Inter, Spalletti: ‘Perisic ci fa comodo. Il pari con il Psv è un dolore che ci portiamo dentro’

    Il tecnico nerazzurro ha commentato il pari ottenuto questa sera contro la Roma allo stadio Meazza, decisivo per la corsa Champions

    29

    Pari che va bene ad entrambe quello ottenuto da Inter e Roma nel match giocato questa sera allo stadio Meazza. Risultato finale di 1-1, con Perisic che trova il pari nella ripresa, rispondendo al vantaggio siglato da El Shaarawy nel primo tempo. I nerazzurri, infatti, restano terzi salendo a 61 punti, a più cinque sul Milan quarto e a più sei proprio sui giallorossi, quinti in classifica. Situazione, dunque, che resta immutata visto che i rossoneri hanno pareggiato nel lunch match contro il Parma. Settimana prossima i capitolini affronteranno un Cagliari praticamente salvo allo stadio Olimpico, sabato alle ore 18. La squadra di Luciano Spalletti, invece, sarà impegnata nel derby d’Italia contro la Juventus, allo stadio Meazza, lo stesso giorno alle ore 20:30.

    Inter, il commento di Spalletti

    Il tecnico dell’Inter, Luciano Spalletti, ha commentato il pari ottenuto questa sera contro la Roma ai microfoni di Sky Sport. Questi tutti i temi principali trattati dall’allenatore nerazzurro:

    Risultato e partita: “Risultato giusto, perché ci sono state delle occasioni per noi, ma abbiamo lasciato degli spazi e non siamo stati bravi a rimanere noi. Siamo stati coi terzini aperti in fase difensiva e questo è un problema. Dopo il vantaggio, la Roma si è chiusa molto a 10 metri dall’area, non c’erano spazi. Ci hanno lasciato il giro palla ad aprire i terzini, ma poi ripartivano sempre molto velocemente, con Dzeko bravo a smistare il gioco. Nella ripresa siamo stati più ordinati e pazienti, giocando meglio. I giallorossi sono una buona squadra, ma potevamo fare di più avendo più precisione. Per come si era messa la partita, è comunque un risultato prezioso, che ci sta. Ci vogliono più qualità e velocità sulla trequarti”.

    Perisic e rimpianti

    Biglietti Inter-Barcellona: dove acquistare i tickets | Champions League, 6 novembre 2018

    Sulla prestazione di Perisic: “Lui ha queste interpretazioni: riceve palla sulla trequarti e invece di puntare l’avversario torna indietro. Ma è un calciatore che a noi fa comodo perché fa rientri e alza il livello della squadra. Grande merito sul gol, contro la Roma avevamo bisogno di altezza”.

    Rimpianti: “Bisogna fare un percorso ed essere persuasivi con i calciatori. Bisogna capire che calcio si vuole fare: a volte sento dire che non bisogna passare palla ai portieri; oggi i portieri che non hanno piedi da trequartisti non sono nelle grandi squadre. Secondo me il calcio italiano sta abbastanza bene, ma dipende da tante situazioni. Certo, la partita contro il PSV era una gara da vincere ed è un dolore che ci portiamo dentro. Ma avevamo una limitazione, con soli 18 giocatori tesserati. Con infortuni e squalifiche, tutto diventa più difficile. Secondo me, però, il nostro calcio sta bene, ci sono allenatori giovani e bravi. Ci vuole un percorso convincente da seguire”.

    LE ULTIME NOTIZIE SULL’INTER