Il match dell’ora di pranzo tra Bologna e Genoa si chiude sul risultato di parità. Vantaggio dei felsinei con Destro al 17′, pari ligure con Lerager al 33′. Con questo pareggio il Bologna agguanta l’Empoli al terz’ultimo posto, il Genoa mantiene invece sette punti di vantaggio sulla zona retrocessione.

LA CRONACA DELLA PARTITA – La sfida dell’ora di pranzo della 23esima giornata di Serie A vede scendere in campo il Bologna di Sinisa Mihajlovic e il Genoa di Cesare Prandelli. Il Bologna ha ritrovato fiducia e morale. La vittoria per 1-0 di domenica scorsa sul campo dell’Inter ha riaperto il discorso salvezza, sfruttando subito l’inerzia positiva generata dal cambio di allenatore. Dall’altra parte il Genoa è in una posizione tranquilla di classifica, ma i liguri non possono permettersi troppe distrazioni. La formazione rossoblu è reduce dal pari per 1-1 col Sassuolo e può contare su sette lunghezze di vantaggio proprio sul Bologna terz’ultimo.

Sul fronte formazioni ufficiali, Sinisa Mihajlovic punta sul solito modulo 4-3-3, con lo schieramento confermato rispetto a domenica scorsa. In porta tocca a Skorupski, davanti a lui la difesa a quattro è composta da Mbaye, Gonzalez, Danilo e Mattiello. In mezzo al campo ci sono Poli, Pulgar e Soriano, mentre in attacco largo a Edera, Destro e Palacio. Dall’altra parte Cesare Prandelli punta sul modulo 4-3-3. In porta come sempre c’è Radu, davanti a lui la difesa a quattro è composta da Biraschi, Zukanović, Gunter e Criscito. A centrocampo Radovanović, Veloso e Lerager in mezzo, con Lazovic e Kouamé esterni a sostenere Sanabria.

Primo tempo, Lerager risponde a Destro

Il primo tempo inizia con un Genoa aggressivo e voglioso di non far giocare con comodità il Bologna sin dalle retrovie. Il Bologna inizia un po’ contratto e col pubblico di casa che spesso ‘mormora’ per qualche disimpegno rischioso dei suoi. Ma, al primo affondo, il Bologna passa in vantaggio al 16’: pallone messo in mezzo da Poli, Destro s’inserisce tra Gunter e Zukanovic, a completare il tutto c’è l’uscita a vuoto di Radu anticipato dal centravanti felsineo di testa e palla in rete.

I padroni di casa prendono fiducia e si rendono ancora pericolosi al 23’ con Edera, ma il suo assist al centro per Soriano è sventato dalla difesa ospite. Tuttavia il Genoa inizia ad attaccare e al 31’ Skorupski dice no al diagonale mancino di Sanabria, poi l’ex Betis di testa colpisce troppo centralmente. Il pari è nell’aria e puntuale arriva al 33’: calcio d’angolo dalla destra messo al centro, Lerager si libera della marcatura di Gonzalez e di testa batte Skorupski. Nel primo tempo non succede altro.

Secondo tempo, il Bologna non sfonda

Il secondo tempo si apre senza cambi e con un’occasione per il Bologna al 49’: dalla bandierina il pallone si sposta al limite dell’area di rigore sui piedi di Edera, tiro forte, ma centrale, dell’ex Torino e grande intervento di Radu. Al 60’ Mihajlovic opera il primo cambio, inserendo Santander per Destro. Poco dopo il primo squillo della ripresa del Genoa, con Skorupski che sventa in due tempi il sinistro da fuori di Radovanovic. Ben più importante l’intervento del portiere polacco al 67’ per alzare in corner un colpo di testa di Kouamé. Mihajlovic prova a mettere ancora forze fresche in avanti, inserendo al 70’ Sansone per Edera.

 I ritmi si abbassano, con altri cambi che portano in campo Dzemaili per Poli nel Bologna e Bessa per Veloso nel Genoa. I padroni di casa attaccano, specie sulla destra con Palacio. Il Bologna insiste e ha due grandi occasioni. Prima all’86’ con Danilo che di testa colpisce la traversa. Sul corner successivo, Santander tocca di testa palla ancora per Danilo sul secondo palo che colpisce a botta sicura col destro, ma Radu compie un grande intervento e salva il risultato. L’ultimi sussulto bolognese è una punizione di Pulgar al 94′, ma Radu respinge coi pugni e Rocchi fischia la fine.

Info Serie A 2018-2019

LA CLASSIFICA DI SERIE A 2018-2019

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A

Please wait...