Finisce 2-2 il posticipo della nona giornata di Serie A in programma allo stadio Olimpico. E’ 2-2 il finale della sfida fra Torino e Sampdoria, per un punto che muove la classifica di entrambe, reduci entrambe da delle sconfitte nel turno scorso. Nel primo tempo è Belotti a sbloccare il match, poi nella ripresa il ribaltone con Candreva e Quagliarella, prima del definitivo pari di Meité.

CRONACA TORINO SAMPDORIA – Sul fronte formazioni ufficiali Marco Giampaolo manda in campo il Torino confermando il 3-5-2 e schierando regolarmente Belotti affiancato da Zaza, in ottima forma dopo le ultime partite. A centrocampo l’ex Linetty, con Singo e Ansaldi sulle fasce. Dal canto suo Claudio Ranieri riparte dal solito 4-4-1-1 con la novità Ferrari in difesa al posto di Tonelli. In avanti è Verre a supportare Quagliarella, mentre sono Candreva e Jankto a presidiare le fasce laterali a metà campo.

Primo tempo, Belotti fa 1-0

La prima frazione di gioco vede subito un gol annullato a Belotti col VAR dopo sei minuti di gioco, per una posizione di offside del centravanti sul tocco smarcante di Linetty. I ritmi non sono alti, ma è comunque il Torino a fare la partita e trovare il gol del vantaggio, questa volta regolare, con Belotti al 24‘: Singo sfrutta un’ingenuità di Augello, convinto che il pallone fosse uscito in fallo laterale, entra in area e serve con un cross preciso per il capitano granata, che scappa dietro a tutta la difesa della Sampdoria e mette dentro a porta vuota.

gol Quagliarella, Torino-Sampdoria

La rete dei granata ‘sveglia’ un po’ i blucerchiati, sin lì praticamente mai visti in avanti. E la prima occasione concreta per gli ospiti arriva al 37′: ottimo lavoro di Quagliarella spalle alla porta e poi scarica su Candreva, destro violento che però viene ribattuto. Nel finale di tempo Sampdoria ancora in avanti, ma il destro al volo di Candreva da posizione defilata finisce sul fondo. All’intervallo Torino avanti 1-0.

Secondo tempo, finisce 2-2

Il secondo tempo si apre con addirittura quattro cambi nella Sampdoria, per un Ranieri evidentemente insoddisfatto per usare un eufemismo. Dentro Tonelli per Yoshida, Adrien Silva per Ekdal, Damsgaard per Jankto e infine Gabbiadini per Verre. Cambi che modificano l’atteggiamento dei blucerchiati, il Torino va in difficoltà e la Sampdoria nel giro di diciotto minuti ribalta il punteggio. La rete dell’1-1 arriva al 54‘: scambio Candreva-Quagliarella, la palla torna all’esterno ex Inter e col sinistro batte Sirigu. L’asse si ripropone al 63′ per il sorpasso: questa volta lancio in verticale di Candreva, Quagliarella si coordina e al volo col destro fredda Sirigu.

esultanza gol Meité, Torino-Sampdoria

A quel punto arrivano due cambi anche nel Torino, con Murru per Ansaldi e Verdi per Lyanco, passando al 4-3-1-2. La sfida diventa anche spettacolare e al 77′ arriva il 2-2: corner a rientrare col mancino di Verdi, stacca di testa Meité e prolunga una traiettoria che s’insacca sul palo lontano. Poco dopo Audero è decisivo due volte su Verdi e Lyanco, mentre all’83’ dentro Ramirez per Quagliarella nella Samp. Il Torino prova anche a vincere, ma finisce 2-2 all’Olimpico.

Info Serie A 2020-2021

LA CLASSIFICA DI SERIE A

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A

CALENDARIO COMPLETO SERIE A 2020-2021