Il posticipo della 12esima giornata di Serie A riporta la Juventus in vetta alla classifica, battendo per 1-0 il Milan. I bianconeri, pur soffrendo e rischiando tanto, piegano i rossoneri con una prodezza di Paulo Dybala al 77′, entrato ad inizio ripresa al posto di un Ronaldo decisamente stizzito. Esce a testa alta il Milan che ha disputato una grande gara ma finendo per non guadagnare punti dall’Allianz Stadium.

LA CRONACA DELLA PARTITA – Il super posticipo della dodicesima giornata di Serie A vede affrontarsi, all’Allianz Stadium di Torino, la Juventus di Maurizio Sarri e il Milan di Stefano Pioli. La Juventus è reduce dalla qualificazione agli ottavi di finale in Champions League arrivata in settimana, ma anche dalla vittoria nel derby contro il Torino di sabato scorso. I bianconeri vogliono continuare a vincere per restare in vetta e respingere l’attacco dell’Inter. Dall’altra parte un Milan invece reduce dalla sesta sconfitta stagionale, quella subita nel turno scorso per 2-1 in casa contro la Lazio. La classifica piange e con soli 13 punti l’obiettivo quarto posto è troppo distante attualmente per essere definito tale.

Sul fronte formazioni ufficiali, Maurizio Sarri conferma il modulo 4-3-1-2. Davanti a Szczesny difesa a quattro con Cuadrado, Bonucci, De Ligt e Alex Sandro. A metà campo Bentancur, Pjanic e Matuidi con Bernardeschi trequartista ad ispirare Higuain e Ronaldo. Risponde Stefano Pioli con lo schieramento 4-3-3. In porta Donnarumma protetto da Conti, Duarte, Romagnoli e Theo Hernandez. A centrocampo linea a tre con Krunic, Bennacer e Paquetà, mentre davanti Suso e Calhanoglu alle spalle di Piatek.


Primo tempo, meglio il Milan


Ronaldo-Hernandez, Juventus-Milan

Il primo tempo inizia con grande equilibrio e Juventus pericolosa al 14’: palla di Cristiano Ronaldo in profondità per Higuain che da posizione decentrata calcia non con troppa forza, così Donnarumma con i piedi mette in corner. La risposta del Milan è importante ma Piatek al 17’ si divora il vantaggio: perfetto cross di Suso dalla destra, il polacco salta in totale solitudine e incredibilmente mette fuori di testa. Gli ospiti prendono in mano il gioco e al 24’ altra grandissima chance: azione straordinaria dei rossoneri con un tocco al volo di Conti dal lato destro dell’area per Paquetà che colpisce di testa, Szczesny vola a togliere il pallone sotto l’incrocio.

La Juventus al 30’ finalmente si fa vedere col sinistro di Bernardeschi dal limite che termina alto. Nel finale di tempo però è ancora Milan in avanti e con Szczesny impegnato ancora in due difficoltose respinte su Theo Hernandez e Patek. Bianconeri quasi irriconoscibili, tanti che finisce il primo tempo e il pubblico juventino non gradisce accompagnando con dei fischi la squadra di Sarri negli spogliatoi.


Secondo tempo, decide Dybala


esultanza Paulo Dybala, Juventus-Milan

Il secondo tempo si apre senza cambi e con la Juventus più alta sul campo, pericolosa con un destro di Matuidi dal limite che finisce fuori di poco. Al 55’ Sarri opera il primo cambio e non è una sostituzione banale: fuori Ronaldo e dentro Dybala, col portoghese che va dritto negli spogliatoi, decisamente contrariato. Dopo un nuovo tentativo di Piatek, partito però in fuorigioco, Sarri al 61’ inserisce anche Douglas Costa per Bernardeschi. A quel punto anche Pioli risponde e manda in campo Bonaventura per Krunic, una mossa tattica perché il numero 5 va a schermare Pjanic.

I bianconeri giocano però sempre sotto ritmo e al 71’ Sarri perde Matuidi per un problema al costato, al suo posto entra Rabiot. Mentre poco prima dentro Leao per Piatek nel Milan. In un momento di palese difficoltà, però, la Juventus trova il vantaggio al 77’: azione rapida al limite tra Dybala e Higuain, il numero 10 salta con un dribbling secco Romagnoli e col destro batte Donnarumma in diagonale. Il Milan non molla e si tuffa in avanti sfiorando il pari con Calhanoglu che impegna ancora Szczesny dal limite. Ma non c’è più tempo, la Juventus vince e torna in testa, al Milan resta solo l’amaro in bocca.


Info Serie A 2019-2020

LA CLASSIFICA DI SERIE A 2019-2020

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A

CALENDARIO COMPLETO SERIE A 2019-2020