in Champions League nella stagione 2017-2018. In particolar modo, il presidente biancoceleste si è soffermato sull’impiego di Stefan De Vrij nello scontro diretto contro l’Inter, nonostante il giocatore fosse promesso sposo della squadra nerazzurra. Queste le sue parole:

“Abbiamo perso la Champions con l’Inter avendo due risultati su tre. Faccio un discorso tecnico: voi l’avreste fatto giocare de Vrij?” – “Io no” – gli rispondono in studio. “Appunto. Io ho visto la partita, se vedi il primo tempo c’è stato un episodio dove siamo stati fortunati. E quello doveva essere un campanello d’allarme. Nella vita bisogna avere anche buonsenso. Il 90% degli allenatori sceglie il giocatore col nome migliore, gli attributi si dimostrano quando metti uno sconosciuto che poi ti fa vincere. Le responsabilità di quella partita con l’Inter sono di tutti ma in primis le mie perché l’ho consentito (di schierare de Vrij ndr.). Avrei dovuto intervenire. Comincio ad avere un’età che mi porta a fare delle riflessioni. Io non l’avrei fatto giocare, abbiamo perso la partita per de Vrij. Lo staff mi ha detto che lui era un grande professionista, io da parte mia avevo detto che non avrebbe dovuto giocare, ma non ho obbligato nessuno”.

Capitolo Milinkovic-Savic

Il gioiello di questa Lazio è Sergej Milinkovic-Savic. Il centrocampista serbo è stato al centro dei rumors di mercato nelle ultime due estati ma i biancocelesti non hanno voluto privarsene. A confermare l’interesse per il giocatore è stato proprio il patron, Claudio Lotito:

“Perché una partenza in sordina in questo campionato nonostante la permanenza a Roma di Milinkovic-Savic e l’ottimo lavoro svolto dal ds Tare? Per il nostro centrocampista abbiamo rifiutato cifre superiori ai 100 milioni di euro questa estate. Dobbiamo avere la giusta cattiveria agonistica e la giusta umiltà, doti che io ho e che forse alla squadra mancano, almeno fino ad ora. La Lazio deve dare di più, deve dare sempre il 300% per rispettare i nostri tifosi che fanno tanti sacrifici per seguirci”.

Le ultime notizie sulla Lazio