Si è da poco concluso l’anticipo della seconda giornata di Serie A allo stadio Meazza con il successo pirotecnico dell’Inter contro la Fiorentina per 4-3. Vittoria in rimonta per i nerazzurri, che all’87’ erano sotto 3-2. Gol messi a segno da Kouamé al 3′, pareggio di Lautaro al 46′, nella ripresa ancora l’argentino porta avanti i padroni di casa al 50′ ma al 55′ arriva il pari di Castrovilli. Pochi minuti dopo, poi, arriva il gol di Chiesa che illude i viola ma nel finale arriva la rimonta della squadra di Antonio Conte. All’87’ pareggio di Lukaku su assist di Hakimi, liberato da un lancio millimetrico di Sanchez. All’89’ il gol vittoria messo a segno da D’Ambrosio su cross proprio del cileno.

Inter, il commento di Conte

Il tecnico dell’Inter, Antonio Conte, ha commentato il successo in rimonta ottenuto questa sera dai nerazzurri contro la Fiorentina per 4-3 allo stadio Meazza. Queste le sue parole:

La partita: ‘I tre punti sono importanti ma è giusto fare le valutazioni su quanto visto. L’aspetto positivo è quello di aver fatto quattro gol e aver creato tante situazioni per segnare. La fase offensiva ha creato molte difficoltà alla Fiorentina, portando tanti uomini ad attaccare. Al tempo stesso, non siamo stati così bravi a prepararci sulle loro ripartenze. Io penso che l’equilibrio sia la base di tutto e i ragazzi lo sanno”.

Dove lavorare per migliorare la fase difensiva: “Vogliamo lavorare sull’aspetto difensivo ma pensando di difendere andando in avanti. Anche quando siamo nella nostra metà campo pensiamo ad andare a fare pressing. Non dimentichiamo che ci sono attenuanti come Kolarov all’esordio in difesa, così come Bastoni da centrale”.

Su Eriksen: “Noi lavoriamo con Christian come lavoriamo con gli altri. Cerchiamo di metterli tutti nelle migliori condizioni. Penso che lui abbia aumentato i giri del motore rispetto a quando è arrivato e sta giocando nella sua posizione naturale. Penso abbia fatto una buona partita, ha qualità e cerchiamo di tirarle fuori. Bisogna avere fiducia, si allena molto bene e si mette a disposizione della squadra. Mi auguro scocchi una scintilla che possa accenderlo in maniera definitiva”.

Percorso e lotta scudetto

gol Martinez, Inter-Fiorentina

Il tecnico dell’Inter è tornato anche sui concetti espressi in conferenza stampa alla vigilia:

Godersi il percorso: “Si tratta di una riflessione fatta dopo il primo anno all’Inter. Tante volte ci si concentra così tanto sulla vittoria e sul fatto di dover vincere ad ogni costo che si dimentica che c’è un percorso da fare per arrivare ad essere protagonisti. A volte bisogna godersi il percorso che uno fa, perché è bello vedere crescere i giocatori dal punto di vista tecnico e dal punto di vista umano. Questo devo imparare a farlo maggiormente, perché a volte mi arrabbio quando si perde e non riesco a godermi il processo di crescita”.

Lotta scudetto: ‘L’anno scorso abbiamo acquisito credibilità arrivando secondi in campionato. Forse lo abbiamo fatto anche a livello internazionale perché fare bene in Europa significa riportare l’Inter sui livelli che gli compete”.

Le ultime notizie sull’Inter