La Juventus riprende da dove aveva lasciato. Vittoria 2-1 al Meazza contro l’Inter, vittoria allo Stadium di Torino contro il Bologna con lo stesso risultato. Questa volta a decidere sono stati Ronaldo e Pjanic, in mezzo il momentaneo 1-1 di Danilo. Ma bianconeri anche spreconi nel finale, ma salvati al 94′ prima dalla traversa colpita da Santander e poi dalla grande parata di Buffon, sempre sull’ex Copenaghen. Un successo importante per andare a quota 22 in classifica, restando dunque in vetta a prescindere dal risultato dell’Inter.

LA CRONACA DELLA PARTITA – La Juventus di Maurizio Sarri e il Bologna di Sinisa Mihajlovic danno vita, all’Allianz Stadium di Torino, al terzo anticipo dell’ottava giornata di Serie A. La Juventus si è presa la vetta della classifica nell’ultimo turno e adesso in testa vuole restarci. Con questo obiettivo i bianconeri, dopo la vittoria per 2-1 nello scontro diretto contro l’Inter, si accostano a questa sfida in quel di Torino. Dall’altra parte c’è un Bologna in buona salute e tornato ad essere guidato a tutti gli effetti da Mihajlovic in panchina, che he ultimato il secondo ciclo di cure per sconfiggere la leucemia. I felsinei sono attualmente a metà classifica con 9 punti e reduci dal pareggio casalingo per 2-2 contro la Lazio

Sul fronte formazioni ufficiali, Maurizio Sarri conferma il 4-3-1-2 visto nelle ultime uscite. Davanti a Buffon spazio per Cuadrado, Bonucci, de Ligt e Alex Sandro, con Khedira, Pjanic e Rabiot in mediana. In attacco c’è sempre Bernardeschi trequartista dietro Higuain e Cristiano Ronaldo. Risponde Sinisa Mihajlovic col consueto 4-2-3-1 dove Mbaye, Danilo, Bani e Krejci sono a protezione di Skorupski. Davanti alla difesa Poli e Svanberg con Orsolini, Soriano e Sansone a sostegno di Palacio.

Primo tempo, 1-1 all’intervallo


esultanza gol Ronaldo, Juventus-Bologna

Il match inizia su buoni ritmi e con una Juventus in gestione del possesso palla. I bianconeri fanno la partita e si rendono pericolosi al 15’ con un destro dal limite di Higuain che Skorupski blocca in due tempi. Ci prova anche Khedira, ma il gol dell’1-0 arriva al 19’ con Cristiano Ronaldo: azione di ripartenza con Alex Sandro e Rabiot a sinistra, il pallone centrale del francese è sporcato da Krejci che di fatto serve Ronaldo, il portoghese affonda e batte Skorupski con un destro secco sul primo palo. Per il portoghese sono dunque 701 le reti in carriera, premiato prima del match con una maglia celebrativa per i ‘primi’ 700 gol.

Il Bologna però impiega poco tempo a reagire e al 26’ arriva il quasi immediato 1-1: lunghissima trama dei felsinei sugli sviluppi di un corner, poi palla a destra e cross al centro di Svanberg. Sulla spizzata di Mbaye, c’è pronto Danilo che controlla e calcia col destro freddando Buffon sul palo lontano. Match in parità e Juventus che ci riprova al 31’ con un mancino di Alex Sandro che Skorupski respinge. All’intervallo è 1-1 allo Stadium.


Secondo tempo, decide Pjanic


Palacio-Bernardeschi, Juventus-Bologna

Il secondo tempo si apre senza cambi ma con una Juventus decisa a riprendere il comando della partita. I bianconeri attaccano a spron battuto, ma per tornare in vantaggio serve un pasticcio difensivo del Bologna: batti e ribatti in area del Bologna, poi arriva un inspiegabile passaggio all’indietro di Soriano che serve Ronaldo che viene murato, ma la sfera arriva a Pjanic che col destro batte Skorupski. Al 57’ dunque il risultato sul tabellone dice Juventus 2 Bologna 1. I padroni di casa non si fermano e al 62’ Skorupski salva su Khedira, poi il polacco è decisivo anche sul sinistro di prima tentato da Higuain.

Al 73’ Sarri manda in campo anche Matuidi per Rabiot, mentre dall’altra parte Mihajlovic decide di proseguire con l’11 iniziale. Poco dopo grande occasione per la Juventus: cross teso di Cristiano Ronaldo dalla destra, Higuaín impatta in scivolata nell’area piccola, ma si oppone ancora Skorupski, colpito sullo slancio dall’argentino. All’80’ arriva un doppio cambio nel Bologna, con Santander per Sansone e Skov Olsen per Svanberg. E all’83 c’è una grande occasione per i felsinei: Destro di Palacio deviato da De Ligt: pallone che diventa buono per Orsolini, che da pochi passi svirgola clamorosamente il destro al volo. Ma succede ancora molto.

Finale convulso allo Stadium

Prima le proteste del Bologna per un tocco in area col braccio di De Ligt, che impedisce di far arrivare il pallone a Palacio, poi al 94′, la Juventus si salva, anche con fortuna: punizione di Orsolini in mezzo, Santander anticipa tutti e colpisce di testa una clamorosa traversa. Sul proseguimento, rovesciata ancora del paraguaiano e Buffon compie una grandissima parata. Finisce così, senza nemmeno battere il corner. La Juventus vince col brivido.


Info Serie A 2019-2020

LA CLASSIFICA DI SERIE A 2019-2020

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A

CALENDARIO COMPLETO SERIE A 2019-2020