Il Napoli non riesce a sfondare all’Artemio Franchi di Firenze, pareggiando a reti inviolate contro la Fiorentina. GLi azzurri sprecano tanto sotto porta con Insigne, Mertens, Callejon e Milik. Un pari che non serve molto alla squadra di Carlo Ancelotti, mentre per i viola è l’ennesimo segno X in campionato, il numero 11 stagionale.

LA CRONACA DELLA PARTITA – Grande attesa per il big match della 23esima giornata di Serie A tra Fiorentina e Napoli. Il match delle ore 18:00 mette di fronte due squadre vogliose di mettere in cascina tre punti importanti per i rispettivi obiettivi. La Fiorentina arriva a questo match con la voglia di reinserirsi con prepotenza nella corsa ad un posto in Europa. Sin qui i troppi pareggi, ben 13, hanno frenato i viola che sono reduci dall’1-1 contro l’Udinese. Il Napoli arriva all’Artemio Franchi con tutta l’intenzione di provare a mettere pressione alla Juventus. I bianconeri sono distanti nove punti, ma la formazione partenopea crede ancora alla possibile impresa. Nell’ultimo turno due i punti rosicchiati, dopo aver battuto per 3-0 la Sampdoria e aver approfittato del pari di Ronaldo e compagni contro il Parma.

Sul fronte formazioni ufficiali, Stefano Pioli punta sul solito modulo 4-3-3, anche se le defezioni in difesa non mancano. In porta tocca a Lafont, davanti a lui la difesa a quattro è composta da Ceccherini, Pezzella, Hancko e Biraghi. In mezzo al campo ci sono Dabo, Edmilson Fernandes e Veretout, mentre davanti nel tridente ci sono Chiesa, Muriel e Gerson. Dall’altra parte Carlo Ancelotti punta sul solito modulo 4-4-2. In porta tocca a Meret, davanti a lui la difesa a quattro è composta da Hysaj, Maksimovic, Koulibaly e Mario Rui. In mezzo al campo Allan e Fabian Ruiz, con Callejon e Zielinsk esterni. Infine in avanti conferme per Mertens e Insigne.

Primo tempo, senza reti al Franchi

Il primo tempo inizia con una brutta notizia per il Napoli, dato che Mario Rui al 6’ lascia il campo per un problema muscolare, al suo posto dentro Ghoulam. Al 7’ arriva però una grande chance per andare in vantaggio: Callejon sventaglia sull’arrivo di Zielinski a sinistra. Conclusione in diagonale, con Lafont che respinge corto, Insigne arriva ma con la porta spalancata tocca d’esterno e manda fuori. Poco dopo Lafont dice no a Mertens, mentre la Fiorentina gioca solo di rimessa. Da precisare come i viola in realtà giochino col 3-4-1-2, con Gerson rifinitore. Al 18’ però un guizzo di Chiesa mette i brividi agli ospiti, con un diagonale mancino che diventa un tiro-cross su cui però nessuno dei suoi compagni è pronto.

 Il match resta vivo e al 22’ altra occasione Napoli: Allan recupera un pallone e poi lancia Mertens, il belga mette in mezzo col destro e Callejon sul lato opposto calcia ma non trova la porta da posizione defilata. La Fiorentina comunque cambia atteggiamento e diventa più coraggiosa, sfiorando il vantaggio al 28’: sfonda a sinistra Chiesa e mette all’indietro per Veretout, il francese evita Fabian Ruiz e scarica col destro e Meret respinge provvidenzialmente. Al 36’ però Mertens si divora la rete: azione molto bella con Insigne che serve con un pallone a scavalcare la difesa Zielinski, torre per Mertens che da pochi passi tocca debolmente favorendo il comunque grande intervento di Lafont. Nel finale altra occasione per gli ospiti, ma il destro di Insigne viene deviato con palla che esce di poco a lato.

Secondo tempo, Milik al 93′ sbaglia sotto porta

Il secondo tempo si apre senza cambi, ma con l’ennesima grande occasione per il Napoli al 53’: Callejon sfugge in velocità a Biraghi sul tocco filtrante di Insigne. Pallone basso per Zielinski che calcia di prima intenzione col mancino ma Lafont è straordinario a deviare in corner con un riflesso felino. Arrivano anche i primi cambi della ripresa. Nella Fiorentina dentro Vitor Hugo per Hancko nella Fiorentina, mentre Ancelotti si gioca il secondo cambio con Milik per Mertens al 62’. Il Napoli spinge alla caccia del vantaggio, sfiorandolo ancora al 71’ con un gran sinistro a giro di Fabian Ruiz che sfiora l’incrocio dei pali alla destra di un Lafont proteso in tuffo.

L’ultima mossa di Ancelotti, con ritmi sempre più bassi, si chiama Verdi che prende il posto di Insigne, mentre nella Fiorentina subito fuori Mirallas per un problema muscolare e dentro Simeone all’81’. I padroni di casa finiscono il match molto stanchi e anche acciaccati, con Pezzella che va a fare il centravanti nel finale perché claudicante e con un problema al ginocchio. Al 93’ il Napoli si divora ancora il vantaggio: perfetta apertura di Allan per Callejon che va via sulla destra e mette al centro, Milik è tutto solo ma arriva solo in scivolata sul pallone mettendo a porta vuota sull’esterno della rete.

Info Serie A 2018-2019

LA CLASSIFICA DI SERIE A 2018-2019

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A