Finisce 1-1 il Derby della Lanterna tra Sampdoria e Genoa nel posticipo della sesta giornata di Serie A. Un match teso e spigoloso, non bellissimo come da previsione, con le reti arrivate nel primo tempo: vantaggio blucerchiato con Jankto e pareggio rossoblu di Scamacca nel giro di sei minuti.

CRONACA SAMPDORIA-GENOA – Sul fronte formazioni ufficiali Claudio Ranieri non regala sorprese, con la stessa Sampdoria uscita vittoriosa per 3-1 sul campo dell’Atalanta una settimana fa. In avanti dunque Ramirez in appoggio a Quagliarella, sulle fasce Jankto e Damsgaard. Dall’altra parte Rolando Maran disegna il suo Genoa col modulo 4-3-2-1 con il ritorno di Criscito in difesa, mentre in avanti Zajc e Pandev a sostegno dell’unica punta Scamacca.

Primo tempo, 1-1 al Ferraris

La prima frazione di gioco è molto spigolosa e tesa come ampiamente prevedibile. I primi squilli, per così dire, sono di Pandev da una parte e Augello dall’altra, con due conclusioni dalla distanza che terminano sul fondo. All’improvviso però un flash squarcia il derby con la Sampdoria in vantaggio, minuto 22: Ekdal porta palla e poi allarga il gioco sulla destra per Jankto, il ceco fa venti metri palla al piede, si accentra, dribbla Criscito e batte sul secondo palo Perin con un sinistro potente.

Biraschi-Damsgaard, Sampdoria-Genoa

La reazione del Genoa però è immediata e al 26′ Audero è chiamato già agli straordinari per evitare il pari rossoblu, distendendosi sulla destra e togliendo di fatto dalla rete un pallone sbucato dopo un contrasto aereo fra Zapata e Thorsby. Tuttavia al 28′ arriva il gol dell’1-1: dopo una ribattuta della difesa blucerchiata, Lerager ripropone in area dalle parti di Scamacca, il numero gira prontamente a rete e buca Audero in diagonale. Nel finale di tempo arrivano ancora un paio di occasioni, una per parte, prima con Thorsby e poi con Rovella, ma all’intervallo è 1-1.

Secondo tempo, Keita colpisce un palo

Il secondo tempo si apre senza sostituzioni e con una Sampdoria più alta sul campo e vogliosa di pressare. E dunque lunghe fasi di possesso palla dei doriani e rossoblu sulla difensiva a chiudere tutti i varchi. Nel primo quarto d’ora accade poco o nulla così Ranieri al 66′ opera tre cambi, inserendo Keita per Quagliarella, Verre per Ramirez e Adrien Silva per Ekdal. E al 71′ subito occasione per i blucerchiati al 71′ proprio con l’ex Lazio e Inter: il numero dieci riceve palla al limite dell’area di rigore, si gira e calcia, Perin devia il pallone sul palo. Poi è Damsgaard, da pochi passi, a sbagliare incredibilmente a porta vuota, anche se con posizione a rischio offside.

Sampdoria-Genoa serie A

Subito dopo risponde Maran con un paio di cambi, mettendo in campo Pjaca per Scamacca e Behrami per Badelj. Continuano i cambi anche perché la stanchezza si fa sentire, così arrivano anche gli ingressi in campo di Candreva per Damsgaard e Pellegrini per Criscito. Il finale di match è molto spezzettato, anche con un arbitro La Penna non sempre ‘padrone’ della situazione. Alla fine è comunque un punto a testa che fa classifica per entrambe.

Info Serie A 2020-2021

LA CLASSIFICA DI SERIE A

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A

CALENDARIO COMPLETO SERIE A 2020-2021