Juventus, Allegri: “Ronaldo a rischio per la prima con l’Ajax. Su Kean bisogna avere calma”

    Vigilia di campionato per la Juventus che, sabato pomeriggio, affronta l'Empoli nella 29esima giornata di Serie A: le parole di Allegri

    29

    La Juventus torna in campo per affrontare l’Empoli di Aurelio Andreazzoli nel terzo anticipo della 29esima giornata di Serie A. Una sfida, quella dell’Allianz Stadium di Torino, che i bianconeri vogliono vincere per avvicinare ulteriormente l’ottavo scudetto consecutivo e riscattare anche il ko col Genoa subita nell’ultimo turno. Nella conferenza stampa della vigilia, il tecnico Massimiliano Allegri ha parlato di tanti temi, compreso quello inerente le condizioni fisiche di Cristiano Ronaldo, vittima di un problema muscolare.

    Allegri sul rientro di Ronaldo

    Il primo pensiero di Allegri davanti ai microfoni dei cronisti presenti nella sala stamp della Continassa, è stato proprio per Ronaldo: “Voci ne circolano tante. Ronaldo aveva il giorno libero quindi è andato a Barcellona per robe commerciali sue. Non lo so cosa ha fatto a Barcellona, nel senso non so la vita privata. Per quanto riguarda come sta, sta bene, ha iniziato a muoversi un po’ e la prudenza ci vuole in tutti gli infortuni. Meglio saltare una partita che due mesi e siccome siamo in una fase delicata dove avremo poco tempo per recuperare. Mancano dieci partite di campionato e la Champions, lui rientra quando starà bene e non ci saranno rischi di ricaduta”.

    Sui tempi di recupero, Allegri ha dichiarato: “Lunedì ci sarà l’esame di controllo, poi valutiamo. I rischi per la prima partita al momento ci sono, lo sa anche Cristiano e sa bene che se non sta bene sta fuori perché non posso rischiare per una partita. Facciamo e lo staff medico sta facendo tutto il possibile per metterlo a disposizione, come tutti. Come Douglas Costa, che si sta riprendendo e lunedì avrà l’ultimo esame di controllo e poi riprenderà quasi a pieno ritmo per essere a disposizione per la Champions. Io spero anche col Milan. Barzagli sta lavorando e non conosciamo i tempi, mentre Cuadrado dovrebbe essere a disposizione per il campionato tra una decina di giorni. De Sciglio è a disposizione ed è convocato. Khedira è da valutare, è ancora un pochino indietro.

    Allegri su Kean e formazione

    Allegri ha poi voluto un po’ ‘smorzare’ tutte le voci attorno a Moise Kean. ”
    Un ragazzo giovane si costruisce passo passo, ha fatto un gol con il Liechtenstein e sembra diventato Messi o Ronaldo. La mia preoccupazione è quando recupererà da questa sbornia che ha avuto a livello mediatico. Perché se poi a giugno la Nazionale gioca con Bosnia e Grecia e Kean, il ct Mancini, che sta facendo un grande lavoro, lo fa giocare e non struscia un pallone diventa brocco tutto insieme. Ci vuole calma, un pezzetto alla volta tirarlo fuori, rimetterlo e fargli fare mezz’ora, fargli fare la partita giusta. Come tutti i ragazzi giovani. Serve equilibrio e vale per quelli più grandi e anche per lui. Che poi abbia le qualità del goleador è fuor di dubbio, ma da lì a essere un campione ce ne passa, con tutto il rispetto per lui”.

    Sulla formazione anti-Empoli: “Sicuramente riposa Bonucci. Gli altri giocano. Giocano due tra Chiellini, Rugani e Caceres. Tridente Dybala-Mandzukic-Bernardeschi? Con questi tre giocatori potremmo giocare anche con i tre dietro, dipende da dove gioca Bernardeschi. Però è probabile giochino tutti e tre insieme. In porta gioca Szczesny”.

    LE ULTIME NOTIZIE SULLA JUVENTUS