Vittoria di capitale importanza per l’Atalanta nel Monday night conclusivo della 22esima giornata di Serie A. Gli orobici s’impongono di misura alla Sardegna Arena contro il Cagliari, facendosi bastare la rete al minuto 50 di Hateboer. Con questi tre punti l’Atalanta sale a quota 35 punti, gli stessi di Roma e Lazio, a meno uno dal Milan quarto. Per il Cagliari invece i punti restano 21, con sole quattro lunghezze da gestire sul Bologna terz’ultimo.

LA CRONACA DELLA PARTITA – Dopo l’impresa in Coppa Italia contro la Juventus, l’Atalanta si rituffa in campionato, dove affronta il Cagliari nel posticipo della ventiduesima giornata, la terza del girone di ritorno. Alla Sardegna Arena le due squadre si giocano molto per i rispettivi obiettivi. I padroni di casa cercano i tre punti per allontanarsi dalla zona retrocessione, ora a quattro punti. Gli ospiti, invece, cercano il successo per portarsi ad un solo punto dalla zona Champions.

Sul fronte formazioni ufficiali, Rolando Maran deve fare a meno dello squalificato Barella. Assenza pesante in mezzo al campo, così come quella di Castro, la cui stagione è finita con largo anticipo a causa di un brutto infortunio al ginocchio. Nel 3-5-1-1 di questa sera c’è Birsa alle spalle di Pavoletti. Dall’altra parte Gian Piero Gasperini cambia poco rispetto a quanto visto mercoledì in coppa Italia contro la Juventus. Spazio al 3-4-2-1 con Gomez e Pasalic alle spalle dell’unica punta, che è l’uomo del momento, Duvan Zapata. Ilicic non ce la fa e parte dalla panchina.

Primo tempo, poche emozioni alla Sardegna Arena

Il primo tempo inizia su ritmi intensi e con molti scontri. Al 10’ a farne le spese è Walter Birsa, con lo sloveno colpito duro all’avambraccio sinistro e costretto ad uscire al 14’. Al suo posto Maran manda in campo Joao Pedro. Di gioco se ne vede poco, anche perché il pressing di entrambe le formazioni è quasi asfissiante e chi porta palla ha sempre pochissimo tempo per ragionare sul da farsi. Al 22’ però Cragno è costretto a ‘lavorare’: corner dalla destra di Gomez, deviazione aerea di Palomino e il numero uno di casa interviene in maniera provvidenziale per anticipare in mezzo il tap-in vincente. Per il Cagliari nulla da segnalare, mentre Cragno al 39’ deve alzare in corner una punizione battuta comunque centralmente da Gomez. Dopo due minuti di recupero, Valeri manda tutti negli spogliatoi.

Secondo tempo, decide Hateboer al 50′

Il secondo tempo si apre senza ulteriori cambi, ma con l’Atalanta che al 50’ trova il vantaggio: Castagne mette dentro col destro, il suo pallone deviato finisce sul secondo palo dove Hateboer sovrasta Padoin e mette dentro di testa. Il Cagliari reagisce subito e al 54’ sfiora il pari: Joao Pedro “sgasa” a destra saltando di netto prima Djimsiti e poi De Roon. Il brasiliano dal fondo mette un gran pallone rasoterra, Pavoletti prova una deviazione sul primo palo trovando la risposta anche fortunosa di Berisha.

Al 61’ Gasperini inserisce Ilicic per Gomez, poco dopo arriva anche il tempo di Thereau nel Cagliari per Cigarini. Nel finale di partita, l’Atalanta sfiora due volte il raddoppio. Ma Cragno sventa sembra in maniera ottima le conclusioni da fuori di Pasalic al 79’ e Ilicic all’81’. Il Cagliari resta anche in dieci all’85’, perché Thereau si ferma per un problema muscolare e con le sostituzioni già ultimate. Il match finisce praticamente qui, l’Atalanta vince e porta a casa tre punti importantissimi.

Info Serie A 2018-2019

LA CLASSIFICA DI SERIE A 2018-2019

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A