Serie A, Inter e Atalanta non si superano: la Lazio fa 2-2 al 96′ col Sassuolo

    Finiscono con due pareggi Inter-Atalanta e Lazio-Sassuolo, posticipi della 31esima giornata di Serie A in programma al Meazza e all'Olimpico

    260

    I primi due posticipi della 31esima giornata di Serie A si sono giocati alle ore 18:00. Il match sicuramente più intrigante era quello che andava in scena allo stadio Giuseppe Meazza di Milano, tra l’Inter di Luciano Spalletti e l’Atalanta di Gian Piero Gasperini. Una sorta di scontro diretto per la Champions. In contemporanea si giocava però anche allo stadio Olimpico di Roma, dove per lo stesso obiettivo corre anche la Lazio di Simone Inzaghi che riceveva la visita del Sassuolo di Roberto De Zerbi.

    INTER-ATALANTA 0-0

    Sul fronte formazioni, Luciano Spalletti punta sul modulo 4-2-3-1. In porta c’è Handanovic, la difesa a quattro è composta da D’Ambrosio, Miranda, Skriniar e Asamoah. In mezzo al campo ci sono Brozovic regista con Gagliardini al suo fianco, mentre davanti Politano, Vecino e Perisic a supportare Icardi. Dall’altra parte Gian Piero Gasperini punta sul modulo 3-4-2-1. In porta c’è Gollini, davanti a lui la difesa a tre è composta da Mancini, Djimsiti e Palomino. In mezzo al campo ci sono Hateboer, Freuler, De Roon e Castagne, mentre davanti Gomez e Pasalic a supporto di Ilicic.

    L’Inter parte forte e gioca dieci minuti a grande ritmo, con l’Atalanta in grande difficoltà. Nessuna grande chance e la notizia da registrare è il problema muscolare per Brozovic che lascia il campo a Nainggolan al 23’. L’Atalanta esce bene a metà tempo, ma al 31’ Icardi si divora il vantaggio: gran filtrante di Politano, Icardi parte in posizione regolare e a tu per tu con Gollini cerca lo scavetto, ribattuto con il corpo dall’estremo difensore orobico. Al 40’ rispondono gli ospiti: cross basso di Gómez, la difesa di casa non copre il secondo palo dove sbuca Castagne, che rimette al centro il pallone, ma Skriniar evita guai peggiori e si rifugia in corner.


    Il secondo tempo inizia con una grande occasione per l’Atalanta: Gagliardini perde palla sulla trequarti, Ilicic vola via verso la linea di fondo, resiste a Skriniar e mette al centro un pallone velenosissimo che Gómez riesce soltanto a sfiorare a porta vuota. Il match resta in grande equilibrio, con Spalletti che manda in campo Borja Valero per Gagliardini al 66’. E poco dopo Gollini diventa decisivo salvando in uscita su Nainggolan. Gasperini manda in campo Barrow per Pasalic al 74’. Ultimo cambio anche per Spalletti che inserisce Keita per lo stanchissimo Politano. La pressione dell’Inter aumenta e all’82’ Gasperini si cautela con Pessina per Ilicic.

    LAZIO-SASSUOLO 2-2

    Sul fronte formazioni ufficiali, Simone Inzaghi punta sul modulo 3-5-2. In porta spazio per Strakosha, con difesa a tre formata da Patric, Acerbi e Radu. A centrocampo linea a cinque con Marusi, Luis Alberto, Badelj, Parolo e Lulic, mentre in avanti Caicedo e Immobile. Dall’altra parte Roberto De Zerbi punta sul modulo 3-5-2. In porta c’è Consigli, con schieramento difensivo a tre formato da Demiral, Ferrari e Peluso. e Rogerio. In mezzo al campo Lirola, Locatelli, Sensi, Duncan e Rogerio, mentre in attacco ci sono Berardi e Boga.

    Nella prima frazione di gioco la Lazio costruisce tanto ma non riesce a sfondare. Ci provano Acerbi, Immobile e Luis Alberto a più riprese ma senza fortuna. All’inizio del secondo tempo, arriva l’episodio che sblocca il match. Siamo al 49’: cross di Patric e Locatelli colpisce il pallone con il braccio. Abisso va comunque a rivedere l’episodio, il pallone tocca prima il fianco e poi il braccio del centrocampista neroverde. Ma il braccio è comunque molto largo. Rigore confermato che Immobile trasforma. Il Sassuolo reagisce subito e al 57’ è 1-1: Boga affonda sulla destra e mette in mezzo un pallone interessante: Radu libera male, una serie di rimpalli favoriscono Rogerio che da dentro l’area piccola non sbaglia.

    La Lazio allora si rituffa in avanti e al 65’ Consigli salva su Immobile. Ma quest’ultimo al 77’ ha una grandissima opportunità: lancio di Luis Alberto, il numero 17 aggancia alla perfezione e si gira, poi conclusione a botta sicura che finisce a fil di palo per la disperazione dell’Olimpico. All’82’ è invece ancora uno straordinario Consigli a negare il 2-1 ai biancocelesti, salvando su un colpo di testa di Milinkovic-Savic. I padroni di casa spingono e si sbilanciano, il Sassuolo ne approfitta e all’89’ passa in vantaggio: triangolo tra Sensi e Berardi, il numero 12 rimette un gran pallone all’esterno neroverde, che piazza il tiro e supera Strakosha. La Lazio non ci sta  e al 95’

    Info Serie A 2018-2019

    LA CLASSIFICA DI SERIE A 2018-2019

    PROSSIMO TURNO SERIE A

    CLASSIFICA MARCATORI SERIE A