Il Parma batte di misura il Genoa: rossoblu puniti dall’ex Kucka

    Il Parma batte di misura il Genoa, secondo anticipo della 27esima giornata di Serie A: a decidere la contesa un gol nel finale di Kucka

    97

    Al Parma basta un gol dell’ex su azione da palla inattiva, decide il gol di Kucka al minuto 78 per piegare il Genoa. Finisce così 1-0 al Tardini il secondo anticipo della 27esima giornata di Serie A. Con questo successo il Parma sale a quota 33, lasciando i rossoblu a 30.

    LA CRONACA DELLA PARTITA – Il secondo anticipo della 27esima giornata di Serie A è quello che si gioca fra il Parma di Roberto D’Aversa e il Genoa di Cesare Prandelli. Il Parma si presenta a questa sfida con la voglia di ritrovare una vittoria che manca ormai da diverse settimane. L’ultima è arrivata il 19 gennaio, con i gialloblu reduci dal pareggio per 3-3 di Empoli. Dall’altra parte il Genoa è in serie utile da sei partite consecutive, anche se i quattro pareggi nelle ultime cinque hanno frenato i propositi di risalita del club ducale. Nell’ultimo turno lo 0-0 interno col Frosinone non ha più di tanto soddisfatto.

    Sul fronte formazioni ufficiali, Roberto D’Aversa sceglie il solito modulo 4-3-3. In difesa c’è ancora Gagliolo al fianco di Bruno Alves, con Dimarco a sinistra e Iacoponi a destra. A centrocampo Scozzarella regista, con Rigoni e Kucka a completare il terzetto, mentre in avanti Gervinho e Siligardi a supportare Inglese. Dall’altra parte Cesare Prandelli punta sul modulo 4-3-3. In porta c’è Jandrei, la difesa a quattro è composta da Pereira, Romero, Zukanovic e Criscito. In mezzo al campo ci sono Radovanovic regista con Lerager e Bessa mezz’ali, mentre davanti il tridente offensivo con Lazovic, Sanabria e Kouamé.

    Primo tempo deludente al Tardini

    Il primo tempo inizia con un buon Genoa e pericoloso due volte in avvio con Criscito al 2’ e Bessa al 4’. Nel primo quarto d’ora il Parma si affaccia raramente dalle parti di Jandrei, per un avvio molto prudente. La prima iniziativa interessante dei padroni di casa arriva al 27’: Siligardi effettua un lungo traversone, arriva Dimarco che rimette il pallone in mezzo, e alla fine Jandrei concede il corner. Il match resta molto equilibrato e con un tatticismo forse anche eccessivo. Comunque l’unica ottima occasione del primo tempo capita a Inglese al 38’: cross arcuato da parte di Scozzarella scodellato in area, Inglese si inarca e inventa una gran giocata in acrobazia, controllo col destro e mancino a rete col pallone che sfiora di poco il palo alla sinistra di Jandrei. All’intervallo è 0-0.

    Secondo tempo, decide Kucka

    Il secondo tempo si apre senza cambi ma con un Genoa proteso in avanti. I rossoblu sembrano più convinti di fare la partita, con un Parma invece molto ‘preoccupato’. Una serie di calci d’angolo per i liguri non sortiscono effetto, mentre al 63’ arriva una buona occasione: cross di Lazovic dalla destra, Sanabria riesce a fare da torre verso il centro, dove Kouamé viene anticipato da Sepe. Sulla ribattuta, lo stesso centravanti paraguayano non riesce a ribadire in rete con una sforbiciata al volo. Al 67’ va in scena la stessa azione: cross dalla destra di Pereira, torre in mezzo di Sanabria e Lerager col destro mette a lato.

    Al 71’ D’Aversa manda in campo Biabiany per Scozzarella, passando ad una sorta di 3-4-3. Poco dopo risponde Prandelli con Rolon a rilevare Bessa. Al 78’ però Parma in vantaggio: angolo di Dimarco, colpo di testa di Kucka e super intervento Jandrei che manda sulla traversa. Poi arriva Rigoni e tocca di testa colpendo il palo, infine destro sotto la traversa di Kucka e palla in rete. A quel punto Prandelli manda in campo Pandev e passa al 4-2-3-1. Nel finale di partita il Parma spreca il 2-0 con Gervinho, mentre gli assalti del Genoa non producono effetti. Finisce 1-0.

    Info Serie A 2018-2019

    LA CLASSIFICA DI SERIE A 2018-2019

    PROSSIMO TURNO SERIE A

    CLASSIFICA MARCATORI SERIE A