In casa Genoa c’è aria di burrasca. Una stagione ancoa negativa, culminata con l’ennesimo derby perso contro la Sampdoria negli ultimi anni. Il 2-0 subito dai blucerchiati domenica scorsa ha fatto perdere la pazienza al tifo rossoblu. Tanto che, in occasione del match contro il Torino di sabato pomeriggio, buona parte della tifoseria organizzata diserterà lo stadio Luigi Ferraris. Un moto fortissimo di contestazione nei confronti del presidente Enrico Preziosi, sotto accusa per la gestione societaria del club ligure.

La risposta di Preziosi ai tifosi

Dopo il comunicato diffuso da alcune sigle dei supporter rossoblù per lasciare ‘vuoto’ il Ferraris contro il Genoa, è arrivata puntuale la risposta di Enrico Preziosi, parlando ai microfoni de Il Secolo XIX:

Io sono più stanco di loro ma vado avanti per senso di responsabilità, basta parlare di magheggi, il bilancio del Genoa è sano e a disposizione di tutti. Nominino un commercialista e lo analizzino. Oppure tacciano per sempre. Non tollererò più accuse di questo tipo. È inutile continuare a dire vattene – ha proseguito Preziosi – sono più stanco io di loro: devo andare via. Sono almeno tre anni che il Genoa è in vendita ma il problema è che per andare via deve presentarsi un soggetto serio in grado di prendere il mio posto. Se si presenta gli lascio il Genoa, fatti i dovuti controlli per capire se ha intenzioni serie, il giorno dopo. Se questo non accade, devo andare avanti per senso di responsabilità“.

Preziosi e i ‘conti del club’

Il numero uno del Genoa ha poi ribattuto con fermezza a tutte le voci che lo vedono, agli occhi dei tifosi, ‘arricchito’ sulle spalle del club, attraverso le plusvalenze generate con la cessione dei giocatori, ultima quella di Piatek al Milan.

“Devono smettere con queste falsità. Il bilancio 2018 sarà disponibile a breve, l’anno scorso abbiamo chiuso con una perdita di 11-12 milioni, mentre quest’anno chiuderemo con perdite praticamente a zero. Entro fine anno abbatteremo definitivamente il debito fiscale. Ripeto, il bilancio è sano e basta parlare di magheggi o isole Cayman. Le plusvalenze servono a mettere in sicurezza il bilancio, come dimostrano i numeri che abbiamo. E sfido chi contesta a nominare un commercialista e a presentarsi qui: il bilancio è a disposizione da lunedì prossimo, lo analizzino e vedranno qual è la situazione. Li aspetto, non ho paura di nulla. Se non lo fanno tacciano per sempre”.

LE ULTIME NOTIZIE SUL GENOA