Un match dai due volti quello che l’Inter vince al Mapei Stadium contro il Sassuolo per 4-3. Un successo arrivato con affanno per la squadra di Antonio Conte, capace di complicarsi la vita dopo il momentaneo 4-1. Grande prova d’orgoglio, invece, per la squadra di De Zerbi, costretta però ad arrendersi. Per i nerazzurri a segno Lukaku e Lautaro Martinez con una doppietta a testa, Berardi, Djuricic e Boga per gli emiliani.

LA CRONACA DELLA PARTITA – Il lunch match dell’ora di pranzo, valido per l’ottava giornata di Serie A, si gioca al Mapei Stadium di Reggio Emilia tra il Sassuolo di Roberto De Zerbi e l’Inter di Antonio Conte. Il Sassuolo ha iniziato con troppi alti e bassi il suo campionato. I neroverdi sono a quota 6 punti in classifica, anche se con un match da recuperare il 18 dicembre sul campo del Brescia. Tuttavia i troppi gol subiti sono un problema da risolvere in fretta. Dall’altra parte l’Inter è reduce dalla sconfitta subita per 2-1 al Meazza contro la Juventus, per un ko che è costato ai nerazzurri la vetta della classifica. Infatti i bianconeri hanno operato il sorpasso, andando a più uno. E quindi c’è attesa per vedere la reazione di Lukaku e compagni.

Sul fronte formazioni ufficiali, Roberto De Zerbi vara il modulo 4-3-1-2. Davanti a Consigli spazio per Muldur, Marlon, Peluso e Tripaldelli. In mezzo al campo Obiang, Magnanelli e Duncan, con Traoré trequartista alle spalle di Berardi e Caputo. Risponde Antonio Conte col 3-5-2 ormai classico. Tra i pali sempre Handanovic con Skriniar, de Vrij e Bastoni nel teretto difensivo. A centrocampo Candreva, Gagliardini, Brozovic, Barella e Biraghi, mentre in avanti Lautaro Martinez e Lukaku.


Primo tempo, Inter sul 3-1


Obiang-Skriniar, Sassuolo-Inter

Il match inizia con l’Inter immediatamente in vantaggio dopo settanta secondi: sugli sviluppi del primo corner del match, Brozovic dal limite allarga a sinistra per Lautaro Martinez, l’argentino controlla e con un destro potente trafigge Consigli sul palo lontano. Match subito in discesa e Sassuolo in difficoltà, anche se i nerazzurri pagano a caro prezzo l’errore di Lautaro Martinez al 13’: gran suggerimento di Gagliardini per il numero 10 che si ritrova a tu per tu con Consigli, ma non inquadra lo specchio della porta da buona posizione. E infatti al 16’ il Sassuolo pareggia: azione in ripartenza con Caputo e Traoré, la palla finisce a Berardi sulla destra. Il numero 25 salta Biraghi e con un bellissimo diagonale di destro fredda Handanovic, col pallone che bacia il palo e s’infila in rete.

Al 27’ annullata una rete a Lautaro Martinez per una spinta di Lukaku su Peluso sugli sviluppi di un cross dalla destra di Candreva. Era stato pronto l’argentino a spedire la palla in rete sul secondo palo, ma tutto inutile. Poco dopo lo stesso accade a Caputo dall’altra parte, servito da Obiang in profondità, beccato in fuorigioco dal guardalinee. La rete buona è però quella dell’Inter al 38’ per il nuovo vantaggio nerazzurro: pallone in verticale di De Vrij per Lukaku, la marcatura di Peluso è troppa larga favorendo il movimento del belga e il diagonale col destro dal limite dell’area piccola. Il Sassuolo accusa il colpo e al 45’ l’Inter trova anche il 3-1: altro guizzo di Lautaro Martinez, messo giù da Marlon e Duncan, l’arbitro Giacomelli non può far altro che indicare il dischetto. Dagli undici metri si presenta Lukaku, sinistro incrociato e Consigli spiazzato.


Secondo tempo, sofferenza Inter


esultanza Inter

Il secondo tempo si apre senza cambi e con l’Inter nuovamente pericolosa in avvio con l’incursione di Biraghi a sinistra, poi senza frutto. Al 52’ De Zerbi manda in campo Boga per Obiang, anche se è sempre Lautaro Martinez ad essere lo spauracchio dei padroni di casa, come al 54’ quando l’argentino è chiuso da Marlon all’ultimo istante. Il match resta vivo e interessante, con l’Inter che continua a collezionare occasioni. Entra anche Djuricic nel Sassuolo, ma è l’Inter a servire il poker al 71’: altro calcio di rigore con Muldur che atterra Barella in area con un’entrata in ritardo, questa volta sul dischetto c’è Lautaro Martinez che spiazza Consigli e fa poker.

L’argentino subito dopo esce con Politano al suo posto. Il Sassuolo comunque reagisce e al 74’ è 2-4: Boga parte palla a sinistra e imbuca dentro per Caputo, sponda di prima per Djuricic che controlla e di piatto destro batte Handanovic. Il calo di tensione dell’Inter è evidente e il Sassuolo torna in partita clamorosamente all’81’: azione personale di Boga che salta come birilli i difensori nerazzurri e con un destro rasoterra supera Handanovic. Il finale di match è pura sofferenza per gli ospiti, che rischiano anche di fare la ‘frittata’ in un paio di mischie. Ma finisce 4-3 per l’Inter, pericolo scampato alla fine.         


Info Serie A 2019-2020

LA CLASSIFICA DI SERIE A 2019-2020

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A

CALENDARIO COMPLETO SERIE A 2019-2020