L’Inter ritrova il sorriso dopo la sonora sconfitta per 4-1 contro l’Atalanta, battendo abbastanza agevolmente il Frosinone allo stadio Meazza. Un match che i nerazzurri hanno condotto in larga parte, andando a segno con Keita e Lautaro Martinez, due dei protagonisti più attesi della sfida. Adesso per la squadra di Luciano Spalletti la testa va al match di mercoledì prossimo a Wembley sul campo del Tottenham, crocevia fondamentale per proseguire il proprio cammino in Champions League (dove vedere in tv).

LA PARTITA – Il terzo e ultimo anticipo, in programma sabato 24 novembre, va in scena alle ore 20:30 allo stadio Giuseppe Meazza. A sfidarsi nella 13esima giornata di Serie A sono l’Inter di Luciano Spalletti e il Frosinone di Moreno Longo. L’Inter ha tutta l’intenzione di cancellare il pesante ko subito per 4-1 nell’ultimo turno contro l’Atalanta. Un ko che ha forse ridimensionato le ambizioni di Icardi e compagni, ma che non hanno di certo intaccato la voglia di restare nei quartieri alti della graduatoria. Sul fronte formazione, Luciano Spalletti punta ancora sul 4-2-3-1: tra i pali Handanovic, davanti allo sloveno spazio per D’Ambrosio, Skriniar, De Vrij e Asamoah. In mezzo al campo turnover con Gagliardini e Borja Valero, così come in attacco dove Politano, Nainggolan e Keita sono a supporto di Lautaro Martinez.

Allo stadio Meazza arriva però un Frosinone in ottima forma e col morale alto. I tre risultati utili consecutivi, ultimo dei quali agguantato all’89’ contro la Fiorentina grazie alla prodezza di Pinamonti, hanno dato grande fiducia ai ciociari. Sul fronte formazione, il tecnico Moreno Longo propone il modulo 3-5-2. Davanti a Sportiello linea a tre con Goldaniga, Ariaudo e Capuano. A centrocampo ci sono Zampano, Chibsah, Crisetig, Cassata e Beghetto, mentre in avanti c’è Pinamonti di fianco e Daniel Ciofani.

Primo tempo, Inter in vantaggio con Keita

Handanovic salva, Lautaro raddoppia

Il secondo tempo si apre senza cambi e con l’Inter che prova a chiudere la partita. Ma la prima grande chance della ripresa capita al Frosinone al minuto 53: Cassata, che qualche secondo prima era stato graziato da Pairetto e meritevole di seconda ammonizione, allarga per Beghetto a sinistra, gran cross di prima, Ciofani taglia sul prima palo e sorprende De Vrij, ma Handanovic è miracoloso nella respinta quasi sulla linea di porta. Longo intanto toglie dal campo Cassata e inserisce Gori, ma l’Inter fiuta il pericolo e al 57’ trova la rete del 2-0 con Lautaro Martinez: tutto parte da Keita che sfrutta lo spazio a sinistra, cross perfetto per il numero 10 che si coordina e gira il pallone di testa, conclusione precisa, Sportiello si allunga ma non ci arriva.

Sportiello evita il peggio, ma segna ancora Keita

Il match è ormai in discesa per l’Inter e solo un ottimo Sportiello tiene in piedi il Frosinone, evitando la goleada. L’ex portiere di Atalanta e Fiorentina, salva due volte su Politano e sulla girata mancina di Lautaro Martinez. Spalletti inizia a gestire anche le forze dal 70’ in poi, inserendo Joao Mario per Nainggolan. Longo manda in campo anche Ghiglione e Campbell, mentre nell’Inter spazio Icardi al 77’ a rilevare il connazionale Lautaro. La serata giusta è quella di Keita, con l’ex Lazio e Monaco che timbra la sua doppietta all’82’: ripartenza in contropiede, Politano serve in profondità Keita, controllo e tiro a giro che supera Sportiello in uscita. Finisce 3-0 per l’Inter, con Candreva entrato nei minuti finali che spreca anche il poker. Adesso cuore e testa al Tottenham, con gli Spurs che dal canto loro sono in ottima forma dopo aver travolto in Premier League il Chelsea di Sarri.

Info Serie A 2018-2019

LA CLASSIFICA DI SERIE A 2018-2019

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A