Il Frosinone non molla. La formazione ciociara sembrava destinata e rassegnata alla retrocessione e invece le ultime due giornate hanno riacceso un minimo di speranza. Merito della squadra di Marco Baroni, capace di battere in quattro giorni prima il Parma per 3-2 e poi la Fiorentina, al Franchi, per 1-0. In entrambi i casi decisive le reti di Daniel Ciofani, col bomber dei gialloblu a segno al minuto 103 su rigore contro i ducali e all’83’ contro i viola.

Il Frosinone ci crede

Dunque il Frosinone è tornato a crederci, ma ovviamente non sarà così facile. Il presidente Maurizio Stirpe ne ha parlato ai microfoni di “Radio Anch’Io Sport” su Radio Rai Uno: “Abbiamo tanti rammarichi per questa stagione. Nelle prime otto giornate abbiamo fatto un solo punto, mentre le successive ne abbiamo fatti ben 22, in linea con chi sta lottando per salvarsi. Noi dovremo giocare partita dopo partita a cominciare dalla prossima, complicatissima, contro l’Inter domenica sera. Il rendimento in casa? Paradossalmente quest’anno l’andamento in trasferta è molto migliore di quello realizzato dalle concorrenti mentre in casa abbiamo fatto molto male. Sono i misteri del calcio, dobbiamo prenderne atto e cercare di modificare il rendimento”.

La lotta salvezza? L’Empoli ha giocato un’ottima partita contro l’Udinese ma i bianconeri nella gestione degli episodi è stata bravissima. E’ un campionato competitivo e dovremo provare a fare tante imprese almeno quante occasioni abbiamo fallito”

VAR ‘penalizzante’ per Stirpe

Come un po’ tutte le squadre, anche il Frosinone lamenta errori arbitrali, diretti o indiretti col VAR, che hanno finito per togliere punti ai ciociari. Ecco il pensiero di Stirpe:

Il VAR è uno strumento utile ma ci è costato almeno sei punti. Il gol che ci è stato annullato contro il Milan o il rigore che ci è stato negato contro la Lazio sono episodi che ci hanno fatto perdere punti. Ritengo che il VAR sia utile alla condizione che non ci voglia il controllore di chi controlla in VAR. In questa stagione, a partire da me, abbiamo commesso tanti errori. Abbiamo potuto rimediarne ad alcuni e il risultato lo stiamo però vedendo troppo tardi. Abbiamo il 20% di possibilità per salvarci. I numeri dicono questi. Per cullarne di più dobbiamo essere bravi a mettere i risultati in fila per aumentare le nostre possibilità”.

LE ULTIME NOTIZIE SUL FROSINONE

Info Serie A 2018-2019

LA CLASSIFICA DI SERIE A 2018-2019

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A