La Juventus batte il Napoli e vola a +16 in classifica, mettendo una grandissima ipoteca sullo scudetto. Partita piena di episodi coi bianconeri che si sono imposti per 2-1, al termine di un match emozionante. Tanti episodi, con tre gol, due espulsioni (Meret e Pjanic) e un rigore sbagliato da Insigne all’84’ che sarebbe potuto valere il pareggio. La squadra di Allegri vola via verso l’ottavo scudetto di fila.

LA CRONACA DELLA PARTITA – Il posticipo della ventiseiesima giornata di Serie A vede scendere in campo allo stadio San Paolo il Napoli e la Juventus. Big match che mette di fronte la seconda contro la prima in classifica, anche non si tratta di un vero e proprio scontro scudetto. I bianconeri, infatti, hanno ben tredici punti di classifica sugli azzurri sono saldamente in vetta. I partenopei sono reduci dal successo per 4-0 sul Parma, vittoria anche per la Juventus con l’1-0 di Bologna.

Sul fronte formazioni ufficiali, Carlo Ancelotti schiera il Napoli col 4-4-2. Al centro della difesa c’è Maksimovic al fianco di Koulibaly per sostituire Albiol, operatosi al ginocchio. A destra Malcuit e sinistra Hysaj, con Meret tra i pali. In mezzo al campo Allan e Fabian Ruiz, mentre Callejon a destra e Zielinski a sinistra a supportare Insigne e Milik in avanti. Dall’altra parte Massimiliano Allegri alla vigilia ha sciolto i dubbi su Cristiano Ronaldo, che scende in campo dal primo minuto. A completare il tridente ci sono Bernardeschi e Mandzukic. In mezzo al campo agiscono Emre Can, Matuidi e Pjanic. In difesa Cancelo e Alex Sandro terzini, con Bonucci e Chiellini davanti a Szczesny.

Primo tempo, Juventus sul 2-0 e Napoli in dieci            

Il primo tempo inizia subito su buoni ritmi e con la prima occasione che arriva all’11’ per il Napoli: cross dalla sinistra di Hysaj, Bonucci rinvia corto sul destro di Zielinski che colpisce con un tiro a giro che fa la barba al palo alla sinistra di Szczesny. La Juventus prova a controllare il gioco, ma l’episodio che cambia il match del San Paolo arriva al 25’: errore di Malcuit con un retropassaggio corto, Ronaldo si avventa e viene atterrato poco prima dell’ingresso in area da Meret. Arriva il cartellino rosso e l’espulsione del portiere partenopeo.

Ancelotti manda in campo Ospina per Milik. Ma dalla successiva punizione Pjanic la mette sopra la barriera e Ospina appena entrato è battuto per il vantaggio della Juventus al 28’. La reazione del Napoli è rabbiosa e al 29’ sfiora subito il pari: difesa della Juventus troppo alta, verticalizzazione di Fabian Ruiz per Zielinski che dal limite colpisce un clamoroso palo col sinistro.

Secondo tempo, subito espulso Pjanic

Il secondo tempo si apre con Mertens per Malcuit nel Napoli, con una squadra sbilanciata in avanti nonostante l’inferiorità numerica. Ma il match cambia ancora volto al 47’, quando Pjanic colpisce volontariamente col braccio il pallone a metà campo. Secondo giallo per il bosniaco, espulsione e Juventus in dieci con la parità numerica ristabilita. Il Napoli a quel punto ci crede e al 61’ accorcia le distanze: azione a sinistra, Insigne rientra sul destro e mette al centro con la sua classica giocata, Callejon approfitta di una difesa bianconera distratta e col piatto destro batte Szczesny. Allegri manda in campo De Sciglio per l’ammonito Cancelo al 62’.

Il Napoli assedia la Juventus, Insigne sbaglia un rigore

Il Napoli tornato in partita carica a testa bassa e comincia ad assediare la porta di Szczesny. Al 64’ destro potente di Allan che esce di poco. Il portiere polacco della Juventus diventa protagonista, salvando due volte sul connazionale Zielinski. Come in un incontro di pugilato, i bianconeri sono alle corde. Allegri si copre ulteriormente, inserendo Bentancur per Mandukic al 73’. Ancelotti al 78’ si gioca l’ultima carta, con Ounas al posto di Callejon.

L’assedio del Napoli continua senza sosta, ma all’84’ gli azzurri sciupano la più grande delle occasioni. Sul calcio d’angolo la sfera arriva a Fabian, che di prima ripropone al centro, Alex Sandro tocca con un braccio e si attende il VAR. Rocchi va al monitor e assegna il rigore. Dal dischetto però Insigne incrocia il destro e colpisce il palo. Le speranze di agguantare il pari del Napoli finiscono qui, la Juventus difende il vantaggio e porta a casa la vittoria.

Info Serie A 2018-2019

LA CLASSIFICA DI SERIE A 2018-2019

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A