L’emergenza relativa al Coronavirus ha fermato il calcio in tutto il mondo. La Serie A sta studiando se ci sono le possibilità per tornare in campo tra fine maggio e inizio giugno. L’Inter è arrivata alla sosta forzata al terzo posto, a meno otto dalla Lazio e a meno nove dalla Juventus, ma con una partita in meno rispetto a queste ultime due. I nerazzurri si stanno allenando singolarmente nelle rispettive abitazioni. Tra di loro c’è, ovviamente, Antonio Candreva, che sui suoi profili social posta spesso sessioni di allenamento insieme alla sua compagna.

L’Inter vuole blindare Lautaro

Inter, le parole di Candreva

gol Candreva, Inter-Fiorentina

L’esterno dell’Inter, Antonio Candreva, è intervenuto in diretta Instagram con Cronache di Spogliatoio. Questi i temi più interessanti trattati dal giocatore, rinato dalla gestione di Antonio Conte:

Ruolo in campo: “Quando sono arrivato alla Lazio con Reja ho iniziato a ricoprire il ruolo di esterno destro. È una posizione che deve alternare il fare tutta la fascia fino al venire dentro al campo. Il millesimo di secondo è determinante nel momento in cui ti sposti la palla e riesci a crossare: i tempi sono importanti nel calcio”.

Su Antonio Conte: “Conte ci prepara fin dal primo giorno della settimana. L’intensità c’è sempre nelle nostre sedute. Il mister è sempre presente, ci controlla e i preparatori anche: ogni giorno ci spiegano il programma da fare, siamo in linea per tenerci in condizione in questa fase complicata”.

Rapporto con il calcio: “Io ho sempre creduto in me stesso. Fa piacere che gli allenatori che cambino e mi tengano al centro del progetto, è la voglia di contraddistinguersi ogni anno. Da quando sono arrivato alla Lazio ho capito che la continuità è la cosa più importante. Ognuno di noi ha un percorso e non finisce mai l’età per imparare”.

Spogliatoio e compagni

esultanza gol Candreva, Inter-Parma

L’esterno dell’Inter ha svelato anche alcuni aneddoti nello spogliatoio:

“Nello spogliatoio accadono le cose che poi racconti in eterno. Siamo un bel gruppo, siamo felici e sul gruppo WhatsApp siamo belli attivi. Siamo una bella banda. Da noi 4 o 5 portano bagnoschiuma e shampoo, poi a fine settimana finisce tutto. Così abbiamo chiesto alla società di comprarceli e lasciarli nello spogliatoio (ride, ndr)”.

Su Lukaku: “Lui è un grandissimo giocatore e ha margini di miglioramento grandissimi. Stiamo parlando di un ragazzo d’oro, eccezionale. Si è inserito alla grande, super intelligente. Sa 5 lingue bene, parla con tutti, eccezionale”.

Il talento di Esposito: “È forte, ma non lo diciamo. Il ragazzo è eccezionale: pulito, vuole migliorarsi, ha fame, in gamba. Le sue qualità sono impressionanti, può far parlare di lui se rimane quello che è”.

Le ultime notizie sull’Inter