Il posticipo della 25esima giornata di Serie A regala spettacolo, emozioni e tanti episodi discussi e visionati al VAR. Alla fine Fiorentina e Inter impattano per 3-3 allo stadio Artemio Franchi, per un pari che alla fine non accontenta nessuno, ma fa più comodo ai viola che trova il pareggio addirittura al minuto 101 su rigore.

LA CRONACA DELLA PARTITA – Al Franchi di Firenze si gioca il posticipo della venticinquesima giornata di Serie A tra Fiorentina e Inter. La Fiorentina viene da un buon momento di forma che gli ha permesso di restare attaccata al treno per l’Europa. I viola, infatti, sono decimi con 35 punti ma sono a soli tre punti dall’Atalanta sesta, in zona Europa League. ‘Inter sta attraversando un periodo delicato sempre per il caso Icardi anche se nelle ultime settimane ha dato segnali di ripresa. I nerazzurri, infatti, hanno raccolto due vittorie consecutive in campionato, contro Parma e Sampdoria, che gli hanno permesso di restare terzi in classifica con 46 punti.

Sul fronte formazioni ufficiali, Stefano Pioli si affida al solito 4-3-3 ma deve fare i conti con due assenze pesanti come quelle di Pezzella e Mirallas. Al centro della difesa c’è Ceccherini e non Milenkvoci, mentre il tridente d’attacco è composto da Chiesa, Simeone e Gerson, con Muriel che rifiata in vista della semifinale di coppa Italia. Dall’altra parte Luciano Spalletti, deve fare a meno sempre di Icardi, con Lautaro Martinez al centro dell’attacco. Sulla trequarti, invece, ci sono Politano, Nainggolan e Perisic, con questi ultimi due in grande spolvero nelle ultime settimane.

Primo tempo scoppiettante al Franchi

Il primo tempo inizia col botto e con un botta e risposta nei primi sei minuti. Dopo pochi secondi infatti la Fiorentina è già in vantaggio: lancio lunghissimo di Ceccherini per Chiesa, difesa dell’Inter distratta, il numero 25 anticipa Handanovic e mette in mezzo dove Simeone con l’aiuto di De Vrij mette dentro a porta vuota. L’Inter reagisce e al 6’ trova l’immediato pareggio: dopo un corner di Politano respinto, Nainggolan ripropone in mezzo per Vecino che di piatto destro batte Lafont. Pari confermato anche dal VAR. Dunque una partenza sprint che però viene seguita da alcuni minuti molto attendisti. Comunque a fare la partita è sempre la Fiorentina, anche grazie alle accelerazioni di Chiesa che mettono in difficoltà.

L’Inter è molto attendista, rischiando grosso al 29’: dopo un recupero di Nainggolan su Chiesa, Dalbert serve Vecino che però si vede scippare la sfera da Gerson. Il brasiliano avanza palla al piede sino al limite, poi tenta un sinistro piazzato sul primo palo che esce di pochissimo a lato. L’Inter risponde al 35’ con una punizione di Brozovic che Lafont è costretto ad alzare in corner, sulla successiva battuta di Politano attraversa tutta l’area piccola senza che nessuno riesca a deviare a rete. Tuttavia al 40’ l’Inter ribalta il punteggio con Politano: l’esterno ex Sassuolo si accentra dalla destra e fa partire un sinistro al fulmicotone che Lafont riesce solo a sfiorare. La Fiorentina accusa il colpo e rischia anche di prendere la terza rete con Perisic che spara fuori da ottima posizione.

Secondo tempo, gol e VAR protagonista

Il secondo tempo si apre senza cambi, ma l’Inter vola subito sul 3-1 grazie all’intervento del VAR. Punizione calciata al centro da Brozovic con la Fiorentina che libera. Dopo alcuni secondi Abisso viene richiamato a visionare le immagini e concede il rigore ai nerazzurri per un fallo col braccio di Edimilson. Dal dischetto preciso rigore all’angolino di Perisic col macino e 3-1. Pioli a quel punto manda in campo Muriel per Simeone e Pjaca per Benassi passando al 4-2-3-1. Il VAR torna protagonista anche al 60’, quando la Fiorentina segna il 2-3 con Biraghi. Ma anche qui Abisso va a visionare le immagini, per un precedente fallo di Muriel su D’Ambrosio e annulla la rete concedendo punizione all’Inter.

Nel frattempo Spalletti manda in campo Asamoah per Dalbert, la Fiorentina sembra perdere forza ma Muriel al 74’ riapre la contesa: invenzione del colombiano che batte una punizione dai trenta metri e infila il pallone sotto l’incrocio dei pali. Spalletti manda in campo Candreva per Politano, ma la Fiorentina spinge forte. Il finale di match è molto teso, con gli animi che si scaldano in campo. Chiesa ci prova due volte, prima con un tiro cross di sinistro che va a lato, poi con un destro da fuori che termina alto. Nei sette minuti di recupero, Abisso fischia un calcio di rigore alla Fiorentina al 96’ per un presunto tocco col braccio di D’Ambrosio. Ma anche qui l’arbitro è chiamato a visionare le immagini al VAR, confermando però la decisione presa nel live. Ben cinque minuti di attesa e Veretout al minuto 101 fa 3-3.

Info Serie A 2018-2019

LA CLASSIFICA DI SERIE A 2018-2019

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A