Il Torino batte 2-0 il Milan nel posticipo della 34esima giornata di Serie A, agganciando rossoneri e Atalanta al quinto posto con 56 punti, in attesa del match che gli orobici giocheranno lunedì sera contro l’Udinese. A decidere la contesa dell’Olimpico le reti di Belotti e Berenguer nel secondo tempo. Sconfitta pesante per il Milan di Gattuso, sempre più in difficoltà.

LA CRONACA DELLA PARTITA – Il posticipo della 34esima giornata di Serie A si gioca allo stadio Olimpicofra il Torino di Walter Mazzarri e il Milan di Gennaro Gattuso. Il Torino si gioca tanto in questo match, con la possibilità di spiccare il volo e lottare a pieno titolo per la quarta posizione. Granata con fiducia e grande entusiasmo, una sorta di esame di maturità. Per il Milan invece sarà un match fondamentale per uscire dalla ‘crisi’ e mettersi alle spalle un periodo non positivo, che ha portato anche all’eliminazione in semifinale di Coppa Italia per mano della Lazio.

Sul fronte formazioni ufficiali, Walter Mazzarri manda in campo i suoi col modulo 3-5-2. In porta c’è Sirigu, la difesa a tre è formata da Izzo, N’Koulou e Moretti. In mezzo al campo linea a cinque con De Silvestri, Lukic, Rincon, Meité e Ansaldi, con Berenguer e Belotti nel tandem offensivo. Dall’altra parte Gennaro Gattuso cambia e ripropone il modulo 4-3-3. Davanti a Donnarumma, la difesa a quattro è composta da Conti, Musacchio, Romagnoli e Rodriguez. A centrocampo Kessié, Bakayoko e Paquetà, mentre nel tridente offensivo spazio per Suso, Cutrone e Calhanoglu.

Primo tempo, è 0-0 all’Olimpico

Il match inizia con un Torino arrembante e che tiene i ritmi altissimi. I granata attaccano specie sulla sinistra con Ansaldi, tanto che Suso prima e Conti poi vengono ammoniti da quella parte. Il Milan fatica parecchio nei primi venti minuti, con Ansaldi che al 17’ si rende minaccioso da fuori con palla a lato non di molto. Nel frattempo anche Paquetà finisce sul taccuino dei cattivi di Guida. Tuttavia i rossoneri entrano in partita e iniziano ad affacciarsi con più continuità nella metà campo dei padroni di casa.

La prima chance per il Milan arriva alla mezz’ora: buona azione dei rossoneri con Cutrone che libera Suso a destra, lo spagnolo punta Moretti e lo disorienta, poi destro incrociato che Sirigu respinge a mani aperte. La troppa frenesia comunque mette in evidenza i tanti errori a metà campo delle due squadre, con ritmi più bassi nel finale. Al 39’ buona occasione per il Torino, ma il destro di Belotti, sullo schema da calcio d’angolo, trova pronto Donnarumma alla presa. Al 44’ invece è Sirigu ad essere chiamato in causa, salando in uscita bassa sul tentativo in allungo di Calahnoglu, ottimamente servito da Cutrone. Il primo tempo finisce a reti inviolate.

Secondo tempo, Milan al tappeto

Il secondo tempo si apre senza cambi, col Torino che attacca e spinge sull’acceleratore. Gli animi si scaldano, con Mazzarri che viene allontanato da Guida per proteste. Il Torino trova però l’episodio giusto per andare avanti, quando Kessié al 56’ spinge Izzo in area di rigore sul cross dalla destra. Per Guida nessun dubbio nell’indicare il dischetto: Belotti dagli undici metri calcia centralmente e spiazza Donnarumma per l’1-0. Gattuso a quel punto opera un doppio cambio, inserendo Borini per Suso e Piatek per Paquetà al 63’. E al 67’ i rossoneri sfiorano il pari: punizione calciata in mezzo dalla destra di Calhanoglu, su tutti svetta Bakayoko che gira verso la porta colpendo una clamorosa traversa.

Dal possibile pareggio, il Milan invece va sotto 2-0 al 69’: tutto merito di Berenguer, che controlla e lascia partire un destro dal limite che si infila sotto l’incrocio dei pali alla sinistra di Donnarumma. Nel finale di match il Milan prova a rendersi pericoloso, con Sirigu decisivo all’80’ sul colpo di testa di Bakayoko sul cross di Castillejo. Tuttavia all’81’ Romagnoli applaude ironicamente Guida dopo un fallo fischiato a Rodriguez su Belotti, venendo espulso direttamente dall’arbitro. Finisce praticamente qui il match, col Torino a controllare e portare a casa una vittoria preziosissima.

Info Serie A 2018-2019

LA CLASSIFICA DI SERIE A 2018-2019

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A