Il Milan vince il lungo testa a testa con l’Inter e mette le mani sullo Scudetto numero 19 della propria storia. Ai rossoneri bastava un punto al Mapei Stadium, ma Leao e soci hanno stravinto per 3-0 contro il Sassuolo mettendo al sicuro risultato e titolo già nel primo tempo (doppietta di Giroud e rete di Kessié). Un titolo di Campione d’Italia meritato per la formazione di Stefano Pioli, che non ha tremato nelle ultime cinque di campionato quando il calendario sembrava parecchio più complicato rispetto a quello dei nerazzurri. Quest’ultimi hanno chiuso con 84 punti, a meno due dalla capolista, vincendo per 3-0 contro la Sampdoria con la doppietta di Correa e il gol iniziale di Perisic.

Sassuolo-Milan 0-3

Il Milan non sbaglia l’approccio alla partita e assalta la porta del Sassuolo. Le occasioni fioccano nel primo quarto d’ora, ma Consigli salva i suoi. Al minuto 17 però Giroud fa 0-1: Ayhan perde palla e si fa bruciare da Leao sulla ripartenza, dribbling e tocco centrale per il francese che di sinistro insacca. I rossoneri non si fermano, continuano a spingere e al 32′ è 0-2: anche Ferrari perde un pallone nei pressi dell’area, sulla fascia di Leao che accelera, sgasa, va sulla linea di fondo e crossa per Giroud che mette ancora dentro. Ancora quattro giri di lancette e il Milan vola sullo 0-3: Krunic recupera su Lopez e innesca Leao insolitamente a destra, ancora portoghese sul fondo e pallone arretrato per Kessié che gonfia la rete.

La ripresa si apre con un cambio per parte: dentro Magnanelli per Henrique negli emiliani, dall’altra parte spazio concesso a Bennacer in luogo dell’ammonito Tonali. Ritmi notevolmente più bassi e al 58′ Dionisi manda in campo Traoré per Frattesi. Il Milan si limita ad amministrare il largo vantaggio, cercando di correre meno rischi possibili. I rossoneri comunque provano a divertirsi ancora, anche se con meno lucidità. Al 72′ Pioli manda in campo Ibrahimovic al posto di Giroud e Brahim Diaz per Krunic, con lo svedese forse all’ultima in carriera (ma resta il punto interrogativo). E proprio Ibra al 78′ mette la firma sul poker, ma rete annullata per il fuorigioco di Leao che aveva fornito l’ennesimo assist. Nel finale i neroverdi sfiorano la rete della bandiera col palo colpito da Traoré (87′), ma ormai la festa rossonera può partire. Il Milan è Campione d’Italia!

Inter-Sampdoria 3-0

gol Correa, Inter-Sampdoria

Grande atmosfera al Meazza e Inter ovviamente all’attacco per cercare di segnare e mettere pressione al Milan. I nerazzurri attaccano a testa bassa, anche se il vantaggio rossonero al 17′ di Giroud spegna un po’ l’entusiasmo. Padroni di casa comunque vicini al gol 26′ ma Lautaro Martinez di testa mette di poco sul fondo. Le notizie che arrivano dal Mapei Stadium non aiutano, col Milan sul 3-0 già dopo 36 minuti. Nel finale Inter ancora vicina al vantaggio, ma prima Audero dice no a Correa (38′) e poi si ripete su Lautaro al 41′.

Ad inizio ripresa però l’Inter trova la rete del vantaggio, minuto 49: dopo un salvataggio di Audero su Barella, i nerazzurri sbloccano il risultato con Perisic che infila Audero con un gran diagonale. Match in discesa per i padroni di casa che al 55′ vanno sul 2-0: scambio al limite dell’area con Calhanoglu, poi Correa conclude in maniera precisa per il raddoppio. E due minuti dopo arriva anche il 3-0 dell’Inter: il protagonista è ancora l’ex di turno Correa, che sigla la doppietta al termine di un’azione personale. Nel finale è solo accademia, con Handanovic chiamato due volte in causa da Caputo e Augello. Finisce 3-0, ma lo Scudetto va al Milan.

Info Serie A 2021/2022

CALENDARIO COMPLETO SERIE A 2021/2022

LA CLASSIFICA DI SERIE A

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A