Fiorentina e Juventus chiudono senza reti il primo anticipo della terza giornata di Serie A, pareggiando per 0-0 al Franchi. Un match complessivamente giocato meglio dai padroni di casa, ma imprecisi in fase di conclusione. Per i bianconeri partita senza squilli, ma con le brutte notizie che arrivano dagli infortuni muscolari di cui sono stati vittima Douglas Costa e Pjanic, già nella prima frazione di gioco.

CRONACA DELLA PARTITA – La terza giornata di Serie A parte subito col ‘piatto forte’ dell’Artemio Franchi di Firenze nell’anticipo che mette di fronte la Fiorentina di Vincenzo Montella e la Juventus di Maurizio Sarri. La Fiorentina ha iniziato il proprio campionato incassando due sconfitte e restando dunque ferma al palo. I viola sono stati prima sconfitti per 4-3 dal Napoli e poi per 2-1 in casa del Genoa. Urge dunque una svolta per la squadra di Montella, anche se contro l’avversario sulla carta più complicato da affrontare. Infatti la Juventus è partita col piede giusto e con l’intenzione di dominare il campionato anche in questa stagione. Le vittorie contro Parma e Napoli, arrivate in maniera completamente diversa, ne sono la dimostrazione. E con un Cristiano Ronaldo già al top della condizione, tutto resta sempre possibile.

Sul fronte formazioni ufficiali, Vincenzo Montella schiera il moduo 3-5-2 con Dragowski tra i pali e difesa a tre con Milenkovic, German Pezzella e Caceres. A centrocampo Lirola, Castrovilli, Badelj, Pulgar e Dalbert, mentre in avanti spazio per Chiesa e Ribery. Dall’altra parte Maurizio Sarri non modifica il proprio schieramento. Davanti a Szczesny ci sono Danilo, Bonucci, De Ligt e Alex Sandro. Linea a tre in mezzo con Khedira, Pjanic e Matuidi, mentre in avanti Douglas Costa, Higuain e Cristiano Ronaldo a comporre il tridente.

Primo tempo, meglio la Fiorentina

Pezzella, Fiorentina

Il match inizia subito con una brutta notizia per la Juventus, col problema muscolare per Douglas Costa alla coscia destra. Al suo posto dentro l’ex di turno Bernardeschi. La prima parte di match vede tanto equilibrio in campo anche se la Juventus rischia molto per due errati disimpegni difensivi, il primo al 15’ con Szczęsny che si prende un rischio clamoroso giocando con i piedi davanti alla sua porta. Il passaggio va a colpire in pieno Chiesa e palla di poco alta sulla traversa. Poco dopo passaggio sbagliato di De Ligt verso il portiere polacco, costretto a salvare in scivolata su Ribery.

Per gli ospiti da segnalare la prima sortita offensiva al 20’, con un sinistro di Matuidi respinto a mani aperte da Dragowski. La Fiorentina gioca meglio e al 31’ arriva un’ottima occasione: Ribery allarga per Castrovilli che crossa basso, il pallone arriva in mezzo ma Chiesa manca clamorosamente l‘impatto con la sfera. Juventus in difficoltà e Fiorentina vicina al gol al 41’: cross di Ribery dalla destra per Dalbert, il brasiliano dimenticato da Danilo colpisce in modo sporco di testa sul primo palo, ma Szczesny si distende e mette in corner. Al 43’ problema muscolare anche per Pjanic, flessori coscia destra, e secondo cambio per Sarri che inserisce Bentancur.

Secondo tempo, finisce senza reti

Higuain, attaccante Juventus

Il secondo tempo si apre senza ulteriori cambi, ma con una Fiorentina ancora all’attacco e sempre però imprecisa in fase di conclusione, come al 55’ con Castrovilli che svirgola col sinistro un pallone rasoterra messo al centro da Chiesa. Nel frattempo arriva anche il terzo cambio per la Juventus, con Danilo fuori per crampi. Al suo posto spazio per Cuadrado al 62’ e cambi finiti per i bianconeri. La prima ‘risposta’ di Montella con i cambi arriva al 69’ con Ribery esausto e vittima di crampi, applauditissimo dal Franchi, rilevato da Prince Boateng. Il match resta in equilibrio e con la sensazione che qualcosa possa succedere da un momento all’altro.

E infatti le occasioni non mancano. La prima è per la Juventus al 74’, con Higuain che lancia Khedira in profondità, il tedesco mette al centro sull’uscita di Dragowski, ma Ronaldo è anticipato da Pezzella. Poi, sugli sviluppi di un corner, Milenkovic anticipa tutti di testa, ma Szczesny blocca. Il finale di match si gioca con due squadre molto stanche, ma che comunque si affrontano a viso aperto. Al 94’ ci prova Boateng con una girata di destro sul cross di Chiesa, ma senza fortuna. Finisce senza reti al Franchi.

Info Serie A 2019-2020

LA CLASSIFICA DI SERIE A 2019-2020

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A

CALENDARIO COMPLETO SERIE A 2019-2020