Fiorentina, Montella: “Napoli una delle più forti degli ultimi anni. Ribery? Potrebbe giocare…”

Vincenzo Montella ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match contro il Napoli: le parole del tecnico della Fiorentina, anche sul calciomercato

Vigilia di campionato in casa Fiorentina e l’esordio per i viola è di quelli impegnativi. Allo stadio Artemio Franchi arriva il Napoli di Carlo Ancelotti, ma forse è anche un bene visto che l’entusiasmo trascinante del tifo gigliato potrebbe anche essere un’arma in più. Ci sarà infatti il pubblico delle grandi occasioni, sabato sera alle ore 20:45, e la formazione di Vincenzo Montella vuole subito lasciare il segno nella nuova Serie A.

Montella in conferenza stampa

Nella conferenza stampa della vigilia, il tecnico viola ha subito parlato delle difficoltà di affrontare i partenopei: “Il Napoli è la squadra che ha cambiato meno, noi quella che lo ha fatto di più. Hanno una media di ottanta punti a partita negli ultimi tre anni, penso. Partono da lontano ma sanno dove vogliono arrivare. Noi comprensibilmente siamo indietro sulla costruzione della squadra e incontriamo una delle più forti degli ultimi anni: servono energie, concentrazione e sudore. Dobbiamo studiarli, come stiamo facendo, e come squadra dovremo stringerci forte e farci sostenere dai nostri tifosi. Statisticamente hanno attaccanti che possono fornire tanti gol e mi fanno venire il mal di testa” (dove vedere in diretta tv e streaming).

Sul possibile utilizzo di Ribery: “Senz’altro è indietro e mi ha convinto fin da subito, dal tono di voce. Si vuole mettere in competizione ed aiutare anche me sul campo. Lui vuole esserci, noi vogliamo che ci sia… Potrebbe anche esserci l’opportunità di farlo giocare. La sue ambizioni? Non mi preoccupano, è qui per essere competitivo. E l’ho visto già in questi primi allenamenti: non si risparmia e sono convinto che questo lo trasmetterà al gruppo. Sognare va bene, ma io mi devo concentrare su domani e sull’identità di squadra. Bisogna essere realisti”.

Montella e il calciomercato della Fiorentina

Non potevano ovviamente mancare delle considerazioni inerenti il calciomercato: “Stiamo operando bene, sono arrivati giocatori pronti come Badelj e Pulgar. Per averli insieme, e possono farlo, ma gli servirebbero esterni d’attacco un po’ più difensivi dei nostri. Sono certo che il direttore migliorerà ancora la squadra. Mancano ancora dieci giorni e certe problematiche le hanno pure altri allenatori.

Il mercato così lungo è devastante a livello organizzativo, ma la società fa il meglio possibile. Manca un centravanti? Abbiamo tre attaccanti in squadra e lavoriamo con quello che c’è. Io parlo poco, lo sapete, ma a volte mi vengono messe in bocca parole che non dico. Per essere ad alti livelli dobbiamo trovare i gol da qualche parte”.

LE ULTIME NOTIZIE SULLA FIORENTINA