La Juventus chiama e l’Inter risponde. I nerazzurri stravincono nettamente per 3-0 sul campo del Torino, restando dunque a meno uno dai bianconeri. Partita dominata dalla squadra di Antonio Conte, andata a segno due volte nel primo tempo con Lautaro Martinez e De Vrij, prima del sigillo nella ripresa di Romelu Lukaku. Per i granata un’altra serata storta e la contestazione da parte dei propri tifosi.

LA CRONACA DELLA PARTITA – Il terzo anticipo della tredicesima giornata di Serie A mette di fronte, allo stadio Olimpico-Grande Torino, il Torino di Walter Mazzarri e l’Inter di Antonio Conte. Il Torino ha ripreso a marciare con la vittoria per 4-0 sul campo del Brescia nel turno pre sosta per le Nazionali. Un successo importante per i granata, che stavano rischiando di essere risucchiati nelle zone basse della classifica, che adesso vede Belotti e soci a 14 punti. Dall’altra parte c’è l’Inter di Conte sempre a contatto con la Juventus e la voglia di rendere la vita complicata ai bianconeri. Nel turno scorso i nerazzurri hanno completato un’altra rimonta, dopo quella col Bologna, vincendo per 2-1 in casa contro il Verona.

Sul fronte formazioni ufficiali, Walter Mazzarri schiera il suo Torino col 3-5-2. Davanti a Sirigu spazio per Izzo, Nkoulou e Bremer, con De Silvestri, Baselli, Lukic, Meité e Ansaldi a centrocampo. In avanti ci sono Belotti e Verdi. Risponde Antonio Conte con lo schieramento solito 3-5-2. Nella difesa a tre Godin, de Vrij e Skriniar a protezione di Handanovic, con linea a cinque di centrocampo formata da D’Ambrosio, Barella, Brozovic, Vecino e Biraghi. Infine in avanti la coppia formata da Lautaro Martinez e Lukaku.


Primo tempo, Inter sul 2-0


Martinez-Bremer, Torino-Inter

Il primo tempo inizia con due squadre impegnate a prendere le misure a un campo di gioco in condizioni critiche per la tantissima pioggia caduta e ancora insistente. Tuttavia l’Inter parte meglio e per il Torino la prima cattiva notizia è il colpo al fianco subito da Belotti che costringe il numero 9 granata alle cure dei medici. E al 12’ Inter avanti alla prima vera occasione: su un rinvio di Sirigu, Vecino colpisce di testa all’altezza del centrocampo dettando lo scatto sul filo del fuorigioco da parte di Lautaro Martinez, che va via in velocità alla difesa granata, entra in area e con un diagonale fa 1-0. Subito dopo Zaza entra in campo al posto dell’infortunato Belotti.

Il Torino abbozza una reazione, rendendosi pericoloso prima con Ansaldi, attent Handanovic, poi con Verdi al 28’ e un sinistro deviato a lato. Tuttavia l’Inter quando attacca lo fa alla grande e al 31’ Sirigu si supera per levare dalla porta un colpo di testa di Lukaku. Sul corner successivo però è 2-0: scambio corto e pallone in mezzo di Biraghi a rientrare, sul secondo palo sbuca De Vrij e batte col mancino Sirigu. Nel finale nerazzurri ancora vicini al gol con Barella, ma proprio in quest’azione l’ex Cagliari accusa un problema al ginocchio destro. Nel frattempo il Torino al 47’ sfiora la rete, con Handanovic costretto a smanacciare un pallone sbucato da una mischia. Il tempo si chiude con Borja Valero che entra al posto di Barella.


Secondo tempo, segna anche Lukaku


Izzo-Sirigu, Torino-Inter

Il secondo tempo si apre senza ulteriori cambi, col Torino pericoloso al 48’ con un colpo di testa di Izzo fuori di poco. I granata attaccano e si scoprono, l’Inter ne approfitta e al 54’ vola sul 3-0: ripartenza avviata da Lautaro Martinez, condotta e rifinita da Brozovic, prima di essere degnamente conclusa dal diagonale col destro di Lukaku a freddare Sirigu (decimo gol in campionato per il belga). A quel punto Mazzarri manda in campo Aina per Bremer, ma la strada per i granata è troppo alta da scalare. Ci prova Verdi al 66’ con una punizione da fuori che Handanovic alza in corner.

Poco dopo il secondo cambio di Conte, con Candreva a rilevare Lautaro Martinez. L’ultima mossa di Mazzarri arriva al 70’ con Berenguer per Baselli. Il match non ha più molto da dire, con un terreno di gioco sempre più complicato, un Torino ormai dimesso e alle prese con la contestazione della ‘Curva Maratona’. Nel finale Lukaku sfiora anche la doppietta con un sinistro che si perde a fil di palo e Sirigu immobile. Ma può bastare così, l’Inter vince ancora.


Info Serie A 2019-2020

LA CLASSIFICA DI SERIE A 2019-2020

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A

CALENDARIO COMPLETO SERIE A 2019-2020