Juventus-Napoli è stata la sfida che ha fatto maggiormente discutere in queste settimane. Il big match dell’Allianz Stadium avrebbe dovuto chiudere la terza giornata di Serie A. La sfida, però, alla fine non si è giocata e per questo si è discusso molto anche per quelle che sono state le cause. Il Napoli, infatti, ha deciso di non partire per Torino a causa dei due giocatori positivi al Coronavirus, Zielinski e Elmas, bloccato anche dall’Asl. Per questo motivo era attesa la decisione del Giudice Sportivo, che avrebbe dovuto decidere se dare la sconfitta a tavolino o rinviare la partita a data da destinarsi.

Juventus-Napoli, tutte le ipotesi

C’era grande incertezza sul verdetto che avrebbe potuto emettere il Giudice Sportivo su Juventus-Napoli. Si è parlato della possibile vittoria a tavolino dei bianconeri per 3-0 e un punto di penalità per gli azzurri, ma anche di un semplice rinvio della partita a data da destinarsi.

Napoli-Juventus, Coppa Italia

Negli ultimi giorni, poi, si è fatta strada l’ipotesi che vedeva una soluzione di mezzo, con il possibile rinvio della partita, ma con una penalità nei confronti del club di Aurelio De Laurentiis. Con il rinvio, però, complicato pensare ad un recupero a breve, visto che si giocherà praticamente ogni tre giorni fino a Natale. La prima data disponibile sarebbe il 13 gennaio, a quattro giorni dal derby d’Italia, Juventus-Napoli.

Dove vedere Dinamo Kiev-Juventus

La decisione del Giudice Sportivo

Questa la decisione presa dal Giudice Sportivo su Juventus-Napoli, dopo i tanti rumors che si sono susseguiti in queste settimane. In particolare, la società azzurra è stata condannata al 3-0 a tavolino con conseguente penalizzazione di un punto in classifica. Ecco le motivazioni principali nel lungo comunicato ufficiale che qui potete consultare in versione integrale.

In sintesi, il Giudice Sportivo ha decretato il 3-0 a tavolino non rilevando la “sussistenza dei motivi di forza maggiore, come da art. 55 NOIF della FIGC”. Inoltre “i primi segnali che giungevano dalle Autorità apparivano obiettivamente non ostativi all’applicazione dl Protocollo e dunque all’effettuazione della trasferta”.

Invece il “divieto” dell’Asl è giunto, secondo il Giudice Sportivo, in un momento in cui il Napoli già non aveva, per una propria decisione univoca, la possibilità di giocare la gara con la Juventus ed era quindi non più rilevante l’atto dell’Asl come causa di forza maggiore con la comunicazione arrivata domenica 4 ottobre alle ore 14:13, a poche ore ormai dal calcio d’inizio della sfida.

Dove vedere Napoli-AZ Alkmaar