Infortunio Cristiano Ronaldo, tempi di recupero – In casa Juventus la preoccupazione è una al momento. L’infortunio muscolare patito da Cristiano Ronaldo nel primo tempo di Portogallo-Serbia, match di qualificazioni agli Europei del 2020, non ci voleva. Siamo infatti alla vigilia della fase cruciale della stagione, specie per quanto riguarda la Champions League, dato che in campionato il discorso Scudetto è già messo agli archivi da un pezzo. E avere al 100% tutta la rosa a disposizione è quello che Massimiliano Allegri si augura.

Condizioni fisiche Ronaldo: l’esito degli esami

Fatale pr CR7 uno scatto sulla fascia sinistra, poi subito una fitta che il portoghese ha sentito ai flessori della gamba destra e l’uscita dal campo zoppicante prima di essere assistito dallo staff medico lusitano. Un Ronaldo che comunque non aveva nascosto di essere fiducioso nel post match, dopo aver assistito con grande partecipazione dalla panchina al secondo tempo dei suoi compagni contro la Serbia. “Vedremo, 48 ore e ne sapremo di più. Non preoccupatevi perché conosco perfettamente il mio corpo. Vediamo come andrà, ma il calcio è così. Sono molto tranquillo, in due settimane sarò di nuovo in campo”.

L’attesa dunque era tutta per l’esito dei primi accertamenti post infortunio. La Juventus, tramite il proprio sito ufficiale, ha pubblicato il bollettino medico relativo alle condizioni fisiche di Cristiano Ronaldo.

“Dopo essere stato costretto a uscire al 30′ del primo tempo della sfida tra Portogallo e Serbia, valevole per le qualificazioni a Euro 2020, Cristiano Ronaldo è stato sottoposto in Portogallo ad accertamenti che hanno evidenziato una lesione di apparente modesta entità ai flessori della coscia destra. Le sue condizioni saranno monitorate e verrà sottoposto a nuovi accertamenti per definire la ripresa dell’attività agonistica”.

I tempi di recupero di Ronaldo

Visto l’esito degli esami, per Ronaldo verrà comunque utilizzata la più massima cautela per quanto riguarda i tempi di recupero. L’obiettivo è renderlo disponibile al 100% per il match del 10 aprile contro l’Ajax, match di andata dei quarti di finale di Champions League. Dunque il fenomeno portoghese salterà sicuramente le sfide contro Empoli (sabato 30 marzo) e Cagliari (martedì 2 aprile nel turno infrasettimanale), magari potendo rientrare già tra i convocati per il match col Milan di sabato 6 aprile alle ore 18:00. Ma, come detto, massima cautela per evitare inutili e pericolosissime ricadute che avrebbero, a quel punto, conseguenze molto più serie.

LE ULTIME NOTIZIE SULLA JUVENTUS