Il Napoli torna a vincere, dopo la sconfitta contro la Juventus di fine agosto, battendo per 2-0 la Sampdoria con la doppietta di Dries Mertens. Un successo meritato per la squadra di Ancelotti, anche se la tenuta difensiva, pur non subendo gol, non ha dato ancora risposte troppo confortanti. Specie in ottica Champions League, dove contro il Liverpool ogni errore difensivo potrebbe diventare letale.

LA CRONACA DELLA PARTITA – La terza giornata di Serie A prosegue col secondo anticipo allo stadio San Paolo dove si affrontano il Napoli di Carlo Ancelotti e la Sampdoria di Eusebio Di Francesco. Il Napoli vuole cancellare l’amaro ko subito prima della sosta per le Nazionali contro la Juventus e tornare a vincere. Con i bianconeri sempre formazione da battere, Mertens e soci non possono permettersi subito altri passi falsi. Dal canto suo in terra campana arriva una Sampdoria ancora a zero punti e reduce dalla doppia pesante sconfitta subita contro Lazio e Sassuolo. I blucerchiati non hanno ancora recepito i dettami di Eusebio Di Francesco e in più tutte le voci sulla questione societaria stanno inevitabilmente influendo in maniera negativa.

Sul fronte formazioni ufficiali, Carlo Ancelotti schiera il solito 4-4-2 (o 4-2-3-1 che dir si voglia) con Mertens e Lozano in avanti, supportati da Callejon e Zielinski. In mezzo al campo Elmas e Fabian Ruiz, davanti alla difesa a quattro composta da Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly e Mario Rui. Dall’altra parte Eusebio Di Francesco decide di modificare il proprio assetto. Davanti ad Audero, ci sono Ferrari, Murillo e Regini in difesa. Linea a quattro in mezzo con Bereszynski, Linetty, Ekdal e Murru, mentre in avanti il tridente con Rigoni, Quagliarella e Caprari.

Primo tempo, Mertens fa 1-0

Koulibaly, Napoli

Il match inizia subito su ritmi alti e con un Napoli in pressing. La Sampdoria gestisce comunque bene la sfera, sfiorando anche la rete con un tocco di Ferrari sotto porta che Meret riesce a smanacciare fori. Ma al 13’ i partenopei vanno avanti: azione che si sviluppa sulla destra, Di Lorenzo controlla e mette al centro un pallone basso che Mertens gira immediatamente col destro battendo Audero. I blucerchiati ‘sbandano’ e rischiano subito di subire il raddoppio. Prima con un tocco fuori di Elmas sotto misura, poi con un destro incrociato di Lozano che esce di pochissimo alla destra di Audero.

Il Napoli insiste e al 18’ Mertens colpisce la traversa: Koulibaly in scivolata recupera palla nell’area avversaria: si intromette Mertens, che calcia a giro ma manda sul legno. Pochi secondi dopo però, la Sampdoria si divora il pareggio: Quagliarella lancia il contropiede con un tocco per Rigoni. Mario Rui buca l’intervento, ma l’ex Zenit a tu per tu con Meret si fa ipnotizzare dall’ex Spal. I blucerchiati insistono e sfiorano ancora il pari al 25’ con un destro di Quagliarella dal limite che finisce di un soffio a lato. Il finale di tempo vede un grande equilibrio in campo, con anche un certo nervosismo come dimostrato anche dall’ammonizione subita da Ancelotti per proteste.

Secondo tempo, Sampdoria ko 2-0

Il secondo tempo si apre senza cambi e col Napoli subito pericoloso al 51’ con Elmas: gran guizzo del numero 12 azzurro che dribbla Murillo e tiro da posizione defilata con Audero respinge. Gli azzurri continuano a spingere e Mertens ci prova al 59’ con un destro da fuori che termina a lato. Nei primi venti minuti della ripresa la Sampdoria non riesce mai a rendersi pericolosa, tenendo comunque aperto il match. Al 65’ arriva il primo cambio nel match, con Llorente che fa il suo esordio tra i partenopei entrando al posto di Lozano. Nella Sampdoria dentro Leris per Regini invece.

Al 67’ però il Napoli trova la rete del 2-0: azione confusa con un rimpallo che favorisce Llorente, pallone arretrato per Mertens che calcia a rete col destro trovando la deviazione di Ferrari a battere Audero. A quel punto per la Sampdoria è durissima, con Di Francesco che dopo Gabbiadini inserisce anche Leris e Depaoli. Ma per il Napoli è tutto facile, col neo entrato Insigne che sfiora il tris con un destro a giro che fa la barba al palo. Il finale di match è solo accademia per il Napoli, finisce 2-0.

Info Serie A 2019-2020

LA CLASSIFICA DI SERIE A 2019-2020

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A

CALENDARIO COMPLETO SERIE A 2019-2020